Nba, New Orleans ferma i Pistons. Grizzlies corsari a Denver

Anthony Davis e Tyreke Evans regalano una vittoria importante a coach Gentry contro Detroit, Marc Gasol è decisivo nel successo esterno di Memphis a Denver.

Nba, New Orleans ferma i Pistons. Grizzlies corsari a Denver
Nba, New Orleans ferma i Pistons. Grizzlies corsari a Denver

Reduci dalla vittoria in Texas contro gli Houston Rockets, i Detroit Pistons di coach Stan Van Gundy non riescono a ripetersi a New Orleans, dove i Pelicans di un Anthony Davis da 32 punti si rilanciano nella corsa verso l'ottavo posto ad Ovest. Corsa che vede i Denver Nuggets di Danilo Gallinari sempre più in difficoltà, sconfitti in Colorado dai Memphis Grizzlies di uno splendido Marc Gasol. 

New Orleans Pelicans - Detroit Pistons 115-99

Non c'è Eric Gordon in quintetto per Alvin Gentry. L'ex giocatore dei Clippers, k.o. per la frattura di un dito della mano destra, è sostituito da Norris Cole, che scalda immediatamente il pubblico di casa con una gran schiacciata in penetrazione. Tutti i Pelicans sgabbiano meglio in avvio di partita, con Anthony Davis e Tyreke Evans sugli scudi. Una tripla di Cunningham (23-14) viene replicata da cinque punti consecutivi di Ilyasova, ma è poi Ryan Anderson a rispondere a Caldwell-Pope, autore di nove punti personali in un primo quarto chiuso sul 35-27. La second unit di New Orleans fa la differenza contro gli omologhi in maglia Pistons: Ajinca, Holiday, Gee confezionano il 47-35 a inizio secondo periodo, ed è poi Davis a dare il +15 ai padroni di casa (61-46), in un duello tra giganti con Andre Drummond. Evans e Anderson sono perfetti nella parte di coprotagonisti, chiudendo la prima frazione sul 73-52. Alla ripresa delle operazioni i Pelicans toccano anche il + 23, ma rischiano di subire una rimonta clamorosa, quando Caldwell-Pope, Drummond e Ilyasova si scaldano per Van Gundy. Brandon Jennings e Stanley Johnson fanno tremare New Orleans, riducendo lo svantaggio a nove lunghezze a inizio quarto quarto (81-90), Caldwell-Pope prosegue nella sua eccezionale serata al tiro, e tocca quindi ad Anthony Davis salire al proscenio con otto punti consecutivi che valgono il 100-88 a sette minuti dalla fine. Qui l'attacco dei Pistons si inceppa, lasciando spazio all'ultima accelerazione di Davis ed Evans, che mettono la partita in ghiaccio sul 108-90, rilanciando New Orleans verso un posto ai playoff. 

New Orleans Pelicans (15-27). Punti: Davis 32, Evans 22, Anderson 13, Asik e Cole 12. Rimbalzi: Gee 9. Assist: Evans 10. 

Detroit Pistons (23-20). Punti: Caldwell-Pope 23, Jennings 20, Drummond 19, Ilyasova 10. Rimbalzi: Drummond 22. Assist: Jackson e Jennings 5

Denver Nuggets - Memphis Grizzlies 101-102 

E' Marc Gasol il grande protagonista del finale di gara al Pepsi Center di Denver, dove i suoi Grizzlies resistono alla rimonta furiosa dei Nuggets di un Danilo Gallinari da 17 punti e tre rimbalzi in trentuno minuti di gioco. L'inizio di Memphis è praticamente perfetto, con Randolph, Conley, Lee e naturalmente Gasol ad andare a segno con continuità per il il 15-26 a quattro minuti dalla fine del primo quarto. Dalla panchina di Malone provano a rispondere i vari Barton, Lavergne e Arthur, ma l'energia di Jeff Green consente agli ospiti di trovarsi sul + 14 alla prima pausa (23-37). Barnes e Chalmers rispondono poi a Kilpatrick e Foye, e sono quindi Faried e Gallinari a riavvicinare i Nuggets sul 41-50 a fine secondo quarto. The Manimal riduce lo svantaggio a quattro lunghezze sul settimo assist di Mudiay (48-52), prima che una tripla di un chirurgico Mike Conley mandi tutti negli spogliatoi sul punteggio di 48-55. Ma il sorpasso dei padroni di casa è solo rinviato: dopo l'intervallo lungo Jokic e Mudiay alimentano il parziale che vale il 63-62, nonostante un Randolph particolarmente produttivo per coach Jorger. Una tripla di Gary Harris sembra sparigliare le carte, ma Gasol e Chalmers rispondono per le rime, riportando i Grizzlies avanti sul 71-77. A inizio quarto quarto Memphis appare in controllo, ma la panchina dei Nuggets non ha intenzione di mollare, con Will Barton scatenato a pareggiare i conti a quota 94. Si giunge così a un finale punto a punto. Sul 98-97 a venticinque secondi dalla sirena, Barnes sbaglia da tre, ma Conley cattura il rimbalzo e chiama time-out. Sulla rimessa Gasol trova il canestro, con tanto di fallo di Lauvergne, e confeziona un gioco da tre punti che vale il 98-100. Sul possesso successivo Gallinari sbaglia dall'arco e Conley chiude la partita dalla lunetta, con l'ultima tripla di Mudiay a rendere ancor più amara la sconfitta di Denver. 

Denver Nuggets (16-27). Punti: Gallinari e Faried 17, Mudiay e Barton 14. Rimbalzi: Faried 12. Assist: Mudiay 8

Memphis Grizzlies (25-19). Punti: Gasol 27, Conley 20, Randolph 13, Lee 10. Rimbalzi: Green 7. Assist: Gasol e Chalmers 6.

NBA