NBA playoffs, i Bucks sorprendono Toronto in gara-1 (83-97)

Antetokounmpo domina, e Milwaukee passa all'Air Canada Centre di Toronto contro una brutta versione dei Raptors. Male Lowry per i canasesi, sugli scudi il rookie Brogdon per coach Kidd.

NBA playoffs, i Bucks sorprendono Toronto in gara-1 (83-97)
Giannis Antetokounmpo schiaccia contro Jonas Valanciunas. Mark Blinch/NBAE via Getty Images

Trascinati da un superbo Giannis Antetokounmpo (28 punti, 13/18 dal campo, 8 rimbalzi e 3 assist), i Milwaukee Bucks di Jason Kidd espugnano l'Air Canada Centre di Toronto in gara-1 del primo turno di playoffs della Eastern Conference contro i Raptors di Dwane Casey. Dopo un primo tempo equilibrato, gli ospiti dilagano nella ripresa, sfruttando il gioco a tutto campo del greco e la lucidità di Malcolm Brogdon (16 punti, con 4/7 dall'arco), mentre Toronto affonda in mezzo alle sue difficoltà offensive (solo 4 punti per Kyle Lowry, 27 con 7/21 dal campo per DeMar DeRozan). 

All'Air Canada Centre di Toronto l'avvio di partita è tutto di Giannis Antetokounmpo. Il greco ruba la scena a compagni e avversari, risultando devastante in transizione ed efficace a difesa schierata. Un paio di schiacciate da urlo del greco fanno capire al pubblico canadese che sarà una serata lunga per i Raptors, frettolosi e poco lucidi nel muovere la palla in attacco. Il solo DeMar DeRozan va a segno con buona continuità per Casey, penetrando con convinzione, mentre Kyle Lowry mostra i segni di una condizione fisica ancora precaria. Dall'altra parte Milwaukee cerca di costruirsi tiri veloci nell'azione, andando a bersaglio dall'arco con il rookie Malcolm Brogdon e con l'ex Bull Tony Snell, in un campo aperto dalle folate di Antetokounmpo. Dalla panchina di Kidd Greg Monroe domina sotto canestro contro Jonas Valanciunas: il lituano si scuote per un momento a fine primo quarto, ricucendo lo strappo con la collaborazione della second unit, che trova punti da Patterson e Joseph. Proprio quest'ultimo fa meglio di Lowry nell'aprire la difesa avversaria, mentre per i Bucks rispondono Hawes e Dellavedova. Dopo il primo giro di cambi i canadesi hanno rimesso la partita in equilibrio, ma non riescono a scappare via, anche perchè il loro attacco è frenetico ma poco razionale. Serge Ibaka ci mette energia, Snell e Brogdon segnano ancora dall'arco, e il primo tempo si chiude sul punteggio di 51-46. 

Alla ripresa delle operazioni le difficoltà offensive dei Raptors si acuiscono. DeRozan attacca il ferro in più occasioni, non riuscendo però praticamente mai a chiudere, e in transizione Milwaukee devasta gli avversari. E' ancora Antetokounmpo a suonare la carica per gli ospiti: il greco è imprendibile per i vari Carroll e Tucker, si fa beffe di Valanciunas per chiudere al ferro di forza, alimentando un parziale in favore dei Bucks che orienta la sfida. Mentre Lowry continua a litigare con il canestro, Malcolm Brogdon prosegue nella sua serata perfetta: il rookie di Kidd non sbaglia una scelta, facendosi trovare pronto sugli scarichi per colpire dall'arco. Anche Thon Maker si fa valere nella lotta sotto i tabelloni, mentre Valanciunas sparisce gradualmente dalla gara. Nel tentativo di dare aria al suo attacco, Casey passa al quintetto piccolo, con Tucker in campo per il lituano, ma la mossa non paga: Lowry e DeRozan si intestardiscono in giocate personali che non fanno altro che esaltare Antetokounmpo e Maker. Il giocatore greco deve però uscire dal campo nella seconda metà del terzo quarto per problemi di falli, ma i Bucks rimangono comodamente avanti nel punteggio, affidandosi a un Greg Monroe dominante come poche altre volte in carriera. Dellavedova ci mette il solito carico di energia, Khris Middleton si scuote in isolamento contro una Toronto che rimane viva solo grazie a Serge Ibaka. AirCongo va a bersaglio da tre, lotta sotto canestro, ma è solo contro tutti. I Raptors deragliano ripetutamente, e il rientro in campo di Antetokounmpo sentenzia gara-1. Il greco trova i punti della vittoria in faccia a Tucker, poi si esalta per una stoppata su DeRozan, beccandosi un tecnico dagli arbitri, ma la gara è ormai indirizzata. A Casey non basta inserire Powell per cambiare l'inerzia della sfida, che vede prevalere Milwaukee, capace di prendersi subito il vantaggio del fattore campo, a due giorni da gara-2, sempre sul parquet dell'Air Canada Centre. 

Toronto Raptors (51-31). Punti: DeRozan 27, Ibaka 19. Rimbalzi: Ibaka 14. Assist: Lowry 6. 

Milwaukee Bucks (42-40). Punti: Antetokounmpo 28, Brogdon 16, Monroe 14, Snell e Dellavedova 11, Middleton 10. Rimbalzi: Monroe 15. Assist: Middleton 9.