NBA Summer League 2017 - Ad Orlando finale tra Dallas e Detroit; Fultz non basta a Philadelphia

23 punti, con 5 assist ed altrettanti rimbalzi non sono sufficienti alla scelta numero 1 dello scorso Draft NBA per trascinare i Sixers alla vittoria contro Utah. Forbes vince la sfida contro Tatum, con gli Spurs che superano i Celtics. Ad Orlando, invece, prosegue la marcia dei Mavericks (4-0) e dei Pistons (3-1) che si affronteranno domani in finale.

NBA Summer League 2017 - Ad Orlando finale tra Dallas e Detroit; Fultz non basta a Philadelphia
NBA Summer League - Ad Orlando finale tra Dallas e Detroit; Fultz non basta a Philadelphia

Non basta una grande prestazione, la prima degna di nota, di Markelle Fultz ai Philadelphia 76ers per avere la meglio, nella Summer League di Salt Lake City, dei padroni di casa degli Utah Jazz, che si impongono 100-94 e ottengono la seconda vittoria in altrettante gare, portandosi ad un passo dalla vittoria della kermesse. 23 punti - con un ottimo 56% dal campo e 50% da tre - conditi da 5 rimbalzi e 5 assist, ai quali ha risposto dalla parte opposta uno scatenato Dante Exum, autore di una prova superlativa: 26 punti, 10 assist e 5 rimbalzi per la guardia australiana, capace di mettere a segno tra le altre cose anche cinque delle sei triple tentate. 

La prima partita di giornata tra le montagne dello Utah vedeva protagonisti i San Antonio Spurs di Dejounte Murray, ancora nascosto dai riflettori, che invece hanno illuminato la stellina di Bryn Forbes, assoluto protagonista con 31 punti ed un clamoroso 6/8 da tre punti. Spurs sempre avanti nel punteggio, che hanno dato la spallata decisiva all'incontro nel terzo quarto, quando Jayson Tatum - 23 punti e 10 rimbalzi e seconda prestazione decisamente solida - e compagni hanno alzato bandiera bianca e ceduto il passo ai neroargento. 

Penultima giornata di gare anche ad Orlando, dove nella facility dei Magic sono andate delineandosi le sfide dell'ultima giornata, quella che assegnerà la vittoria. A contendersi il successo finale i Dallas Mavericks, 4-0) che hanno superato agevolmente gli Oklahoma City Thunder (20 di Brandon Paul e 16 di Montero dalla panchina), ed i Detroit Pistons, che hanno ribaltato nel secondo tempo la sfida contro gli Charlotte Hornets, trascinati dai 29 punti di Henry Ellenson (4/8 da tre). Non sono bastati i 26 di Jhonny O'Bryant agli Hornets, traditi da una serata al tiro storta di Bacon. Nell'ultima partita di giornata gara di testa per gli Orlando Magic, che non hanno avuto particolari difficoltà nel vincere la flebile resistenza dei New York Knicks, giunti con questa alla quarta sconfitta di fila. Artis, Jaramas e Randle in doppia cifra per gli ospiti, mentre i padroni di casa sono riusciti a beneficiare dell'ottima serata di Kalin Lucas, 20 alla sirena. 

I risultati della notte.
Salt Lake City, day 2. 

San Antonio Spurs - Boston Celtics 81-70
Utah Jazz - Philadelphia 76ers 100-94

Orlando, day 4.

Dallas Mavericks - Oklahoma City Thunder 96-75
Detroit Pistons - Charlotte Hornets 87-82
Orlando Magic - New York Knicks 84-73

NBA