Verso Brasile 2014: l'Inghilterra non brilla, solo 0-0 con l'Honduras

Finisce a reti bianche l'amichevole giocata a Miami fra Inghilterra e Honduras. Delude la formazione di Hodgson, avversaria dell'Italia nell'esordio del Mondiale brasiliano. La sfida è stata sospesa per mezz'ora a metà del primo tempo dopo un violento nubifragio abbattutosi sulla metropoli statunitense.

Inghilterra
0 0
Honduras
Inghilterra: (4-2-3-1) Hart (75' Forster); Cahill, Jagielka, Baines, Johnson; Gerrard (46' Wilshere), Henderson (83' Lampard); Lallana, Sturridge, Welbeck (79' Lambert); Rooney (46' Barkley). All.: R. Hodgson.
Honduras: (4-4-2) Valladares; Figueroa, Izaguirre (90' Martinez), Beckeles, Bernárdez; Espinoza (87' Garcia), W. Palacios, Garrido (46' Claros), Chávez (61' Najar); Costly (69' Delgado), Bengtson (75' J. Palacios). All.: L. Suárez.
SCORE: 0-0.
ARBITRO: Roberto Moreno Salazar (PAN).
NOTE: Miami, Sun Life Stadium. Amichevole pre-Mondiale.

Così come l’Italia anche l’Inghilterra, prima avversaria degli azzurri ai Mondiali, impatta nell’ultima amichevole di rilievo prima di sbarcare in terra brasiliana. La Nazionale di Roy Hodgson, infatti, non riesce ad andare oltre lo 0-0 contro il meno quotato Honduras sul campo del Sun Life Stadium di Miami. Poche le note positive per il tecnico inglese, ad una settimana dall'esordio contro gli uomini di Prandelli.

FORMAZIONI - Dopo il 2-2 contro l'Ecuador la Nazionale dei Tre Leoni affronta un avversario anch'esso protagonista ai prossimi Campionati del Mondo, l'Honduras, e per l'occasione Roy Hodgson schiera un 4-2-3-1 che prevede Rooney in avanti con Sturridge, Lallana e Welbeck a supporto. La formazione di Suárez invece, schierata con un 4-4-2, si affida all’estro di Wilson Palacios, perno del centrocampo honduregno.

PRIMO TEMPO - Ottimo avvio degli inglesi che già al 4' ci provano con Welbeck, la sua conclusione però è centrale. All'11' tentativo di Gerrard mentre due minuti più tardi è Rooney a chiamare il portiere honduregno, Valladares, all'intervento su calcio di punizione. Al 23' ancora l'attaccante del Manchester United protagonista quando serve Sturridge che non trova però lo specchio della porta. A metà primo tempo si abbatte su Miami un violento nubifragio, l'arbitro si trova così costretto a sospendere la partita e le squadre rientrano negli spogliatoi. Per la ripresa del gioco bisogna attendere circa trenta minuti. Dopo la “pausa” l'Honduras rientra in campo col piede giusto e prova a rendersi pericoloso in un paio di occasioni, al 34' è Chavez a sfiorare il bersaglio su calcio di punizione. La prima frazione si chiude ancora con una conclusione degli honduregni, il tiro di Palacios viene deviato in corner.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre sulle orme del primo tempo con la squadra di Hodgson che prova a fare la partita ma con gli avversari che non si danno per vinti. Al 58' azione pericolosa dell’Inghilterra con Welbeck che sfonda per vie centrali su assist di Lallana e lascia partire un tiro a botta sicura, Valladares non si lascia sorprendere. Sul prosieguo dell'azione è Barkley a tentare il tiro da fuori ma la palla finisce alta sopra la traversa. Al 65', l’aggressività dell'Honduras viene confermata dall'espulsione di Beckles che salta in maniera scomposta su Baines e si becca il cartellino rosso. Con la superiorità numerica l’Inghilterra prende coraggio e al 73' su cross di  Johnson dalla destra è Sturridge di testa a mettere alto da buona posizione. La squadra di Hodgson ci prova fino alla fine, l'Honduras però si chiude bene. A Miami finisce a reti inviolate.


Share on Facebook