Brasile 2014, Russia: voglia di riscatto

La nazionale allenata da Fabio Capello vola al mondiale a due anni da un fallimentare Europeo: 12 anni dopo l'ultima apparizione, troverà un girone alla sua portata

La Russia, a 12 anni dalla sua ultima partecipazione al mondiale di Corea e Giappone, si presenta alla più importante rassegna per nazionali con la voglia di riscattare il deludente europeo di due anni fa. La nazionale allora allenata da Dick Advocaat infatti, nonostante le ottime premesse ed un girone sulla carta abbordabile( Polonia, Grecia, Repubblica Ceca) non riuscì a raggiungere l'obiettivo dei quarti di finale. Fra poche settimane, però, la storia potrebbe essere diversa. 

Akinfeev e compagni, infatti, hanno centrato la qualificazione al Mondiale conquistando il primo posto nel girone che li vedeva opposti al forte Portogallo di Cristiano Ronaldo, e in Brasile troveranno un girone alla loro portata: il sorteggio ha inserito la Russia nel gruppo H, insieme a Belgio, Algeria e Corea del Sud. Attenzione però ai possibili incroci negli ottavi di finale: i ragazzi di Fabio Capello potrebbero incontrare la temibile Germania oppure il Portogallo stesso, salvo sorprese. L'esordio sarà il 17 giugno a Cuiaba, alle ore 18 locali contro la Corea del Sud; seguiranno poi le partite di Rio De Janeiro e Curitiba, rispettivamente il 22 e 26 giugno, contro Belgio e Algeria. 

Tra i punti di forza della nazionale dell'Est Europa troviamo indubbiamente il già citato portiere Akinfeev, estremo difensore del CSKA Mosca, e l'attaccante Alexander Kerzhakov dello Zenit di San Pietroburgo. La difesa sarà probabilmente guidata dai gemelli Berezutsky e da Sergei Ignashevich( tutti in forza al CSKA Mosca), mentre in mezzo al campo spiccano su tutti i nomi di Shirokov e del trequartista Dzagoev. Non mancano gli esclusi eccellenti: Fabio Capello ha infatti deciso di lasciare a casa i giocatori della Lokomotiv Mosca Roman Pavlyuchenko e Dmitri Tarasov. 

Ad oggi il miglior piazzamento della Russia ad un Mondiale è il quarto posto ottenuto ad Inghilterra '66, quando l'allora Unione Sovietica venne sconfitta nella finalina dalPortogallo di Eusebio. Per quanto riguarda invece i tempi recenti, spicca sicuramente la semifinale raggiunta ad Euro 2008, alla quale però non hanno fatto seguito risultati all'altezza. 

Pre-convocati - Portieri: Akinfeev, Lodygin, Ryzhikov

Difensori: Anyukov, Alexei e Vasily Berezutsky, Ignashevich, Shchennikov, Granat, Kozlov, Yeshchenko, Kombarov, Semenov.

Centrocampisti: Denisov, Zhirkov, Dzagoev, Gazinsky, Shirokov, Glushakov, Mogilevets, Faizulin, Shatov. 

Attaccanti: Bystrov, Kerzhakov, Dzyuba, Ionov, Kokorin, Kanunnikov, Pogrebnyak, Samedov. 

Il video di presentazione:


Share on Facebook