NBA: fenomeno Curry anche a Orlando, OKC cade a New Orleans

Nuova serata clamorosa e nuovi record abbattuti dall'MVP sul parquet dei Magic, mentre Durant e Westbrook in versione All Star non bastano ai Thunder per superare i Pelicans.

NBA: fenomeno Curry anche a Orlando, OKC cade a New Orleans
NBA: fenomeno Curry anche a Orlando, OKC cade a New Orleans

I Golden State Warriors continuano ad appoggiarsi sulle spalle di uno Steph Curry strepitoso, e portano a casa un'altra vittoria sul parquet dei rinnovati Orlando Magic. Cade, invece, la terza forza della Western Conference, gli Oklahoma City Thunder, che inciampano sul campo dei New Orleans Pelicans di un sempre ottimo Anthony Davis.

ORLANDO MAGIC-GOLDEN STATE WARRIORS 114-130

Segnare 114 punti in casa non sempre può bastare, specialmente quando ti trovi di fronte i Golden State Warriors. Oppure, a giudicare da quanto sta accadendo nelle ultime partite, i Golden Steph Warriors, considerando l'impatto che il numero 30 continua ad avere, pur in una fase non brillantissima della stagione dei campioni in carica. Dal canto loro, gli Orlando Magic hanno giocato punto a punto praticamente per tre quarti di partita, subendo una piccola ondata nell'ultimo minuto del terzo periodo dagli uomini di coach Steve Kerr, i quali hanno completato l'opera negli ultimi 12 minuti di gioco, in cui i padroni di casa sono stati definitivamente mandati al tappeto dalle invenzioni dell'ultimo MVP di regular season. Il tutto è accaduto nonostante una pessima serata al tiro per Klay Thompson, ampiamente ammortizzata da un Curry stratosferico: 51 punti con 20/27 dal campo e 10/15 da tre punti. Ora è suo il record di partite consecutive con almeno una tripla al bersaglio, e l'attacco al primato di tiri pesanti realizzati in una regular season è decisamente partito, visto che ne mancano 10 per eguagliare il primato fissato nella passata stagione. Con 25 partite ancora da giocare.

Orlando Magic - Punti: Fournier 20, Gordon 19, Vucevic 17. Rimbalzi: Vucevic 9, Gordon 8. Assist: Payton 6, Vucevic 4.

Golden State Warriors - Punti: Curry 51, Speights 14. Rimbalzi: Curry 7, Barnes e Varejao 5. Assist: Curry e Green 8.

NEW ORLEANS PELICANS-OKLAHOMA CITY THUNDER 123-119

Cade ancora la formazione di Kevin Durant e compagni, costretti a capitolare allo Smoothie King Center contro i New Orleans Pelicans che si stanno divertendo a tirare dei discreti scherzetti alle squadre più in vista della lega. È soprattutto la sfida tra due mostri del gioco, ovvero il già citato Kd35 e soprattutto Anthony Davis, che danno  spettacolo in ogni centimetro quadrato delle rispettive metà campo offensive. In mezzo spunta poi un Russell Westbrook che prova a spingere la contesa in favore della propria squadra, soprattutto con un canestro con tanto di rischio di rottura dell'osso del collo, a chiudere il secondo quarto. Negli ultimi minuti spiccano le triple di Anderson a creare una spaccatura in favore dei padroni di casa, mentre nel convulso finale non bastano i canestri pazzi di Westbrook e Durante per consentire ai Thunder di rimontare, visto che il buzzer del numero 0 trova appena il ferro e decreta una vittoria pesantissima per i padroni di casa, i quali tirano un sospiro di sollievo per quanto riguarda Davis: la stella dei Pelicans, caduta in maniera rovinosa sul parquet durante l'ultimo quarto, ha subito solo una botta e ha finito la partita in campo.

New Orleans Pelicans - Punti: Davis 30, Anderson 26, Holiday 22. Rimbalzi: Ajinca 7, Davis e Cunningham 6. Assist: Holiday 9, Cole 8.

Oklahoma City Thunder - Punti: Westbrook 44, Durant 32, Ibaka 15. Rimbalzi: Durant 14, Ibaka e Adams 5. Assist: Westbrook 9, Durant 7.

NBA