Cleveland Cavaliers, coach Lue: "L'infortunio di JR Smith è un duro colpo. Lebron? E' un grande"

Il coach dei Cleveland Cavaliers analizza il momento dei suoi. Miglior record della Eastern Conference (21-6), ma Lue dovrà però rinunciare alla sua shooting guard JR Smith per 4/6 settimane.

Cleveland Cavaliers, coach Lue: "L'infortunio di JR Smith è un duro colpo. Lebron? E' un grande"
Cleveland Cavaliers, coach Lue: " L'infortunio di JR Smith è un duro colpo. Lebron? E' un grande".

A margine del successo ottenuto questa notte alla Quicken Loans Arena contro i Milwaukee Bucks (battutti due volte in due giorni in back to back), il coach dei Cleveland Cavaliers è stato intervistato da Brian Windhorst e Dave MecMenamin per Espn ed ha analizzato il momento che sta vivendo la sua franchigia.

Primi ad Est, 21 vittorie in 27 partite, un successo di margine dai Toronto Raptors: "Siamo un'ottima squadra e stiamo facendo bene. Il nostro obiettivo è confermare il titolo, non sarà facile perchè la concorrenza è spietata ma ci proveremo. Dispiace solo per questi continui infortuni che stanno minando un pò la tranquillità del gruppo. Questo comunque non ci fermerà".

A proposito di infortuni, l'ultimo in ordine di tempo è quello capitato a JR Smith; pollice della mano destra fratturato, sarà necessario un intervento chirurgico con conseguente stop di almeno quattro settimane. Duro colpo per la franchigia dell'Ohio, anche se l'esperta shooting guard non ha iniziato in modo brillante la stagione; 8.8 punti a partita con poco più del 33% dal campo: "Non ci sono dubbi che per noi è un problema non di poco conto. JR Smith è importante nelle rotazioni di squadra. Perdiamo molta pericolosità dall'arco dei tre punti ed anche una buona dose di lavoro difensivo. Non ci voleva, considerando anche i problemi al ginocchio di Love. Ostacoli che però non intaccheranno il nostro percorso. Chi verrà impiegato al loro posto, si farà trovare pronto ed accetterà la sfida".

Con Smith fermo ai box e Love non al meglio, coach Tyronn Lue avrà il compito non semplice di gestire il minutaggio di LeBron James e Kyrie Irving: "Le rotazioni verranno giocoforza limitate, ma annoveriamo nel nostro roster gente che sa il fatto suo. Shumpert, Channing Frye e Jefferson sono in grado di dare minuti di qualità da comprimari. Con James poi siamo in sintonia su tutto. Lui è un grande, Conosce meglio di chiunque altro il suo corpo e sa gestirsi ottimamente per tutto l'arco della Regular Season per arrivare ai Playoffs al top, in forma smagliante. Ora vuole giocare 38 o 39 minuti a partita, mentre a Gennaio e Febbraio gli abbassiamo leggermente il minutaggio".

NBA