Brasile 2014, Sirigu: "Emozionato ma sereno, con il Costa Rica sarà dura"

Il portiere sardo parla in conferenza stampa del proprio esordio mondiale contro l'Inghilterra e analizza la difficile gara con il Costa Rica. In palio il primo posto nel girone. Ancora non conferma il suo impiego e spera in un recupero di Buffon.

"L'emozione c'era, è normale. L'ho percepita prima di entrare in campo, ricevevo sms e chiamate, capivo che stava accadendo qualcosa di importante. Ma la gara l'ho vissuta bene, ero sereno, in campo ritroviamo sempre ciò a cui siamo abituati." Conferma l'emozione, e sarebbe difficile credere il contrario ad un esordio Mondiale, ma Sirigu, portiere del Psg e secondo di Buffon in Nazionale, trasmette anche grande fiducia e consapevolezza.

È lui ha parlare in conferenza stampa dopo la vittoria al debutto contro gli inglesi e il rientro a Mangaratiba, sede del ritiro azzurro. Un pensiero non manca anche per la propria regione, la Sardegna:" È un orgoglio essere il primo portiere di questa regione, poterla rappresentare con questa maglia, sono molto legato alla mia terra. " Il pensiero è già alla gara di venerdì quando gli uomini di Prandelli affronteranno la sorpresa Costa Rica, prima nel girone proprio a pari punti con gli azzurri. Sarà già una gara determinante e Sirigu lo sa. "La Costa Rica sarà un avversario difficile, non solo per noi, per tutti. Vincendo contro l'Uruguay ha scomunicato i piani generali. Sarà una partita importante sia per loro che per noi, passare in testa al girone sarebbe fondamentale. È una gara delicata. Vogliamo vincere assolutamente, dobbiamo impostarla al meglio. Davvero nessuno si aspettava che avrebbe vinto contro l'Uruguay."

E quando gli si chiede un giudizio sul talento del Costa Rica Campbell risponde senza mezzi termini:" Ho giocato in Champion contro l'Olimpiacos, Campbell mi aveva impressionato. Sapevo che in questo clima e a queste condizioni avrebbe potuto esprimere al meglio il suo potenziale. È una squadra fisica, non sarà facile." Non vi è ancora certezza che Sirigu sia titolare anche venerdì. Buffon prosegue nelle terapie e trapela un moderato ottimismo. "Non so se giocherò, mi sto allenando come sempre. Speriamo tutti che Buffon recuperi al più presto. Io comunque sono pronto." E, a chiosare, un giudizio sui propri colleghi:" Chi è per me il miglior portiere del Mondiale (Buffon escluso)? Nure, concreto affidabile e moderno. Curtis invece è tra i migliori tre al mondo."

Calcio Internazionale