Argentina - Bosnia, la prima di Messi

Finalmente ci siamo. Mancano poche ore ed inizieranno anche i Mondiali dell'Argentina, probabilmente la squadra più quotata alla vittoria finale dopo i padroni di casa del Brasile. Questa sera alle ore 24.00 sfideranno la Bosnia di Pjanic alla prima apparizione nella Coppa del Mondo.

Argentina - Bosnia, la prima di Messi
Mondiali 2014: Argentina vs Bosnia,
Argentina
Bosnia / 00:00

Questa sera alle ore 24.00 (ora italiana) allo stadio Maracanã di Rio De Janeiro, scenderanno in campo Argentina e Bosnia  per la prima partita del Gruppo F. La formazione guidata dal C.T. Sabella, una delle favorite della competizione, dovrà vedersela con la squadra che più ha stupito nelle qualficazioni Mondiali, la Bosnia di Safet Susic. L'attesa è ormai rovente, sono tutti curiosi di vedere il battesimo della Seleccion Albiceleste e soprattutto di constatare se Messi e compagni siano davvero in grado di poter arrivare in fondo nella competizione. Viceversa per la squadra di Edin Dzeko sarà un battesimo di fuoco. Sarà una sfida mozzafiato per vari motivi: sarà il primo match del mondiale che si disputerà nel rinnovato Maracanã, una ragione in più per mettersi davanti alla tv, e sarà sicuramente una partita molto interessante, un match tra due nazionali diverse ma simili per qualità messe in campo: entrambe possono contare su delle difese molto toste e davanti hanno gente di  altissima qualità in grado di fare la differenza in ogni momento. La Seleccion Albiceleste si presenta con il miglior attacco di tutta la coppa del mondo, mentre i meno quotati dragoni slavi possono contare su un centrocampo dal tasso tecnico elevatissimo. L'Argentina parte ovviamente favorita, ma si preannuncia un match spettacolare e avvincente perché la Bosnia è un osso duro e vorrà fare bella figura alla prima apparizione nella Coppa del Mondo.

Argentina

Dopo le amichevoli con con Trinidad&Tobago e Slovenia è il momento di fare sul serio per la Seleccion Argentina. Nelle varie conferenze che hanno preceduto il giorno della partita, tutti i giocatori si sono dimostrati ansiosi di cominciare la competizione mondiale, e vogliosi di dimostrare il loro valore. Uno su tutti ,ha però trasmesso in maniera esplicita le intezioni della formazione Albiceleste; il capitano Lionel Messi. Queste le sue dichiarazioni: "Ho fatto tesoro degli errori che ho commesso nei precedenti Mondiali e non li ripeterò più. Voglio vincere qui in Brasile per il popolo argentino, naturalmente, ma anche per Diego Maradona, il nostro ct quattro anni fa in Sud Africa: glielo devo, i veri responsabili di quella pesante eliminazione siamo stati noi giocatori, io per primo. Lui che c’entrava? Eppure si sa che nel calcio è più facile licenziare un tecnico che i giocatori". 

Probabile Formazione

Il C.T. Sabella deve ancora sciogliere alcuni dubbi sulla formazione titolare. Il reparto difensivo è quello collaudato e schierato quasi in tutte le partite di qualificazione, con Romero tra i pali Fernandez e Garay centrali, e Zableta e Rojo sulle fasce. Il principale dubbio riguarda la presenza o meno di Gonzalo Higuain. L'attaccante del Napoli, reduce ancora da alcuni malanni fisici, quasi sicuramente partirà dalla panchina e al suo posto dovrebbe giocare Ezequiel Lavezzi. A completare il reparto d'attacco ci saranno Aguero e il capitano Messi. L'altro dubbio del commissario tecnico, è chi schierare tra Maxi Rodriguez e Fernando Gago, con l'ex Roma leggermente favorito. Per quanto riguarda il modulo l'Argentina dovrebbe schierarsi con un 4-3-3 con Angel Di Maria nei 3 di centrocampo. 

Bosnia

Tutti gli amanti del calcio hanno ancora negli occhi le immagini di Pjanic commosso durante i festeggiamenti per la qualificazione alla Coppa del Mondo. E finalmente ci siamo, è il giorno dell'esordio per la Bosnia-Erzegovina, alla prima partecipazione nella Coppa del Mondo. Susic, facendo ricorso a tutta la sua esperienza, dovrà trasmettere ai suoi la giusta tranquillità, perchè non sarà per niente facile trattenere l'emozione all'esordio nella competizione che ogni calciatore sogna di giocare. Se si pensa che la Bosnia non proverà a vincere la partita, si fa un grosso errore. Dzeko e compagni in tutte le partite della qualificazione, hanno dimostrato di essere un gruppo compatto e dotato di individualità che farebbero comodo a qualsiasi squadra. Su tutti naturalmente la classe e il talento di Mirlame Pjanic, fuoriclasse in grado di fare la differenza anche a questi livelli. Proprio il trequartista della Roma ha rilasciato dichiarazioni che non lasciano nessun dubbio: " sicuramente l'emozione sarà tanta, ma siamo alla prima partecipazione ai Mondiali di calcio e non abbiamo nessuna voglia di fare da comparsa. Non abbiamo paura di nessuno, rispettiamo l'Argentina e Messi, ma non siamo intimiditi dal confronto. Il nostro obiettivo minimo è passare il girone, ed abbiamo buone possibilità di farlo". Il C.T. dei dragoni nell'ultima conferenza stampa ha lasciato intendere che probabilmente costruirà una gabbia attorno al giocatore più atteso della serarta, Leo Messi. 

Probabile Formazione

Il C.T. Safet Susic ha ormai le idee chiare a poche ore dall'esordio. Dovrebbe affidarsi agli stessi undici che hanno permesso alla Bosnia di partecipare alla Coppa del Mondo, optando per un 4-2-3-1. L'unico dubbio per il C.T. è rappresentato da chi schierare nella posizione di terzino. A destra si giocano il posto da titolare Mujdza e Vrasjevic, con il primo leggermente favorito. A sinistra Susic è intenzionato a schierare Salihovic, proprio come avvenuto nelle amichevoli di perparazone disputate nelle scorse settimane; dipenderà tutto dallo stato di forma  del giocatore dell'Hoffenheim, nel caso in cui non dovesse farcela, Lulic agirà come esterno alto e Kolasinac giocherà nel ruolo di terzino. A centrocampo faranno da diga Medunjanin e Besic, con Pjanic e Misimovic dietro l'unica punta Dzeko. 

Arbitrerà l'incontro il salvadoregno Joel Aguilar.


Share on Facebook