NBA - Milwaukee batte i Lakers, Orlando sorprende Phoenix

Sempre in controllo i Bucks di Antetokounmpo allo Staples Center, dove Clarkson prova a guidare la rimonta dei Lakers ma deve arrendersi nel finale ai liberi degli ospiti. L'assenza di Bledsoe ed una pessima percentuale nel tiro da oltre l'arco consente agli Orlando Magic di espugnare Phoenix e portare a casa la vittoria nella sfida tra deluse.

NBA - Milwaukee batte i Lakers, Orlando sorprende Phoenix
NBA - Milwaukee batte i Lakers, Orlando sorprende Phoenix

Phoenix Suns - Orlando Magic 103-109

Quattro, pesantissime, assenze, condizionano e non poco i Phoenix Suns, che rinunciano a Chandler, Bledsoe, Knight e Barbosa per la sfida agli Orlando Magic, che dopo una gara bella ed equilibrata mettono la freccia del sorpasso nel concitato finale riuscendo a portare a casa la vittoria. L'avvio di Fournier consente agli ospiti di prendere subito un discreto vantaggio e, complice anche una pessima percentuale da oltre l'arco dei padroni di casa - ma in generale anche da due punti - i Magic chiudono avanti di otto alla prima sirena. Williams e Warren guidano la rimonta, nel secondo periodo, dei padroni di casa, coadiuvati da un positivo apporto di Ulis e dal solito Chriss. Le giocate di Gordon, Green e Vucevic permettono ad Orlando di mantenere la guida della sfida, anche se all'intervallo lungo sono avanti soltanto di due lunghezze. 

L'operazione sorpasso viene definita e concretizzata ad inizio ripresa, quando Ulis e Warren piazzano il break di 8-0 che vale il primo mini allungo dei padroni di casa. Orlando tuttavia non si smonta e resta aggrappata al match venendo ripetutamente graziata dai Suns da oltre l'arco. Booker si sveglia nel finale di frazione, mettendo a referto i liberi che valgono il più uno Phoenix in entrata del quarto periodo. E' Dj Augustin, nei primi minuti di ultima frazione, a firmare nove punti di fila che sembrano lanciare la fuga ospite, ma Chriss e Warren rispondono prontamente. La tripla di Fournier, a quattro dalla fine, taglia le gambe ai Suns, che perdono progressivamente fiducia in attacco e pagano dazio nella metà campo difensiva, dove Vucevic e la tripla di Ross chiudono definitivamente i giochi. 

Los Angeles Lakers - Milwaukee Bucks 103-107

Continuano a vincere i Milwaukee Bucks di Giannis Antetokounmpo, che sbancano lo Staples Center di Los Angeles sponda Lakers. Ospiti in testa dall'inizio alla fine della contesa, che provano a scappare nei primi due quarti approfittando della solita, blanda, difesa dei Lakers. Il greco e Middleton segnano a piacimento, mentre i padroni di casa tengono botta grazie ad un ottimo Ivica Zubac al tiro. Clarkson carbura lentamente, Randle non entra mai in partita, mentre Young, con l'innesto di Russell, tiene a contatto i suoi. E' il ritorno in campo di Antetokounmpo, nel secondo quarto, a cambiare nuovamente la musica: il parziale dei Bucks è travolgente e, all'intervallo lungo, i viaggianti sono in controllo sul più 15 (61-46). 

Il sussulto dei Lakers arriva in avvio di terza frazione, dopo la pausa lunga. Zubac indica ancora la via, Nance accorcia dalla lunetta prima che Young accorci ulteriormente dalla lunetta. I Bucks rispondono a fatica, iniziando ad avere i primi problemi offensivi nonostante un vantaggio ragguardevole. Brogdon, con intensità, prova a far sentire i muscoli a Young, che ovviamente non gradisce: ne nasce un parapiglia dal quale quest'ultimo, con Russell e Monroe, vengono espulsi. Il bottino di una decina di punti di vantaggio viene gestito tranquillamente dagli ospiti, che con Brogdon prima e soprattutto Middleton - 14 dei suoi 30 nell'ultimo quarto - tengono a distanza il ritorno dei padroni di casa. Clarkson negli ultimi minuti prova la disperata rimonta, approfittando di un eccessivo rilassamento ospite, ma non riesce a coronare l'impresa. 


Share on Facebook