NBA - Utah rischia, e solo nel finale supera Philadelphia (100-83)

I Jazz piazzano il parziale decisivo nell'ultimo quarto ed hanno la meglio dei Sixers, evaporati nel finale.

NBA - Utah rischia, e solo nel finale supera Philadelphia (100-83)
Hill-Hayward, 41 punti in due nel successo di Utah contro Philadelphia

UTAH JAZZ - PHILADELPHIA SIXERS 100 - 83

Senza Joel Embiid tenuto a riposo da coach Brett Brown, i Sixers hanno tenuto testa ai Jazz nei primi tre quarti, prima di "collassare" nell'ultimo periodo (perso 30-9) e consegnare il successo, il secondo consecutivo, ai mormoni. Decisivo il rientrante George Hill, che, dopo aver saltato 13 partite per infortunio, ritorna sul parquet in bello stile, risultando a fine serata il miglior realizzatore dei suoi con 21 punti conditi da 8 rimbalzi e 6 assist, autore di una prestazione a tutto campo. Ventello per il "solito" Hayward mentre il centro francese Gobert arresta la sua serie di doppie doppie consecutive ad 11, scrivendo 9 punti e 13 rimbalzi. La "cenerentola" Philadelphia ha avuto il merito di restare attaccata alla partita, rispondendo colpo su colpo ai canestri degli uomini di coach Snyder. Okafor (13 punti totali, tutti nel primo tempo), Saric ed un redivivo Nerlens Noel producono canestri che permettono ai capitolini di chiudere avanti all'intervallo lungo (49-51).

L'equilibrio regna fino al termine del terzo quarto, Philly è ancora avanti nel punteggio (70-74) con il turco Ilyasova nei panni di realizzatore, ma è proprio nell'ultimo parziale che i Sixers dilapidano quanto di buono fatto fino a quel momento. Fare canestro diventa pura utopia (4/23 negli ultimi 12' minuti) e Utah va a nozze, stringendo le maglie difensive ma soprattutto è letale dall'arco dei 7 metri e 25 dove inizia a bombardare senza pietà gli avversari. I mormoni confenzionano un break di 21-2 con la second unit in campo (ed Hill) per entrare in totale controllo del match. Protagonisti del parziale decisivo proprio il playmaker ex Indiana e Lyles che sommergono Philadelphia nel frattempo diventata solo la brutta copia di quella ammirata nei primi tre quarti. Alla sirena finale è 100-83 in favore di Utah che raggiunge i Thunder al quinto posto ad Ovest (20-13), Philadelphia resta ultima nella Eastern Conference con sole 7 vittorie in 31 partite disputate.

UTAH JAZZ: Punti: Hill 21, Hood 20, Hayward 20, Lyles 11; Rimbalzi: Gobert 13; Assist: Hill 6;

PHILADELPHIA SIXERS: Punti: Ilyasova 16, Saric 14, Noel 14, Okafor 13; Rimbalzi: Ilyasova 12; Assist: McConnell 3, Covington 3, Stauskas 3;

NBA