NBA - Vittorie agevoli per Hawks e Pistons. Battuti Nuggets e Lakers

La squadra di Budenholzer regola senza fatica Denver, che con questa sconfitta mette in pericolo il suo piazzamento playoff. Discorso diverso per Detroit, che, dopo un avvio rilento, si scatena nel secondo tempo e massacra LA.

NBA - Vittorie agevoli per Hawks e Pistons. Battuti Nuggets e Lakers
NBA - Vittorie agevoli per Hawks e Pistons. Battuti Nuggets e Lakers

Denver Nuggets – Atlanta Hawks 106 – 117

Vittoria importante per gli Atlanta Hawks (31-22), che alla Philips Arena giocano una partita solida e riescono così ad avere la meglio sui Denver Nuggets (23-29). Per la squadra del Gallo, assente per un problema all’inguine, si tratta al contrario di una sconfitta molto pesante in ottica playoff.

Tornando alla partita, gli Hawks sono molto bravi a giocare con grande intensità fin dalla palla a due. I ragazzi di Budenholzer si portano subito in vantaggio, ma non riescono a creare il necessario distacco per poter dormire tra due guanciali. Alla fine del primo parziale, Atlanta è avanti di una decina di punti che vengono confermati, e addirittura aumentati, nel corso del secondo parziale. All’intervallo lungo, i padroni di casa guidano 72 – 55, in una situazione di evidente controllo.

Nel secondo tempo, Denver prova a recuperare parte del gap, riuscendo anche ad arrivare sotto la doppia cifra di svantaggio. Anche Atlanta ha i suoi demeriti. Cala il ritmo in casa Hawks e il quarto quarto porta in dote qualche rischio: Denver torna a farsi sotto ma, alla fine, gli Hawks riescono a portare a casa la loro trentunesima vittoria. Decisivi i 23 punti di Paul Millsap e i 24 di Dennis Schroder, con comunque tutto il quintetto in doppia cifra.

Los Angeles Lakers – Detroit Pistons 102 – 121

Ennesima sconfitta in rimonta per i Los Angeles Lakers (18-37): i ragazzi di Luke Walton, dopo un primo tempo a buoni livelli, smettono totalmente di giocare nel terzo e quarto quarto, permettendo ai Detroit Pistons (25-28) di vincere con enorme facilità la contesa.

I gialloviola infatti, nel primo quarto sono praticamente sempre avanti. Ingram, Randle, Clarkson e Williams sono i principali autori del vantaggio Lakers, ma è soprattutto la difesa che, per tutti i primi 12 minuti, regge molto bene. Ma già a partire dalla seconda metà del secondo quarto, Los Angeles molla totalmente e permette a Detroit di andare in doppia cifra di vantaggio prima dell’intervallo lungo.

Nel secondo tempo la fallace difesa losangelina cede ulteriormente e i Pistons ne approfittano. In pochissimo tempo la squadra di Van Gundy raggiunge il +20 e chiude definitivamente i conti ancor prima del finale del terzo periodo. Alla fine finisce 121 a 102 per i padroni di casa, bravissimi a sfruttare la super giornata di Andre Drummond che chiude con 24 punti e 17 rimbalzi.


Share on Facebook