Nba, Raptors e Thunder ok in trasferta. I Magic battono ancora Atlanta

Altro successo per Toronto, che passa a Detroit con il solito Lowry. Orlando rimonta gli Atlanta Hawks e la spunta al supplementare, mentre 32 punti di Kevin Durant consentono a Oklahoma City di vincere sul campo dei Phoenix Suns.

Nba, Raptors e Thunder ok in trasferta. I Magic battono ancora Atlanta
Nba, Raptors e Thunder ok in trasferta. I Magic battono ancora Atlanta

I Toronto Raptors di Dwane Casey si confermano come la squadra del momento Nba, andando a vincere anche al Palace of Auburn Hills di Detroit. Successo esterno anche per gli Oklahoma City Thunder della coppia composta da Russell Westbrook e Kevin Durant (61 punti in due) sul campo dei Phoenix Suns. Ad Atlanta gli Orlando Magic rimontano gli Hawks fino a forzare un supplementare nel quale la spuntano grazie a un'altra ottima prestazione di Nikola Vucevic.

Detroit Pistons - Toronto Raptors 89-103

A Detroit Casey ripresenta in quintetto Powell per l'infortunato Carroll, mentre dall'altra parte il rookie Stanley Johnson rimpiazza Caldwell-Pope. Dopo un avvio equilibrato, sono i Pistons ad allungare sul 19-11 grazie a Jackson e Morris, prima di chiudere il quarto d'apertura con una tripla di Hillard, che rende vano lo sforzo di DeMar DeRozan, autore di sei punti in chiusura di frazione (24-18). La panchina dei Raptors trova immediatamente ritmo dall'arco, mandando a segno quattro triple consecutive con Patterson, Joseph e Ross. Cinque punti di Lowry consegnano il sorpasso agli ospiti (36-38) a metà del secondo periodo, ed è poi Jonas Valanciunas a rispondere a Morris e Ilyasova a un minuto e mezzo dall'intervallo lungo (41-46). Il finale di tempo vede i padroni di casa ricacciati indietro da un altro tiro da tre di Ross, che fissa il punteggio sul 43-49 al rientro negli spogliatoi. Alla ripresa delle operazioni è Kyle Lowry a costringere Van Gundy al time-out (45-56), e solo Ilyasova ed Andre Drummond riescono a riavvicinare Detroit sul 58-62. Lowry, DeRozan e Joseph allungano nuovamente per Toronto, ma è Drummond a chiudere il terzo quarto con un canestro dalla sua metà campo che rianima il Palace (65-70). Ma i Raptors non si fanno impressionare, rientrano in campo decisi e, grazie a Lowry e al contributo dei panchinari, replicano a Baynes e Tolliver (76-90). Il vantaggio dei canadesi raggiunge poco dopo anche il + 21 (78-99), per la quattordicesima vittoria nelle ultime quindici gare della squadra di Casey.

Detroit Pistons (27-26). Punti: Ilyasova 17, Morris 14, Jackson e Hillard 13, Drummond 12, Baynes 10. Rimbalzi: Drummond 13. Assist: Morris 6.

Toronto Raptors (35-16). Punti: Lowry 25, Ross 18, DeRozan 17, Valanciunas e Joseph 15. Rimbalzi: Valanciunas 8. Assist: Lowry 7.

Atlanta Hawks - Orlando Magic 110-117 (OT)

Atlanta e Orlando si affrontano in back to back dopo la vittoria a fil di sirena della squadra di Skiles in Florida grazie al buzzer beater di Vucevic. Stavolta si gioca alla Philips Arena e sono i georgiani a partire meglio, con Horford, Teague e Bazemore ad andare a segno per il 22-8 di metà primo quarto. Dalla panchina Sefolosha e Schroder allungano per il + 20 (28-8), e sono Smith e Payton a rimettere parzialmente in carreggiata gli ospiti, che sono sotto 30-18 alla prima pausa. Jeff Teague e Al Horford accelerano nuovamente per gli Hawks, che si ritrovano sul 48-32 a quattro minuti dalla fine del primo tempo, rimanendo in controllo anche all'intervallo lungo, quando Orlando ha un sussulto con Evan Fournier (54-41). Ancora il trio formato da Teague, Horford e Korver confeziona il 71-53 di inizio terzo quarto, con Payton e Fournier unici Magic a rimanere in partita. Nel finale di periodo si sveglia perà Nikola Vucevic, che trova dieci punti in un lampo per Skiles, ma dall'altra parte sono due triple di Paul Millsap a far respirare Atlanta (avanti 83-72 all'ultima pausa). Intanto gli ospiti non sbagliano più un tiro e concretizzano la loro incredibile rimonta con cinque punti consecutivi di Mario Hezonja (93-96). Horford pareggia a quota 96 e poi allunga ancora sul 100-97, ma il talentino croato non ci sta e controsorpassa (100-101). Millsap va in lunetta a undici secondi dalla sirena e fa uno sue due. Gli ultimi due tentativi di Oladipo e Teague non trovano il bersaglio. Si va così al supplementare, dove Hezonja e Vucevic fanno scappare via i Magic (104-110). Due triple firmate Millsap e Korver danno speranza ai padroni di casa, ma è Fournier a chiudere la contesa dall'arco e a regalare la seconda vittoria consecutiva a Scott Skiles.

Atlanta Hawks (30-24). Punti: Horford 27, Millsap 22, Teague 21, Korver 16. Rimbalzi: Bazemore e Millsap 13. Assist: Millsap e Schroder 6.

Orlando Magic (23-28). Punti: Vucevic 28, Payton 20, Fournier 16, Hezonja e Smith 14, Gordon 12. Rimbalzi: Vucevic 13, Gordon 10. Assist: Oladipo 9.

Phoenix Suns - Oklahoma City Thunder 106-122

I Thunder si presentano in Arizona ancora senza Roberson, rimpiazzato in quintetto da Waiters. Westbrook e Durant mettono subito le cose in chiaro per gli ospiti, doppiando Phoenix sul 12-24. Markieff Morris e Alex Len tengono a galla gli uomini di Watson a fine primo quarto, ed è poi la panchina dei Suns a fare la differenza nel secondo quarto. Il duo Teletovic-Len replica a Morrow, Singler e Payne per il 37-42 a sette minuti dalla fine del primo tempo, poi è Tyson Chandler a pareggiare a quota 54, con Morris e Ibaka che rischiano l'espulsione per scaramucce tra loro, mentre si va al riposo sul 57 pari. La gara diviene equilibrata nel terzo quarto, quando Durant, Kanter e Waiters segnano da una parte, Tucker, Chandler e Morris dall'altra (72-70 a metà del terzo periodo). I Suns provano a scappare con Teletovic e Tucker, ma è uno strepitoso Kevin Durant a chiudere il quarto con otto punti che riportano avanti Oklahoma City (85-89 all'ultima pausa). Payne e Waiters preparano il terreno per il gran finale del dynamic duo degli ospiti che, dopo aver rischiato la rimonta di Phoenix (96-99 a metà del quarto quarto), trovano in Russell Westbrook e Kevin Durant i closer che tutti conoscono. Proprio KD è assolutamente immarcabile per Tucker e compagni, trovando triple raddoppiato da distanza siderale e consentendo ai Thunder di riscattarsi prontamente dopo il k.o. sul campo di Golden State.

Phoenix Suns (14-39). Punti: Morris 23, Goodwin 20, Teletovic 17, Tucker 16, Len 13, Chandler 11. Rimbalzi: Len 8. Assist: Goodwin 7.

OKC Thunder (39-14). Punti: Durant 32, Westbrook 29, Waiters 15, Kanter e Payne 11. Rimbalzi: Westbrook 8. Assist: Westbrook 8.

NBA