NBA - Extraterrestre Harden, Houston non conosce soste e batte anche i Knicks (129-122)

Il Barba realizza 53 punti (career-high) e conduce i Rockets alla vittoria contro New York.

NBA - Extraterrestre Harden, Houston non conosce soste e batte anche i Knicks (129-122)
Career high di James Harden, 53 punti nella vittoria dei suoi Rockets sui Knicks

HOUSTON ROCKETS - NEW YORK KNICKS 129 -122

Una prestazione illegale di James Harden, 53 punti, 16 rimbalzi e 17 assist, fa da cornice al successo dei Rockets sui Knicks. Il Barba aggiorna il suo career-high (era di 51 punti), ed è il primo giocatore a realizzare una tripla doppia con almeno 50 punti punti, 15 rimbalzi e 15 assist realizzati in un'unica partita. Si tratta della sua ottava tripla doppia stagionale. La corsa al titolo del "Most Valuable Player" si arricchisce di un'altra prestazione paranormale. Sono 26 le vittorie in 35 partite per la D'Antoni band, seppur priva dei soliti Beverley e Capela. La franchigia della "Grande Mela" giunge in Texas in versione rimaneggiata, dovendo rinunciare oltre al lungodegente Lee, anche alla stella Porzingis, causa un problema al tendine d'Achille. A ciò si aggiunge l'uscita prematura dal campo di Carmelo Anthony, costretto al forfait nel secondo quarto per problemi al ginocchio sinistro.

Equilibrio nell'intero primo quarto, chiuso con i Knicks avanti di cinque (27-32). I Rockets si affidano all'immarcabile Harden e ad Anderson che buca la retina ospite con continuità permettendo a Houston di effettuare il sorpasso e andare al riposo lungo in vantaggio, in doppia cifra, sul 69-55. È il solito "Run and Gun" dantoniano a deliziare i presenti del Toyota Center, ma non macano i momenti di blackout ai texani, ed, in uno di questi, gli uomini di Jeff Hornacek si rifanno sotto, con la coppia Jennings - Rose a suonare la carica (88-80). I due combinano per 53 punti, risultando spine nel fianco per la difesa di Houston. Il one man show del Barba prosegue, e trova un valido alleato in Eric Gordon che dimostra tutta la sua confidenza con il canestro, realizzando i punti che tengono a distanza i Rockets da degli arrembanti Knicks. Si entra nell'ultimo quarto con i "Razzi" avanti di sette lunghezze, gli ospiti si spingono fino al meno tre (114-111 con il canestro dalla media di Noah), prima di crollare definitivamente ancora una volta sotto i colpi della "premiata ditta" Harden - Anderson, che fissa il punteggio finale sul 129-122.

HOUSTON ROCKETS: Punti: Harden 53, Anderson 25, Gordon 15, Ariza 14; Rimbalzi: Harden 16; Assist: Harden 17;

NEW YORK KNICKS: Punti: Jennings 32, Rose 21, Holiday 15, Noah 15; Rimbalzi: Noah 16; Assist: Jennings 7, Rose 7;


Share on Facebook