NBA Sunday: si comincia alle 19 con Cleveland

Sette partite e due matinée, in campo tante squadre dell'Est che si giocano il posto ai playoff.

NBA Sunday: si comincia alle 19 con Cleveland
NBA Sunday: si comincia alle 19 con Cleveland

La domenica è un giorno particolare per la NBA, visto che si comincia in netto anticipo rispetto alle abitudini. Non fa differenza questo 28 febbraio, che si apre al Verizon Center della capitale, dove i Washington Wizards ospitano i primi della classe ad Est, i Cleveland Cavaliers reduci dalla bruciante sconfitta di Toronto. Da play a play, da Lowry a Wall, per la squadra dell'Ohio non è una gara da sottovalutare perchè Washington attraversa un ottimo momento e può contare su un'ottima difesa negli ultimi tempi. Alle 19 avremo le risposte.

Alle 21.30 scontro sempre tutto sulla costa est tra i sorprendenti Charlotte Hornets, in zona playoff guidati da un enorme Kemba Walker, e gli Atlanta Hawks, troppo altalenanti rispetto alle abitudini in questa stagione. Le squadre hanno lo stesso numero di sconfitte (27) e nella bolgia della loro conference ogni passo falso potrebbe essere pagato. Dalla terza alla decima ci sono 6,5 gare di distacco, ovvero nel giro delle ultime 25 potrebbe essere tutto ribaltato. Si è tirata fuori dal caos Toronto grazie alle prestazioni di altissimo livello dell'ultimo periodo che l'hanno portata a ridosso dei Cavs, mentre è ancora nel pieno della lotta Detroit, ancora molto altalenante ma convincente nelle ultime tre uscite. Per i Raptors sarà un test importante per misurare le ambizioni.

Occhi puntati anche sui Pacers che ospitano i Portland Trail Blazers, la squadra forse più sorprendente della stagione: doveva essere un disastro e invece grazie a un Lillard che sta andando regolarmente oltre quota 30 lotta per i Playoff. Indiana deve riscattare la sconfitta con Charlotte nel finale. Difficile parlare di riscatto per Orlando e per Philadelphia (reduce da 7 L in fila), disastrate della costa Est che si sfidano in una gara che potrebbe contare più per i Sixers: sarebbe la nona vittoria ed essendo una partita abbordabile è necessario ottenerla per evitare di pareggiare o far peggio di quel 9-73...

Non se la passano meglio i Minnesota Timberwolves, che hanno perso dei veterani e punteranno solo sulla gioventù per il rush finale della stagione. Towns e compagni volano a Dallas per affrontare i lunatici Mavs, i quali hanno l'obbligo di vittoria per evitare di complicarsi la vita. Si chiude, sempre molto presto, con il match del Garden tra Knicks e Heat: gara chiave per Miami, che potrebbe tornare al terzo posto dopo la sconfitta con Boston, mentre NY continua a scendere e già pensa (di nuovo) al futuro.

Ore 19.00. Washington-Cleveland
Ore 21.30. Atlanta-Charlotte
Ore 0.00. Detroit-Toronto 
Ore 0.00. Indiana-Portland 
Ore 0.00. Orlando-Philadelphia
Ore 1.00. Dallas-Minnesota
Ore 1.30. New York-Miami


Share on Facebook