NBA, Atlanta supera i Raptors. Denver travolge i Celtics

Gli Hawks la spuntano solo nel finale in una sfida combattuta contro Toronto. Nuggets a valanga su Boston, con Jokic, Chandler e Gallinari sugli scudi.

NBA, Atlanta supera i Raptors. Denver travolge i Celtics
Nikola Jokic, 21 punti, 10 rimbalzi e 7 assist contro i Celtics. Fonte: Garrett Ellwood/NBAE via Getty Images

Tornano al successo gli Atlanta Hawks di Mike Budenholzer, che alla Philips Arena battono a fatica i Toronto Raptors di Dwane Casey. Gara combattuta quella della Georgia, risolta nel quarto quarto dalle giocate di Dennis Schroder e Tim Hardaway, mentre ai canadesi continua a mancare l'apporto di Kyle Lowry. Successo importante anche per i Denver Nuggets di Mike Malone, che proseguono nella corsa ai playoff superando sul parquet amico del Pepsi Center i Boston Celtics di Brad Stevens. 20 punti con 6/12 dal campo per Danilo Gallinari. 

Atlanta Hawks - Toronto Raptors 105-99

Due squadre in difficoltà si affrontano alla Philips Arena di Atlanta: gara che da subito è a basso punteggio, tra palle perse e percentuali al tiro rivedibili. Nessuna delle due contendenti riesce a scappar via, nonostante un buon inizio di Serge Ibaka da una parte e di Paul Millsap dall'altra. Sotto canestro si accende ben presto la lotta tra Dwight Howard e Jonas Valanciunas, poi sono i Raptors a tentare l'allungo grazie al buon impatto dalla panchina di Norman Powell, mentre per Atlanta si accende Tim Hardaway. Anche nel secondo quarto la sfida risulta tutt'altro che spettacolare, e a Toronto non basta un buon finale di tempo di DeMar DeRozan per scrollarsi di dosso gli Hawks, che non mollano un centimetro e chiudono avanti 49-48 con un paio di accelerazioni di Schroder e altrettanti canestri di Bazemore. Stesso copione alla ripresa delle operazioni, quando il punteggio rimane in sostanziale parità: Howard e Valanciunas si scambiano più falli che canestri, Atlanta perde palloni in successione ma i Raptors non ne approfittano: 4/25 dall'arco per la banda Casey. Mentre si continua a fare una fatica tremenda a segnare, sono Cory Joseph da una parte ed Ersan Ilyasova dall'altra ad aprire le danze per un finale ancora una volta equilibrato. Gli ospiti pagano la percentuale al tiro da fuori di Carroll, che comunque lotta sotto canestro, e troppi attacchi affidati al solo DeRozan. E' così che Atlanta trova la fuga giusta proprio negli ultimi minuti di gara, con Dennis Schroder e Tim Hardaway ancora protagonisti. Non basta ai Raptors una reazione di nervi nei novanta secondi conclusivi, perchè i padroni di casa sigillano il successo dalla lunetta. 

Atlanta Hawks (36-29). Punti: Schroder 26, Millsap 21, Hardaway 20, Howard 16. Rimbalzi: Howard 10. Assist: Hardaway 6

Toronto Raptors (38-27). Punti: DeRozan 28, Ibaka 18, Joseph 15, Powell 12, Carroll e Valanciunas 11. Rimbalzi: Valanciunas 12. Assist: Joseph 8.

Denver Nuggets - Boston Celtics 119-99 

Mike Malone recupera Nikola Jokic per la gara casalinga contro i Celtics, e il centro serbo dimostra immediatamente di essere il motore dell'attacco dei Nuggets. Tra canestri da lungo puro, triple e assist, è lui a griffare la fuga dei padroni di casa, con Gallinari e Wilson Chander prontissimi ad andare a bersaglio. Boston sbanda clamorosamente in difesa nel primo quarto, venendo sepolta dalle triple di Denver e dai tagli al ferro di Harris su assist del solito sospetto Jokic. Il solo Avery Bradley, con il contributo dalla panchina del rookie Brown, prova a frenare l'emorragia per i biancoverdi: tutto inutile, perchè le riserve di Malone non fanno rimpiangere i titolari, andando a segno con Hernangomez, Arthur e soprattutto con Jamal Murray, letteralmente imprendibile per i Celtics. Nel finale di tempo Crowder e Gerald Green alleggeriscono il passivo per gli ospiti, sotto 65-54 all'intervallo lungo, dopo essere stati indietro anche di dieci lunghezze. A inizio terzo quarto Isaiah Thomas prova a scuotere i compagni di squadra, ma a replicargli è un chirurgico Danilo Gallinari, mentre Gary Harris si conferma indiavolato per Denver. Neanche qualche guizzo di Al Horford è utile a rimettere in parità una gara che i Nuggets conducono dall'inizio alla fine, e che gestiscono bene anche nel periodo conclusivo, resistendo con Chandler, Plumlee, Nelson e Barton alla reazione dei due giovani biancoverdi Jaylen Brown e Marcus Smart.

Denver Nuggets (30-35). Punti: Chandler 23, Jokic 21, Gallinari 20, Murray 13. Rimbalzi: Jokic 10. Assist: Jokic 7

Boston Celtics (41-25). Punti: Thomas 21, Bradley 16, Horford 15, Brown 14, Smart 13. Rimbalzi: Smart 7. Assist: Thomas 5.


Share on Facebook