NBA - Gli Atlanta Hawks sono sempre a caccia di un nuovo GM

La franchigia della Georgia ha chiesto un incontro con Neil Olshey, ma Portland ha risposto picche.

NBA - Gli Atlanta Hawks sono sempre a caccia di un nuovo GM
NBA - Gli Atlanta Hawks sempre a caccia di un nuovo GM

Gli Hawks sono ancora alla ricerca di un nuovo general manager, dopo che Mike Budenholzer ha deciso di impegnarsi, anima e corpo, solo ed esclusivamente alle facende di campo, interpretando, quindi, dalla prossima stagione, il ruolo di head coach, e nulla più. Gli ultimi nomi che sono stati accostati ad Atlanta sono stati quelli di Tommy Sheppard e Travis Schlenk. Il primo è il vice-presidente delle basketball operations dei Washington Wizards, e collabora con la franchigia capitolina da ben quattordici stagioni, una vita, mentre il secondo figura nell'organigramma dei Golden State Warriors come assistente general manager. Si è inscenato, nel corso degli ultimi giorni, un vero e proprio 'toto-nome', infatti ai due già citati vanno affiancati anche i profili di Mike Zarren, ovvero l'assistente general manager dei Boston Celtics e di Chauncey Billups, ex giocatore NBA di gran livello, che ha fatto le fortune dei Pistons. Ora, lavora sempre per la lega, ma in una nuova veste, quella di analista televisivo.

Il primo profilo seguito da Atlanta, subito dopo il 'demansionamento' di Budenholzer, è stato quello di David Griffin, attualmente in carico a Cleveland, e dopo aver ricevuto una risposta negativa da parte della franchigia dell'Ohio, si è virato dapprima su Joe Dumars, GM dei Detroit Pistons e poi su Troy Weaver, degli Oklahoma City Thunder. Tutte indiscrezioni, ma di concreto non c'è stato nulla e quindi, la casella rimasta vacante, attende ancora di essere riempita, abitata.

Nelle scorse ore, gli Hawks hanno provato a sorprendere un pò tutti, bussando alle porte dei Portland Trail Blazers, chiedendo un incontro con l'attuale general manager Neil Olshey. A riportare la notizia è stato il portale 'The Vertical', fonte parecchio attendibile, quindi di certo esisteranno fondi di verità riguardo a questi cinguettii. La Rip City però avrebbe risposto con un no secco, deciso, negando ad Atlanta il permesso per un incontro, che sarebbe stato più un sondare il terreno, che una trattativa vera e propria. Tentativo di futuro, ed ipotetico negoziato, stroncato sul nascere. La ricerca, dunque, resta ancora in alto mare, e gli Hawks, che hanno concluso i playoffs ormai quasi un mese fa, devono piazzare ancora il primo colpo, per poter iniziare a programmare la prossima annata. Una stagione che sarà preceduta da una 'pivotal offseason' in cui l'attuale miglior giocatore del roster, Paul Millsap, diventerà free agent, senza restrizioni.


Share on Facebook