NBA - Rimonta Golden State, rammarico Portland: le voci del post gara

Terry Stotts e Damian Lillard hanno commentato la sconfitta rimediata in gara due alla Oracle Arena dopo essere stati in vantaggio di 17 lunghezze sui campioni in carica. Diverso, ovviamente, lo stato d'animo di Kerr e dei suoi. Queste le sensazioni dopo il 2-0 Warriors nella serie.

NBA - Rimonta Golden State, rammarico Portland: le voci del post gara
NBA - Rimonta Golden State, rammarico Portland: le voci del post gara (australia.sportingnews.com)

Pronostico e fattore campo rispettati per i Golden State Warriors, che seppur a fatica riescono grazie ad un quarto periodo stratosferico (34-12 il parziale) a ribaltare lo svantaggio di 11 lunghezze alla penultima sirena e portarsi 2-0 nella serie. Inevitabile, a fine gara, la delusione e l'amarezza per i vinti, mentre in casa Warriors la soddisfazione per il pericolo mancato non fa dormire sonni tranquilli a Steve Kerr in vista delle due gare al Moda Center. Rispetto a gara 1 i Portland Trail Blazers sono riusciti a mettere sotto i padroni di casa sul ritmo e sull'intensità difensiva, armi da sempre favorevoli ai ragazzi della baia, che però adesso potranno contare su uno Stephen Curry in più. 

"Gara due mi ha sempre fatto paura - ha commentato coach Kerr a fine gara - soprattutto se hai vinto facilmente, seppur relativamente, gara 1. E' chiaro che la squadra avversaria entra in campo arrabbiata per l'esito della prima sfida ed infatti, nel primo tempo, Portland è stata fenomenale soprattutto sugli esterni, che non siamo riusciti a marcare in nessun modo. Sono riusciti a muovere bene la palla, piazzare un'ottima percentuale di tiri dalla distanza alternandoli al gioco interno: insomma, abbiamo fatto molta fatica nel contrastarli. Ora siamo 2-0 e dobbiamo pensare alle sfide in trasferta". 

Deluso, ma non troppo, Terry Stotts, che al termine della gara ha così analizzato i momenti salienti del match: "Occasione persa? Si e no. Abbiamo giocato tre quarti di livello assoluto, tenendo testa e scappando via nel punteggio ai Warriors. Sono soddisfatto della gara che abbiamo disputato, anche se ovviamente la delusione per averla persa è tanta. Dovevamo chiuderla meglio e prima nell'ultimo quarto, impareremo tanto da questa sconfitta. Adesso proviamo a resettare il cervello e farci trovare pronti per gara tre in casa".

Coach Terry Stotts, sotto 2-0 con i suoi Blazers nella serie contro i Warriors - Source: sports--news.com
Coach Terry Stotts, sotto 2-0 con i suoi Blazers nella serie contro i Warriors - Source: sports--news.com

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Lillard, che ha guardato all'ottima prestazione, soprattutto del terzo quarto, prima di analizzare i motivi della sconfitta: "Sono i campioni in carica, è chiaro che nei momenti cruciali possono darti una spallata che risulta decisiva. Tuttavia abbiamo giocato una grandissima gara, difendendo estremamente bene per tre quarti e giocando offensivamente un terzo periodo di qualità assoluta. Rispetto a gara uno siamo cresciuti e non poco, però nell'ultimo quarto si è bloccato tutto: i tiri non entravano più, abbiamo iniziato a perdere numerosi palloni banali e la gara è sfuggita. Quando non riesci ad approfittare di un vantaggio del genere, alla prima difficoltà una squadra come Golden State ti mangia e così è stato". 


Share on Facebook