Nba playoffs, gli Heat espugnano Toronto all'overtime in gara 1 (96-102)

Miami rischia l'harakiri nel finale dei regolamentari, con Lowry che segna da centrocampo e allunga la partita. Ci pensa poi il solito Wade all'overtime a spegnere le speranze dei Raptors.

Nba playoffs, gli Heat espugnano Toronto all'overtime in gara 1 (96-102)
Dwyane Wade contro Norman Powell in gara 1. Fonte: Heat.com

Non basta un miracoloso canestro da metà campo di Kyle Lowry per forzare l'overtime ai Toronto Raptors, subito sconfitti in casa in gara 1 della semifinale degli Nba playoffs della Eastern Conference. A passare all'Air Canada Centre sono infatti i Miami Heat di Erik Spoelstra, che ringrazia Dwyane Wade e Goran Dragic per aver subito ribaltato il fattore campo. Partita equilibrata come da pronostico, vinta al supplementare dagli ospiti, più esperti e talentuosi rispetto a dei Raptors che continuano a veder soffrire Lowry (7 punti, con 3/13 dal campo), vero uomo barometro del loro attacco, molto più dell'isolato DeRozan (22 punti con altrettanti tiri). Il prossimo episodio della serie è in programma ancora in Canada nella notte tra giovedì e venerdì. 

Per gara 1 di semifinale playoffs 2016 Dwane Casey vara nuovamene il quintetto piccolo, con Jonas Valanciunas unico lungo, Carroll da quattro e Powell da ala piccola, con ogni probabilità per adeguarsi allo schieramento di Erik Spoelstra, che in Hassan Whiteside l'unico giocatore interno del suo starting five. I padroni di casa si affidano subito al lituano e a DeMar DeRozan, concedendo solo quattro punti agli avversari in metà primo quarto. La partenza lanciata dei Raptors non impensierisce più di tanto Miami, che rientra a contatto grazie a Wade e alle triple di Deng e Richardson. Anche Stoudemire va a segno dalla panchina per il 18 pari della prima pausa. Ai canestri di Joe Johnson risponde poi per Toronto Terrence Ross, che insieme a Joseph e Biyombo è l'anima del secondo quintetto dei canadesi (34-33 a sei minuti dall'intervallo lungo). Spoelstra allunga le sue rotazioni a Green e Haslem, ma rischia di veder scappar via i Raptors, che trovano triple importanti anche da Demarre Carroll. Sul finire del primo tempo ecco però spuntare Goran Dragic: il playmaker sloveno mette a referto sei punti consecutivi che mandano le due squadre negli spogliatoi sul punteggio di 43-41.

Alla ripresa delle operazioni Miami accelera in attacco, dove Wade rimane un dominatore assoluto (il pick and roll con Whiteside si conclude spesso con schiacciate volanti del centro), mentre Dragic sembra non aver mai smesso di segnare dopo il primo tempo. Toronto rimane però aggrappata agli ospiti grazie a DeRozan e Valanciunas, vero fattore chiave di questa gara 1. Kyle Lowry continua invece a faticare al tiro, e il duo Dragic-Richardson allunga per gli Heat sul 61-68. Ancora una volta è Ross a tenere a galla i Raptors nel bel mezzo della bufera scatenata dallo sloveno e da Johnson, protagonista quando Wade è in panchina. Gli uomini di Casey, sotto anche di dieci lunghezze all'inizio del quarto periodo (67-77), trovano in Joseph un altro realizzatore dalla panchina, salgono di colpi in difesa e rientrano grazie a Valanciunas e DeRozan (79-83 a tre minuti dalla fine dei regolamentari). Un'altra tripla di Dragic sembra chiudere i conti per l'81-86 a pochi possessi dalla sirena, anche perchè dalla lunetta Johnson e Richardson fanno tre su quattro per l'83-89. Qui però il rookie di Spoelstra incappa in due palle perse che consentono a Ross di segnare da tre e di mettere poi un libero su due nell'azione successiva (87-89): Patterson è sveglio a fare fallo su Whiteside, che quantomeno dà agli Heat un possesso pieno di distanza, ma sulla sirena è Kyle Lowry - senza timeout - a trovare un improbabile canestro da centrocampo che vale l'overtime per il delirio totale dell'Air Canada Centre. 

Miami non si scompone e parte fortissimo nel supplementare, con un parziale di 8-0 griffato Dwyane Wade, ancora una volta decisivo in trasferta come accaduto in gara 6 a Charlotte nel turno precedente. Toronto ha ancora la forza per provare a rientrare, prima con DeRozan, poi con Carroll e Valanciunas. Sul 96-99 una palla persa sanguinosa di Deng lancia ancora il numero dieci dei Raptors, aggredito regolarmente da Wade, che gli strappa il pallone e si invola dall'altra parte per il canestro più fallo che regala agli Heat una gara 1 vinta due volte.

Toronto Raptors (56-26). Punti: Valanciunas 24, DeRozan 22, Ross 19, Carroll e Joseph 10. Rimbalzi: Valanciunas 14. Assist: Lowry 6.

Miami Heat (48-34). Punti: Dragic 26, Wade 24, Johnson 16, Richardson 11, Deng 10. Rimbalzi: Whiteside 17. Assist: Wade 4.


Share on Facebook