NBA preseason, il Real Madrid sorprende i Thunder all'overtime (142-137)

OKC, con Westbrook a mezzo servizio e Adams k.o., si fa rimontare dal Real Madrid nella prima di preseason. Decisivo Sergio Llull per gli spagnoli, a Donovan non bastano Oladipo e Kanter.

NBA preseason, il Real Madrid sorprende i Thunder all'overtime (142-137)
Russell Westbrook schiaccia nella gara persa contro il Real. EPA/Kiko Huesca

La prima partita prestagionale degli Oklahoma City Thunder coincide con una sconfitta. Gli uomini di Billy Donovan vanno infatti k.o. a Madrid contro il Real, in una delle due gare dell'Nba Global Games in programma in Spagna (la prossima sarà contro il Barcellona). Ospiti a lungo in vantaggio nel punteggio, rimontati nel quarto quarto dal baloncesto merengue, che trova in Sergio Llull il suo eroe di serata. Ventidue minuti con diciotto punti per Russell Westbrook, trentaquattro di Victor Oladipo e dodici di Alex Abrines. Distorsione alla caviglia invece per il neozelandese Steven Adams.

L'avvio di partita è uno show della coppia Westbrook-Oladipo, che vola in contropiede, a cui replicano Jaycee Carroll e Rudy Fernandez. Il Real attacca bene, muovendo con abilità il pallone, ma sono gli strappi di puro atletismo delle guardie avversarie a fare la differenza per Billy Donovan. Padroni di casa doppiati sul 24-12 dopo un canestro di Andre Roberson, quando però è Steven Adams ad andare k.o. per un colpo alla caviglia. Si vede così in campo il rookie Domantas Sabonis, che va a segno da tre, ma dall'altra parte Carroll e Maciulis provano a limitare i danni (20-35 alla fine del primo quarto). Il vantaggio dei Thunder tocca anche le ventidue lunghezze durante il secondo periodo, grazie a un parziale firmato Kanter, Oladipo e Ilyasova. Le due squadre vanno poi all'intervallo lungo con Oklahoma City avanti 50-65, nonostante un'improbabile tripla di tabella di Sergio Llull.

Nel secondo tempo gli ospiti sembrano gestire la rimonta del Real, ma si perdono più volte sul perimetro Trey Tompkins, autore di tre triple consecutive che infiammano il pubblico della Casa Blanca. Westbrook, rientrato in campo dopo il primo quarto, trova altri punti con un paio di tiri in sospensione, con Anthony Morrow che dà il suo contributo in attacco. Tomkins continua però a martellare in canestro avversario, Carroll e Nocioni non sbagliano un colpo, persino Anthony Randolph va a segno dall'arco, e il Real si ritrova sotto di sole otto lunghezze all'ultima pausa, quando ancora Llull mette a referto un'altra tripla sulla sirena. La partita si fa così più equilibrata, con Oladipo che si carica i Thunder sulle spalle. Il giovanissimo Luka Doncic fa vedere un paio di giocate d'autore, Ilyasova gli risponde per le rime, ma sono ancora Carroll e Fernandez ad andare a segno dall'arco per il vantaggio Real (112-111). Kanter spegne l'entusiasmo del Real con diversi movimenti ben eseguiti spalle a canestro, Alex Abrines trova due triple consecutive per il +6 (119-125), ma i padroni di casa non si arrendono e tornano sotto di quattro lunghezze con il solito Carroll. Qui Nocioni segna un libero e sbaglia di proposito il secondo: sul rimbalzo il più lesto e Fernandez, che trova Llull per l'ennesima tripla che vale l'overtime. Al supplementare ai Thunder non basta Oladipo, perchè sono ancora Llull e Hunter a risultare decisivi. Vince così il Real, mentre OKC paga un approccio difensivo decisamente troppo soft.

Real Madrid. Punti: Carroll 24, Llull 22, Hunter 19, Tompkins e Nocioni 16, Maciulis 12. Rimbalzi: Randolph 6. Assist: Llull 9.

OKC Thunder. Punti: Oladipo 34, Kanter 29, Westbrook 18, Abrines 12. Rimbalzi: Kanter 10. Assist: Oladipo 5.

NBA