Italia - Irlanda, esperimenti e sorprese

Decisiva l'amichevole di questa sera per le scelte definitive in vista del mondiale brasiliano. Prandelli aspetta risposte e prova soluzioni alternative.

Italia
Irlanda / 20.45

"Test decisivo per chi è in bilico", non usa giri di parole il Commissario Tecnico Cesare Prandelli. Il Mondiale brasiliano, per chi è in lotta per una maglia, passa dall'amichevole di Craven Cottage contro l'Irlanda. Novanta minuti nei quali l'allenatore azzurro cercherà risposte ai dubbi della vigilia. La lista definitiva dei 23 alfieri con cui partire alla volta del Sud America sarà consegnata in anticipo, con ogni probabilità domani. Le incertezze si diramano in ogni reparto. I riflettori illuminano con maggior forza Giuseppe Rossi. Il problema al ginocchio destro pareva aver tolto definitivamente dai papabili l'attaccante viola. Poi terapie e allenamenti mirati, fino al rientro nel finale di stagione. Prandelli ha premiato l'impegno del ragazzo, ma ora attende di vedere la reazione del calciatore in una partita vera. I dubbi riguardano la tenuta fisica e soprattutto mentale. Forza nei contrasti, possibili timori, freschezza agonistica. Il partner di Rossi dovrebbe essere Ciro Immobile, pronto a sbarcare nella ricca Bundes per indossare la casacca del Borussia. 

In mediana l'attenzione mediatica è rivolta a Marco Verratti. Certo l'impiego, possibile una variazione sul tema. Con Pirlo a riposo, un Verratti in versione trequartista, surrogato in regia da Thiago Motta, compagno del genietto azzurro a Parigi. Idea non utopica, ma ben salda nella testa del Ct, che pensa all'utilizzo in contemporanea di Pirlo e Verratti per creare un centrocampo di assoluto valore, protetto dall'interdizione di De Rossi. 

In difesa il ballottaggio principale, in vista del Mondiale, riguarda Paletta e Ranocchia. Toccherà al centrale del Parma far coppia con Bonucci, mentre l'interista siederà in panchina, pronto a subentrare. Dopo l'ottimo esordio azzurro, le quotazioni dell'italo-argentino sono in forte ribasso, mentre quelle del possibile futuro capitano nerazzurro in prepotente ascesa. La ritrovata sicurezza ha colpito Prandelli che pensa seriamente a una conferma tra i 23. Sugli esterni Darmian e De Sciglio. Stagione positiva per il granata, in odore di convocazione viste le difficoltà del calcio italiano nel produrre esterni di livello. 

"Valuterò quelli che sono ancora sotto osservazione, in particolare a proposito del recupero dopo la partita. Sono molto soddisfatto dei segnali fisici avuti fino a oggi, della capacità di soffrire, però i giocatori sanno già che non potrò lasciare nulla al caso: non bastano le motivazioni per stare in campo tanto". Nel caldo brasiliano la condizione fisica conterà più di altri fattori, queste le premesse di Prandelli. 

Sei i titolari a riposo questa sera: Buffon, Barzagli, Chiellini, Pirlo, De Rossi e Balotelli. Queste le probabili formazioni:

Calcio Internazionale