Amichevoli pre-Mondiale: bene il Messico

Nell'amichevole giocata all'Azteca che ha visto l'addio al calcio della leggenda Cuauhtemoc Blanco, la nazionale di Herrera ha battuto per 3-0 Israele: doppieta di Layun e gol di Fabian. Il portiere Corona ha lasciato il campo in barella.

Amichevoli pre-Mondiale: bene il Messico
Amichevoli pre-Mondiale: bene il Messico
Messico
3 0
Israele
Messico: (4-1-3-2) Corona (73' Ochoa); Aguilar, Rodriguez, Reyes, Layun (72' Pulido); Salcido; Brizuela (59' Ponce), Fabian, Guardado; Blanco (39' Jimenez), Peralta (46' Hernandez). A DISPOSIZIONE: Talavera, Moreno, Marquez, Pena, Herrera, Vazquez, Montes, Dos Santos. ALL.: Herrera.
Israele: (4-4-1-1) Harush; Spungin, Ben Haim (46' Sahar), Gershon, Kayal (46' Natkho); Damari (73' Ben Basat), Yeini (83' Buzaglo), Ben Harush, Refaelov (59' Vermouth); Zahavi (64' Benayoun); Sahar. A DISPOSIZIONE: Marciano, Barda, Dgani, Moyal, Rikan, Tibi. ALL.: Guttmann.
SCORE: 43' e 62' Layun, 85' Fabian
ARBITRO: AMMONITI: 45' Spungin
NOTE: Amichevole giocata allo stadio Azteca di Città del Messico.

Non poteva sognare un addio migliore l'attaccante Messicano Cuautemoc Blanco, che nella sua ultima partita da calciatore, che ha voluto giocare con la maglia della sua Nazionale, ha visto i suoi trionfare per 3-0 contro Israele allo stadio Azteca. Blanco è partito titolare ed ha lasciato il campo al 39', sostituito da Jimenez, ricevendo l'ovazione di tutto il pubblico presente sugli spalti.

Una buona prova dei ragazzi di Herrera, che hanno ottenuto una vittoria netta, schierando anche buona parte delle riserve, anche se contro una Nazionale di secondo piano che non vedremo ai Mondiali. Il Messico ha lasciato in panchina diversi elementi di valore, come Giovani dos Santos, Moreno, Marquez, Herrera e il Chicharito Hernandez, subentrato poi all'intervallo.

Il primo gol arriva al 43': Layun da sinistra si accentra ed esplode un destro dai 30 metri potente ma poco preciso, ma trova la collaborazione del portiere Harush che liscia la palla tentando di respingere coi pugni e la lascia entrare in rete.

Il secondo gol, che viene segnato al 62', è per certi versi simile al primo: ancora Layun, ancora dai 30 metri con il destro, trova la mano di Harush che effettua una grandissima parata, peccato che la palla non finisca in angolo, ma si alza a campanile per poi finire in porta.

Al 73' paura per Jesùs Corona, portiere del Messico, che in uno scontro di gioco con un compagno ha ricevuto un colpo alla testa (probabilmente un trauma): ha dovuto lasciare il campo in barella per poi essere trasportato in ospedale. Il CT del Messico ha comunque rassicurato tutti su Twitter, comunicando che il suo giocatore sta bene e resterà in gruppo.

Muchas gracias a toda la afición que siempre nos apoya. Afortunadamente sólo fue un golpe y el susto el de Corona, ya va camino al hotel.

— Miguel Herrera (@MiguelHerreraDT) 29 Maggio 2014

 Tornando alla partita, è stato Marco Fabian a calciare in rete il gol del 3-0, su una palla vagante che il trequartista ha colpito dal limite dell'area e insaccato sul primo palo.

Il protagonista della gara è stato comunque Blanco, che ha chiuso la carriera da calciatore professionsta all'età di 41 anni, dopo una carriera legata soprattutto all'América, con anche un'esperienza in Europa, dal 2000 al 2002, al Valladolid. In Nazionale dal 1995 al 2010, ha realizzato 39 gol in 117 partite, ed è il secondo marcatore di sempre alle spalle di Jared Borghetti, con 46.


Share on Facebook