Nba, Toronto vince anche contro i Thunder. Phoenix e Portland ok con Bledsoe e Lillard

I Raptors passano alla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City grazie a un gran quarto quarto di DeRozan e Valanciunas. Phoenix stende Sacramento, mentre Portland vince a Salt Lake City contro i Jazz con 35 punti del solito Damian Lillard.

Nba, Toronto vince anche contro i Thunder. Phoenix e Portland ok con Bledsoe e Lillard
Nba, Toronto vince anche contro i Thunder. Phoenix e Portland ok con Bledsoe e Lillard

La vera sorpresa della notte Nba si consuma alla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City, dove i Toronto Raptors recuperano uno svantaggio in doppia cifra e superano i Thunder in un finale thrilling, con DeMar DeRozan sugli scudi. Cade ancora Sacramento, nonostante un Marco Belinelli da 15 punti in 26 minuti, nel deserto dell'Arizona contro i Phoenix Suns di Eric Bledsoe. A Salt Lake City Damian Lillard si prende nuovamente i suoi Trail Blazers sulle spalle per portarli alla vittoria contro gli Utah Jazz, alla prima casalinga in regular season. 

Oklahoma City Thunder - Toronto Raptors 98-103

I Raptors di coach Casey si presentano in Oklahoma reduci dalla vittoria della sera precedente all'American Airlines Center di Dallas, ancora imbattuti in stagione regolare. I Thunder padroni di casa si affidano al solito duo Westbrook-Durant, e dopo un primo tempo fatto di parziali (prima avanti Okc, poi rientro di Toronto), il terzo quarto sembra far scivolare la gara in mano agli uomini di Billy Donovan. Westbrook segna 16 punti nel terzo quarto dei Thunder, chiuso da una tripla di Enes Kanter sulla sirena. Okc è avanti di otto lunghezze (81-73) e pare in controllo della partita, quando Cory Joseph e Patrick Patterson guidano la riscossa degli ospiti dalla panchina. Ancora Durant e Westbrook fissano il punteggio sul 95-89, prima di un parziale di 14-0 per i Raptors, firmato dalle giocate di Kyle Lowry, DeMar DeRozan e Jonas Valanciunas. KD segna un libero per il 98-101, sul suo successivo errore Ibaka si rifugia in una palla a due con il centro lituano, alla fine controllata da DeRozan che sigilla così la vittoria di Toronto, ora da sola in testa al ranking della Eastern Conference.

OKC Thunder (3-2). Punti: Durant 27, Westbrook 22, Kanter 15, Ibaka e Adams 10. Rimbalzi: Durant e Adams 7. Assist: Westbrook 16.

Toronto Raptors (5-0). Punti: DeRozan 28, Lowry e Valanciunas 17, Carroll 13. Rimbalzi: Valanciunas 11. Assist: DeRozan, Patterson e Joseph 3.

Phoenix Suns - Sacramento Kings 118-97

Non c'è DeMarcus Cousins nella sfida dei suoi Kings a Phoenix, costretto a guardare per un problema al tendine d'Achille. George Karl presenta in quintetto l'ex Spur James Anderson insieme a Rudy Gay e al rookie Cauley-Stein nel frontcourt. I Suns sono subito più convincenti, con Bledsoe e Knight nel reparto esterni, mentre Sacramento si affida a Kosta Koufos e Marco Belinelli, 31 punti in due dalla panchina. Il primo tempo si chiude con una tripla dall'angolo da Tucker, e Phoenix è in vantaggio 49-40. Una gran schiacciata in contropiede di Gay riavvicina i Kings a inizio terzo quarto, ma dopo il pareggio a quota 55 punti Brandon Knight segna da tre dando il là a un finale di periodo in cui si esalta Eric Bledsoe. Gli ospiti non riescono più a reagire e alzano bandiera bianca nel quarto quarto, quando ancora Knight e Alex Len chiudono i conti per i Suns.

Phoenix Suns (3-2). Punti: Bledsoe 19, Knight 17, Len 16, Morris 11, Tucker 10. Rimbalzi: Chandler 11. Assist: Bledsoe 8.

Sacramento Kings (1-4). Punti: Koufos 16, Belinelli e Anderson 15, Collison 13. Rimbalzi: Gay 8. Assist: Collison e Rondo 6.

Utah Jazz - Portland Trail Blazers 92-108

Damian Lillard segna 35 punti a Salt Lake City e rovina la prima casalinga della stagione degli Utah Jazz. In un primo quarto equilibrato, Portland perde però per infortunio Meyers Leonard, k.o. per una distorsione alla caviglia. I padroni di casa provano ad accelerare con le giocate ad alta quota di Rudy Gobert e con i canestri di Gordon Hayward, ma è Lillard a prendersi la scena insieme a C.J. McCollum, che segna il canestro del 49-57 sulla sirena dell'intervallo lungo. Alla ripresa delle operazioni Lillard riceve un colpo al volto da Gobert, ma non sembra risentirne scatenandosi con una serie di tiri in sospensione che porta Portland in doppia cifra di vantaggio. Alec Burks fa sperare nella rimonta i tifosi di Salt Lake City, ma ancora una volta è il numero zero degli ospiti a ricacciare indietro gli avversari, regalando a coach Stotts un'importante vittoria in trasferta.

Utah Jazz (2-2). Punti: Burks 21, Hayward 19, Burke 17, Hood 10. Rimbalzi: Favors 10. Assist: Hood 4.

Portland Trail Blazers (3-2). Punti: Lillard 35, McCollum 27, Harkless 15, Aminu 13, Plumlee 12. Rimbalzi: Plumlee 16, Vonleh 10. Assist: McCollum 4.

NBA