Nba - Cleveland priva dei Big Three in casa di Westbrook

Il coach dei Cavs sta seriamente pensando di far riposare Irving, James e Love nella trasferta di Oklahoma City, la quarta consecutiva per i campioni in carica.

Nba - Cleveland priva dei Big Three in casa di Westbrook
Cleveland potrebbe rinunciare ai Big Three nel match contro Russell Westbrook

James, Irving e Love potrebbero non sfidare Westbrook. Lo ha affermato il loro coach, subito dopo il match vinto largamente dai suoi ragazzi ad Indianapolis contro i Pacers (117-132). I Big Three potrebbero osservare un turno di riposo contro gli Oklahoma City Thunder, match in programma alla Chesapeake Energy Arena nella notte italiana tra giovedì e venerdì.

Queste le parole dell'allenatore dei Cleveland Cavaliers, Tyronn Lue, rilasciate ad ESPN subito dopo la sirena finale che ha sancito la conquista della 36esima vittoria stagionale della sua squadra, sempre più in vetta alla Eastern Conference: "Potrebbe essere, è una possibilità a cui sto pensando. Dovrò valutare molti aspetti, siamo reduci da tanti impegni lontano da casa, molti viaggi in aereo e dunque c'è l'eventualità che qualcuno riposi. Non sono però sicuro al 100%. Ovvio che i ragazzi vogliono sempre giocare, ma io devo mettere davanti a tutto il bene della squadra, mi prenderò un pò di tempo per decidere il da farsi".

Se dovesse accadere ciò, per Cleveland non sarà la prima volta: il 14 Dicembre scorso, i Cavs si presentarono al FedEx Forum di Memphis senza Irving, James e Love ed il risultato finale del match risentì profondamente dell'assenza delle tre maggiori bocche di fuoco dell'attacco della franchigia dell'Ohio. Sconfitta 93-85, giunta quel giorno in back-to-back, con le tre stelle che neanche partirono alla volta del Tennessee insieme ai compagni di squadra.

La possibile decisione del coaching staff non scuote LeBron James, il quale per nulla turbato si presenta alla stampa dopo aver tramortito i Pacers con la sua ennesima strabiliante prestazione di questa Regular Season (25 punti, 9 assist e 6 rimbalzi in 38 minuti d'impiego): "Io faccio quello che il mio allenatore mi chiede di fare, se pensa che io debba riposare, lo farò senza alcun problema. Accetterò i voleri del coach, ho l'esperienza giusta per superare tutto questo. Chi giocherà al mio posto farà bene, i ragazzi hanno qualità e sanno come comportarsi sul parquet".