Nba, i Clippers rimontano Detroit. Bene Washington, ai Mavs il derby texano di Houston

Crawford e Griffin segnano 71 punti in due nella sfida dello Staples tra Clippers e Pistons. I Wizards fermano la corsa di Orlando, mentre Dallas passa a Houston anche senza Nowitzki.

Nba, i Clippers rimontano Detroit. Bene Washington, ai Mavs il derby texano di Houston
Nba, i Clippers rimontano Detroit. Bene Washington, ai Mavs il derby texano di Houston

Nella gara di mezzogiorno allo Staples Center di Los Angeles, i Clippers interrompono la loro striscia di sconfitte imponendosi nel finale sui Detroit Pistons, grazie a una prestazione super di Jamal Crawford (37 punti per sopperire all'assenza di Chris Paul) e al solito contributo di Blake Griffin (34 punti per lui). Nella notte Nba vittorie poi per i Washington Wizards sugli Orlando Magic e dei Dallas Mavericks al Toyota Center nel derby texano contro gli Houston Rockets.

Los Angeles Clippers - Detroit Pistons 101-96

Nella gara attesa per il duello ad alta quota tra i due giganti DeAndre Jordan e Andre Drummond, è Jamal Crawford a prendersi la scena, guidando i Clippers nel terzo quarto alla rimonta contro i Detroit Pistons. Proprio Crawford è inserito da Rivers in quintetto per l'infortunato Redick, mentre il figlio del coach Austin prende il posto di Chris Paul nel ruolo di playmaker. Il primo tempo è però favorevole agli ospiti, che allungano grazie al solito Drummond (18 punti e 19 rimbalzi complessivi) e al contributo offensivo di Ersan Ilyasova e Reggie Jackson. Quando il rookie Stanley Johnson segna attaccando Rivers dal palleggio, i Pistons sono avanti di 15 lunghezze (33-48) a cinque minuti dalla fine del primo tempo. Si va così all'intervallo lungo con i Clips che contengono lo svantaggio sul 51-60. Nel terzo quarto si scatena Crawford, autore di 14 punti nel solo penultimo periodo e protagonista della rimonta di Lob City, che pareggia e sorpassa sull'81-80 all'ultima pausa. Gli ultimi dodici minuti sono il regno di Blake Griffin, ma Detroit non si arrende. Si giunge così a un finale in volata, in cui Rivers segna da tre per il 93-90 e Blake ne mette quattro consecutivi (97-94), prima che Caldwell-Pope cerchi la tripla del pareggio con un tiro che però non trova neanche il ferro. Vincono dunque i Clippers dopo due sconfitte consecutive, mentre i Pistons chiudono male il loro giro di trasferte a Ovest.

L.A. Clippers (6-4). Punti: Crawford 37, Griffin 34, Rivers 13, Jordan 10. Rimbalzi: Jordan 16. Assist: Griffin 9, Crawford 8.

Detroit Pistons (5-4). Punti: Ilyasova e Jackson 20, Drummond 18, Caldwell-Pope 10. Rimbalzi: Drummond 19. Assist: Jackson 5.

Washington Wizards - Orlando Magic 108-99

Ancora priva di Bradley Beal, Washington rialza la testa al Verizon Center contro gli Orlando Magic, a loro volta alle prese con l'assenza di Victor Oladipo. In quintetto per Wittman stavolta c'è Temple e non Neal, mentre Skiles risponde con Fournier vicino a Payton. Il primo quarto è equilibrato, con Wall che risponde a Vucevic. Gli ospiti trovano l'allungo nel secondo periodo con i canestri di Aaron Gordon e Tobias Harris, in un parziale chiuso da Fournier prima dell'intervallo lungo (50-56). Nel secondo tempo i Wizards si rimettono in carreggiata con un'accelerazione da 13-4 in cui si esalta John Wall (doppia doppia per lui), ma la partita si decide nel quarto periodo, quando è Khris Humphries a sparigliare le carte per i padroni di casa, mettendo a segno tre triple fondamentali per i suoi. Il lungo di Washington prima risponde ad Harris per il 92-90, poi va ancora a referto per il 97-91. Orlando non si arrende e si riavvicina con un gioco da tre punti di Fournier (101-99) a un minuto e mezzo dalla sirena, ma nel possesso successivo ancora Humphries segna dall'arco sigillando una vittoria importante per Washington contro dei Magic orgogliosi.

Washington Wizards (4-4). Punti: Humphries 23, Temple 18, Wall 15, Gortat 13. Rimbalzi: Porter e Gortat 10. Assist: Wall 11.

Orlando Magic (5-6). Punti: Vucevic 19, Fournier 18, Payton 17, Gordon 12, Harris 10. Rimbalzi: Vucevic 13. Fournier 6.

Houston Rockets - Dallas Mavericks 98-110

Anche senza Dirk Nowitzki, lasciato a riposo da coach Rick Carlisle, i Mavs proseguono nella loro striscia positiva espugnando il Toyota Center di Houston. I Rockets, privi a loro volta di Dwight Howard e Patrick Beverley, partono malissimo al tiro, con percentuali vicine al 25% dal campo. James Harden sbaglia i primi undici tentativi della sua gara, dando la possibilità a Dallas di scavare un solco importante nel primo tempo, con Raymond Felton e Devin Harris grandi protagonisti. Un primo tempo orribile di Houston si chiude così sul punteggio 34-57, e l'abbozzo di rimonta del terzo quarto, quando Harden va con continuità in lunetta e Jones e Capela provano a contribuire in attacco, viene stoppato facilmente dagli ospiti, che si mantengono in doppia cifra di vantaggio con i canestri di Dwight Powell e Charlie Villanueva. Ci pensa infine ancora Felton a chiudere i conti per Dallas con un jumper del + 14 (89-103) che condanna i Rockets alla seconda sconfitta in due giorni dopo quella di Denver.

Houston Rockets (4-6). Punti: Harden 25, Jones 23, Terry 19. Rimbalzi: Capela 10. Assist: Harden 10.

Dallas Mavericks (6-4). Punti: Felton 23, Villanueva 19, Harris 15, Powell 13, Williams 11, Pachulia 10. Rimbalzi: Powell 9. Assist: Barea 8.

NBA