NBA - Vittoria per i Cavs nella grande mela. Gli Spurs distruggono i Nuggets, serata storica per Popovich

Continua la stagione altalenante dei New York Knicks, che sotto i colpi del Re, LeBron James, subiscono la trentesima sconfitta stagionale. Vittoria storica invece per i San Antonio Spurs, contro i Denver Nuggets. Infatti, con questa "W", Gregg Popovich supera Jerry Sloan per più vittorie con una sola franchigia, ben 1,128.

NBA - Vittoria per i Cavs nella grande mela. Gli Spurs distruggono i Nuggets, serata storica per Popovich
NBA - Vittoria per i Cavs nella grande mela, gli Spurs distruggono i Nuggets, serata storica per Popovich

NEW YORK KNICKS - CLEVELAND CAVS 104-111

Continua la stagione piena di alti e bassi, attualmente più bassi che alti, dei New York Knicks. Ancora una volta, infatti, Carmelo Anthony e compagni sono usciti sconfitti dal parquet amico del Madison Square Garden. D'altra parte torna Kevin Love per i Cleveland Cavaliers e ritorna anche la pace nell'ambiente Cavs. Cavaliers che arrivavano a questa gara con un record di otto vittorie e sette sconfitte dall'inizio dell'anno nuovo, ma fortunatamente, soprattutto per il morale di LeBron James, Cleveland è uscita vittoriosa dalla trasferta nella Grande Mela.

Nella gara partono forte i New York Knicks che si portano subito sul 12-8, ma LeBron si sveglia e inizia a coinvolgere i compagni. James, infatti realizza cinque assist consecutivi che portano i Cavs in vantaggio di una lunghezza. La squadra di coach Hornacek non riesce a reagire e nel finale di frazione subisce anche un parziale di 8-1, con il primo quarto che si conclude con il punteggio di 34-25 per gli ospiti. Il secondo si apre con il primo squillo di Carmelo Anthony che realizza un gioco da tre punti, ma questo è l'unico acuto di tutti i Knicks durante il secondo periodo. Infatti all'intervallo New York è già sotto di diciannove lunghezze (45-64). Alla ripresa i Knicks provano un'insperata rimonta, dopo essere scivolati anche fino al meno ventiquattro. Dal massimo svantaggio, Melo&co. provano una grande risalita, ed in effetti quasi ci riescono, grazie ad un super quarto periodo. La squadra di Hornacek con una super rimonta si porta a meno quattro con un solo minuto da giocare, ma a vanificare gli sforzi di New York, è Kevin Love, che con una tripla dall'angolo assicura la vittoria ai suoi Cavaliers. Partita che si conclude con il punteggio di 104-111, in favore della franchigia dell'Ohio.

I Cleveland Cavaliers nella prossima gara proveranno a vincere sul difficilissimo campo dei Washington Wizards, in cui i padroni di casa sono imbattuti da sedici partite, mentre i New York Knicks proveranno a tornare alla vittoria contro i Los Angeles Lakers che saranno ospitati al Madison Square Garden.

NEW YORK KNICKS (22-30) - PUNTI:Jennings 23, Anthony 17, Lee 17, Hernangomez 16. ASSIST: Jennings 10, Hernangomez 5, Holiday 3. RIMBALZI: Porzingis 8, Anthony 6, Kuzmiskas 6.

CLEVELAND CAVALIERS (34-15) - PUNTI: James 32, Love 23, Frye 14, Thompson 12, Korver 11. ASSIST: James 10, Frye 2, Shumpert 2. RIMBALZI: Love 16, Shumpert 9, James 5.

SAN ANTONIO SPURS - DENVER NUGGETS 121-97

Altra serata da record a San Antonio, Texas. Con la vittoria di stanotte, infatti, lo storico allenatore degli Spurs, Gregg Popovich, ha conquistato la numero 1,128 ed è diventato il coach con più vittorie con una sola franchigia, superando le vittorie di Jerry Sloan con gli Utah Jazz. 

Partita che non è mai veramente in discussione. In realtà il primo quarto è equilibrato, fino all'ingresso di Manu Ginobili. Infatti il veterano da Bahìa Blanca entra negli ultimi cinque minuti del primo quarto, realizza quattro triple e mette gli Spurs sulla via della vittoria. Ma come rendere più dolce il record di coach Gregg Popovich, se non con una vittoria con protagonisti Parker e Ginobili? I due pupilli del coach, i due giocatori che ci sono sempre stati, da una parte l'argentino protagonista assoluto della gara 7 delle Finals 2005, con quella tripla dall'angolo contro i mitici Detroit Pistons di caoch Larry Brown, che regalò il terzo anello al coach; poi il francese, protagonista assoluto delle Finals 2007, contro un giovane LeBron James ed i suoi Cleveland Cavaliers che uscirono sconfitti in sole quattro partite, con proprio il play francese MVP delle finali.

Nonostante la pesante batosta, i Denver Nuggets rimangono ancorati all'ottava piazza nella Western Conference, ultima piazza utile per l'accesso ai playoffs, e proveranno a tornare alla vittoria contro una delle squadre più in forma della lega, i Dallas Mavericks. Gli Spurs voleranno a Memphis per provare a conquistare la quarta vittoria consecutiva.

SAN ANTONIO SPURS (39-19) - PUNTI: Leonard 19,Ginobili 18, Simmons 18, Parker 18, Aldridge 12, Mills 10  ASSIST: Anderson 5, Leonard 5, Parker 4. RIMBALZI: Aldridge 5, Lee 5, Mills 4.

DENVER NUGGETS (22-28) - PUNTI: Murray 20, Jokic 11, Chandler 10. ASSIST: Barton 5, Mudiay 4, Nelson 3. RIMBALZI: Nurkic 8, Hernangomez 7, Faried 4.