NBA Finals - Cleveland a tappeto, la frustrazione di LeBron James

Dopo la sconfitta di gara-2 i Cavaliers tornano in Ohio sotto 2-0 nella serie Finale contro i Golden State Warriors: questa l'analisi, e l'autocritica, di James, oltre al parere su quanto accaduto di coach Lue.

NBA Finals - Cleveland a tappeto, la frustrazione di LeBron James
NBA Finals - Cleveland a tappeto, la frustrazione di LeBron James

"Se sono arrabbiato? Come potrei non esserlo. Sono frustrato per il modo in cui stiamo giocando. Sia difensivamente che offensivamente, fisicamente che mentalmente, non c'è niente da dire. Non c'è un singolo aspetto del match dove possiamo dire di essere stati superiori e dove avremmo potuto vincere la gara". LeBron James è un fiume in piena nel ventre della Oracle Arena. Il ventitre dei Cleveland Cavaliers non riesce a mascherare rabbia e delusione per la scoppola ricevuta, senza alcun diritto di replica fatta eccezione per un discreto primo quarto, in casa dei Golden State Warriors.  

James che non risparmia critiche sul suo operato, analizzando quali sono gli errori che in queste due gare non hanno permesso ai suoi Cavaliers di restare a contatto con i campioni in carica: "Saranno un paio di giorni molto riflessivi, su di me e non solo.  Devo crescere e migliorare. Devo migliorare con la palla tra le mani. Provare a giocare da playmaker per me stesso e per la squadra allo stesso tempo, non è facile, devo provare ad essere più solido in partita. Non possiamo avere dei blackout così prolungati. E' una carenza fisica, ma anche mentale".  

Visibilmente frustrato coach Tyronn Lue, che non sembra in grado di adottare le giuste contromisure all'attacco dei suoi Cavs ed alle rotazioni difensive vorticose dei suoi avversari: "Credo che la squadra abbia risposto bene nel primo quarto. L'atteggiamento era quello giusto, abbiamo lottato su tutti i palloni e abbiamo giocato duro in attacco come in difesa. Tenere i Warriors a 19 punti è un grande sforzo, peccato non siamo riusciti a farlo per tutta la durata dell'incontro. Se mi aspettavo questo tipo di vittoria da parte loro? Di certo no. Può succedere che riescano a mantenere il fattore campo, ma dobbiamo provare a giocare ad un'intensità più alta, con maggiore fisicità, giocare meglio in tutti gli aspetti del gioco. L'infortunio di Love? Perdere uno dei migliori giocatori non è mai positivo per il resto della squadra, ha subito una contusione a rimbalzo, vedremo giorno per giorno se sarà arruolabile in gara-3".  

NBA