NBA - Lillard incanta anche al Madison: Portland non si ferma. Vittorie per Charlotte e Dallas

Tutto facile per Hornets e Mavericks tra le mura amiche contro Phoenix ed Orlando. I Blazers continuano a vincere e dominano nella ripresa i New York Knicks del solito Anthony da 23 punti e 10 rimbalzi. Vittorie dal sapore playoff per i ragazzi dell'Oregon e per i texani, che continuano a guadagnare margine sull'ottavo posto degli Houston Rockets.

NBA - Lillard incanta anche al Madison: Portland non si ferma. Vittorie per Charlotte e Dallas
NBA - Lillard incanta anche al Madison: Portland non si ferma. Vittorie per Charlotte e Dallas

Charlotte Hornets - Phoenix Suns 126-92

Tutto facile, fin troppo, per gli Charlotte Hornets di Kemba Walker e di un redivivo Al Jefferson. Big Al parte dalla panchina e piazza a referto una prestazione da 19 punti e 7 rimbalzi, che risulteranno decisivi assieme ai canestri di Batum e Lamb nel parziale che ipoteca la gara già nei primi due quarti. Phoenix parte bene solo nel primo minuto (4-0), prima di crollare sotto i colpi della guardia avversaria, che piazza 10 punti di fila nel 26-4 di parziale. Il vantaggio cresce a dismisura ad inizio secondo quarto con Kaminski e Zeller che permettono agli Hornets di toccare anche il più trenta. Teletovic è l'unico a rispondere, o quantomeno a provarci in quello che risulta essere un garbage time da quasi mezz'ora.

I Suns chiudono con cinque uomini in doppia cifra, senze però rientrare mai in partita. Charlotte conquista un prezioso successo in ottica playoff che permette agli Hornets di conquistare il sesto posto, momentaneo, ad Est. 

New York Knicks - Portland Trail Blazers 85-104

Sembrava una partita equilibrata quella del Madison Square Garden tra Knicks e Blazers, con i primi 20 minuti di gioco che avevano visto le squadre rispondersi a suon di canestri da una parte e dall'altra fino al 42-41 a 4' dal termine del secondo quarto. Damian Lillard decide, a quel punto, di salire in cattedra e sbaragliare la concorrenza, lanciando il parziale ospite che deciderà in positivo per la franchigia dell'Oregon, le sorti della gara. Sono quattordici i punti quasi di fila (in mezzo c'è un canestro di Davis) nel parziale che chiude il secondo periodo della gara che permettono a Portland di chiudere avanti di otto e guardare alla ripresa con maggiore fiducia. Anthony e New York tutta possono solo restare a guardare lo show della guardia degli ospiti, che viene accompagnato dai 9 di McCollum ad inizio ripresa che mandano in archivio la gara. I canestri di Thomas e Carmelo illudono i padroni di casa, che crollano sotto le triple di Crabbe, Leonard e McCollum a fine periodo, che valgono il +13 (85-72). Il duo di Portland, dalla linea della carità, manda i titoli di coda, ipotecando un altro successo fondamentale in ottica postseason. 

Dallas Mavericks - Orlando Magic 121-108

Vincono i Dallas Mavericks tra le mura amiche nonostante un ottimo inizio degli Orlando Magic. Partenza lanciata per gli ospiti, che con Vucevic ed Oladipo piazzano il primo parziale di 18-9 nei primi minuti di gara. Dallas non ci sta e risponde immediatamente ribaltando il punteggio grazie ai nove di Parsons, sei di Lee e alla tripla di Barea (35-27, parziale di 26-9 in 6'). Nel secondo quarto tengono bene i ragazzi della Florida, che trovano in Ilyasova e Jennings due protagonisti dalla panchina. Il vantaggio dei Mavericks resta più o meno saldo però per tutta la durata del periodo, con le triple di Matthews e Parsons nel finale che rispondono ai tentativi di rimonta di Payton e Vucevic.

Il parziale che manda la gara agli archivi arriva ad inizio ripresa, quando nei primi sei minuti di terzo quarto i Magic non segnano nemmeno un punto a referto, concedendo il 13-0 di parziale ai Mavericks che chiude la contesa (82-61). Nowitzki e compagni gestiscono senza particolari patemi d'animo il vantaggio, sfruttando anche un'ottima serata da oltre l'arco dei tre punti (47.5%). 

NBA