NBA - Dan Friedkin interessato all'acquisto dei Rockets

Potrebbe essere il miliardario proprietario della Gulf State Toyota il successore di Leslie Alexander.

NBA - Dan Friedkin interessato all'acquisto dei Rockets
Foto: Mark J. Rebilas-USA TODAY Sports

Gli Houston Rockets potrebbero avere presto un nuovo proprietario. Si tratta di Dan Friedkin, proprietario e CEO di Gulf State Toyota (con un patrimonio personale stimato in oltre tre miliardi di dollari) che, attraverso un comunicato stampa, ha reso noto il proprio interesse per l’acquisto della franchigia del Texas. "Ho espresso la volontà di poter esplorare il terreno per un possibile acquisto della franchigia dei Rockets". Parole chiare, che pongono il facoltoso Friedkin come uno dei papabili alla successione di Leslie Alexander alla presidenza della franchigia texana.

Poi ha proseguito riconoscendo il gran lavoro svolto proprio da Alexander che circa un mese fa ha pubblicamente espresso la volontà di mettere in vendita la sua creatura: "Alexander ha fatto un lavoro straordinario, costruendo un'organizzazione di alto calibro con una tradizione vincente. Mi complimento con lui perchè si è dimostrato davvero capace in tutti questi anni. Io che sono un fan di Houston sarei davvero molto eccitato di poter entrare a far parte del team ed iscrivere il mio nome nella storia del basket di questa città. Ad oggi stiamo valutando quali siano i margini per poter imbastire questa trattativa, certamente nei prossimi giorni si saprà altro".

La Friedkin's Gulf States Toyota ha i diritti esclusivi per consegnare veicoli Toyota in Texas, Louisiana, Arkansas, Oklahoma e Mississippi ed il suo patrimonio attuale si attesterebbe intorno ai 3.1 miliardi di dollari. 

Anche un altro miliardario di Houston, Tilman Fertitta, aveva espresso un certo interesse per l'acquisto del franchise dei Rockets quando il team è stato messo sul mercato, ma dopo un primo abboccamento con Alexander, si è poi defilato lasciando il via libera ad altri 'paperoni' interessati. Anche le candidature dell'ex stella NBA Dikembe Mutombo e quella della star Beyoncè hanno perso via via di credibilità e ad oggi, a circa un mese dalla messa in vendita della franchigia, quella di Friedkin sembra la soluzione più percorribile.