Nba, i Blazers volano con Lillard. Perde ancora Chicago

Doppia doppia da 33 punti e 10 assist per Damian Lillard, che trascina Portland al successo sul campo dei Brooklyn Nets. I Bulls vanno k.o. allo United Center contro i Mavs di Nowitzki (solo quattro punti per Jimmy Butler).

Nba, i Blazers volano con Lillard. Perde ancora Chicago
Nba, i Blazers volano con Lillard. Perde ancora Chicago

I Portland Trail Blazers di un Damian Lillard da 33 punti e 10 assist proseguono nella loro corsa verso l'ottavo posto ad Ovest espugnando il Barclays Center di New York, casa dei disastrati Brooklyn Nets di Andrea Bargnani (dodici punti in tredici minuti per il Mago). Sconfitta interna anche per i Chicago Bulls, la quarta nelle ultime cinque gare, che si fanno rimontare dai Dallas Mavericks di un infinito Dirk Nowitzki.

Brooklyn Nets - Portland Trail Blazers 104-116

Ci sono Donald Sloan e Wayne Ellington in quintetto per Tony Brown, con Larkin e Bogdanovic che partono dalla panchina. Brook Lopez alimenta il primo parziale della gara (12-4) a favore dei Nets, costringendo Lillard ad attivarsi per mantenere in scia gli ospiti. Dalla panchina di Stotts è buono l'impatto di Allen Crabbe, Ed Davis e Meyers Leonard, che ribaltano la situazione a suon di rimbalzi d'attacco e tiri da tre punti (27-33 a inizio secondo quarto). Andrea Bargnani appare in campo con una tripla prima di tornare in panchina dopo pochi minuti, e intanto il vantaggio dei Blazers arriva alle dieci lunghezze con un gancio del sorprendente Leonard (33-43). Young, Lopez e Sloan riportano sotto Brooklyn, ma è ancora Lillard a griffare il finale di primo tempo con cinque punti consecutivi (56-49). Alla ripresa delle operazioni McCollum e Aminu sembrano poter gestire il vantaggio per gli ospiti, ma prima Ellington e poi Joe Johnson si uniscono al festival del tiro da tre per la parità a quota 74. Portland non si scompone di fronte alla rimonta dei padroni di casa e si riporta avanti all'ultima pausa (79-83) grazie a Crabbe e Davis. Sei punti consecutivi di Bargnani aprono il quarto quarto (85-86) e il Mago segna ancora poco più tardi per il 92-86 che illude il Barclays Center. Qui è Damian Lillard a prendersi la scena con tiri da tre e dal palleggio: il playmaker di Stotts è assolutamente immarcabile e riallunga sul 94-103. L'ultima reazione firmata Ellington e Sloan non fa altro che prolungare lo show del numero zero dei Blazers, che con quattro punti consecutivi chiude i conti per il 104-114 a una quarantina di secondi dalla fine.

Brooklyn Nets (11-29). Punti: Lopez 25, Johnson e Sloan 15, Bargnani 12, Young e Robinson 11, Ellington 10. Rimbalzi: Robinson 10. Assist: Sloan 9.

Portland Trail Blazers (18-24). Punti: Lillard 33, Crabbe 19, Davis 14, McCollum 13, Aminu 10. Rimbalzi: Davis 10. Assist: Lillard 10.

Chicago Bulls - Dallas Mavericks 77-83

Rientra Derrick Rose nella gara casalinga di Chicago contro i Mavs di Rick Carlisle. Fred Hoiberg deve però fare a meno a partita in corso di Joakim Noah, che subisce un riacutizzarsi dell'infortunio alla spalla sinistra. Tony Snell rimpiazza Mirotic in quintetto e un inizio fulminante di Gibson e Gasol esalta il pubblico dello United Center (13-3). I Bulls difendono con intensità e trovano punti importanti da Kirk Hinrich, ma Barea e McGee chiudono il primo quarto sul - 5 (23-18) per gli ospiti. Ci pensa poi Dirk Nowitzki ad operare il sorpasso di Dallas (24-26) ma Derrick Rose e Pau Gasol riportano avanti i padroni di casa sul 42-34, nonostante un Jimmy Butler completamente fuori giri dopo i 53 punti segnati a Philadelphia (il prodotto da Marquette chiuderà con solo quattro punti a referto). All'intervallo lungo il 46-36 a tabellone premia una Chicago che sembra tornata per una sera quella della gestione Thibodeau. Gli uomini di Carlisle escono però con un'altra intensità dagli spogliatoi: Parsons, Matthews e Deron Williams ribaltano in un lampo l'inerzia della gara (50-53), con Nowitzki a chiudere il terzo quarto sul punteggio di 59-61. Moore e Portis provano a rianimare dei Bulls fermi in attacco, con il solo Rose continuo al tiro, ma dopo una tripla di Snell (72-73), sono Deron Williams e WunderDirk a far calare il silenzio sullo United Center con due tiri dall'arco che stendono Chicago (72-79). Il fuoriclasse tedesco chiude poi definitivamente i conti con un jumper dei suoi, condannando Gasol e compagni alla quarta sconfitta nelle ultime cinque partite.

Chicago Bulls (23-16). Punti: Rose 18, Gasol 17. Rimbalzi: Gasol 11. Assist: Butler 6.

Dallas Mavericks (23-18). Punti: Nowitzki 21, Williams 18. Rimbalzi: Pachulia 10. Assist: Williams 6.

NBA