Live Argentina - Iran, Mondiali 2014 in diretta

Live Argentina - Iran, Mondiali 2014 in diretta
Argentina
1 0
Iran
Argentina : 4-3-3 : Romero; Zabaleta, Fernandez, Garay, Rojo; Gago, Mascherano, Di Maria (dal 92' Biglia); Messi, Higuain (dal 76 Lavezzi), Aguero (dal 76 Palacio). Allenatore : Sabella
Iran: 4-4-2 : Haghighi; Montazeri, Hosseini, Sadeqi, Pooladi; Nekounam, Teymoruian; Shojaei (dal 76 Heydari), Hajsafi (dal 89 Haghighi); Dejagah (dal 86 Alireza), Goochannejhad. Allenatore : Queiroz
SCORE: 1-0, min 91, Messi
ARBITRO: Arbitro : Milorad MAZIC SerbiaSRB Assistenti : Milovan RISTIC (SRB), Dalibor DJURDJEVIC (SRB) Quarto uomo : Norbert HAUATA (TAH) Ammoniti : Nekounam (I), Shojaei (I)
NOTE: Estadio MineiraoBelo Horizonte (BRA) - 21 Jun 2014 - 18:00 Group Stage - Group F

L'Argentina viene a capo di un match difficilissimo, dove ha dovuto aspettare la magia del suo fenomeno per sbloccarla al 91'. Dopo una partita pessima, come all'esordio, Leo Messi ha piazzato la zampata vincente con un colpo da campione!!! L'Iran esce a testa altissima con una prestazione fantastica, oltre ogni più rosea aspettativa. Goochannejhad ha fatto il possibile battendosi come un leone e sfiorando il vantaggio a metà ripresa. Grandissima partita di Hosseini, un baluardo, un muro invalicabile, che nessuno è riuscito a superare. E' servita una giocata del fenomeno argentino. La PULCE l'ha vinta da solo con un gol da paura! Finale dal Mineirao : Argentina 1 Iran 0!!! Da Andrea Bugno e dalla redazione di Vavel Italia, la più cordiale buonasera! A seguire non perdete il live di Germania-Ghana sempre su Vavel. 

FISCHIO FINALE DI MAZIC!!! MESSI REGALA I 3 PUNTI DELLA QUAIFICAZIONE AGLI ARGENTINI ED A SABELLA! 

93' - L'Iran con la forza della disperazione prova a buttarsi in avanti. Nulla di fatto! 

Pubblico del Mineirao in delirio, come se fossimo al Camp Nou, inneggiano la PULCE! UN GOL ASSURDO! 1-0

Si libera di un avversario sul vertice dell'area, e di sinistro, a giro, la mette dove HAGHIGHI non può arrivarci. 

MESSSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII MEEEESIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII MESSSSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII UN GOL PAZZESCOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

90' - 4 di recupero

89' - Ancora Di Maria serve Lavezzi sulla sinistra, cross del pocho che viene deviato tra le braccia del portiere. 

88' - MIRACOLO DI ROMEROOOOOOO!!!! CONTROPIEDE IRAN!!! GUCCI SOLO DAVANTI A ROMERO CHE COMPIE UN MIRACOLO!!!

87' - Ancora angolo Argentina. Hosseini libera un cross di Di Maria.

86' - Mascherano dentro per Palacio. Di testa impegna Haghighi che mette in angolo. Esce Dejagah, dentro Alireza

85' - Contropiede Iran, Rojo atterra Goochannejhad

83' - Il cross di Fernandez viene respinto sui piedi di Rojo che ci prova da fuori area. A lato!

82' - Discesa di Lavezzi, chiuso in angolo da Sadegi. 

81' - Lavezzi dentro per l'accorrente Zabaleta, Haghighi lo anticipa in uscita.

80' - Riparte l'Iran, Heydari sbaglia il cross.

79' - Angolo per l'Argentina, Guadagnato da Rojo sulla sinistra.

78' - Di Maria dentro per Palacio. Cross per Lavezzi anticipato da Hosseini. UN MURO! 

Primi cambi del match. Fuori Aguero ed Higuain dentro Palacio e Lavezzi. Per l'Iran dentro Heydari per Shojaei

75' - DI MARIA VICINO AL VANTAGGIO!!! Rojo anticipa un avversario e serve il compagno in posizione migliore. Tiro centrale prontamente respinto da Haghighi

73' - MESSI VICINO AL GOL! Punizione che finisce sull'esterno della rete!

72' - Steso Di Maria, punizione dal vertice destro dell'area. Ammonito Shojaei.

71' - Riparte l'Iran, ancora angolo. 

70' - L'Argentina non trova spazi! Si ostina a palleggiare lentamente a centrocampo senza trovare le verticalizzazioni giuste per arrivare al tiro

68' - Messi apre per Di Maria sulla sinistra, cross teso. Haghighi libera di pugno. 

67' - CLAMOROSISIMA OCCASIONE PER L'IRANN!!!! DEJAGAHHH ANTICIPA DI TESTA ZABALETA!!! ROMERO ALZA IN ANGOLO!!!!

66' - Ancora angolo per l'Iran che inizia a crederci! 

64' - Iran in avanti. Dal calcio d'angolo nasce una mischia in area di rigore. Libera Gago ma che rischio!

62' - Messi cerca spazio al limite dell'area iraniana ma viene prontamente triplicato. 

59' - MEEESSII VICINISSIMO AL GOL!!!! Finalmente si accende la pulce, prende palla a centrocampo e si invola verso la porta. Sinistro di poco a lato. 

56' - 10 minuti giocati nella ripresa, ma il tema della partita non cambia. Forcing dell'albiceleste, che però non trova sbocchi, non impensierendo quasi mai Haghighi.

54' - Di Maria ancora al centro, la difesa libera in angolo. Nulla di fatto sugli sviluppi del corner

53' - CLAMOROSA RIPARTENZA IRAINANA! Gucci anticipa Fernandez di testa. Romero si supera parando di piede

51' - Ancora Rojo, sul pallone di Mascherano a scavalcare la difesa, grande cross per il terzino. Per pochi centimetri non c'arrivano prima Aguero poi Higuain

50' - Serpentina centrale di Messi che supera due avversari e scarica sulla destra per Zabaleta. Finta verso il centro e tiro di sinistro leggermente alto sulla traversa.

49' - Buona discesa di Rojo sulla sinistra, spezza un raddoppio avversario. Il cross al centro è alto, però, per Aguero.

47' - Aguero spizza di testa per Higuain, Sadegi chiude in rimessa laterale, dalla quale scaturisce il primo angolo della ripresa

FISCHIA MAZIC! INIZIA LA RIPRESA!

Tornano in campo le squadre, l'Argentina ha preceduto gli iraniani. Nessuna novità di formazione!

L'Argentina non riesce a sfondare il muro eretto dalla difesa iraniana. Troppo lenta e prevedibile la manovra di Messi e compagni. Nelle uniche occasioni avute nei primi 45 minuti, bravo il portiere Haghighi su Higuain, mentre dagli sviluppi di due calci d'angolo, Rojo, Fernandez e Garay non hanno trovato lo specchio della porta. Buona l'applicazione dell'Iran in fase difensiva che ha sbagliato davvero poco e concesso una sola occasione a Leo Messi. Vediamo se Sabella riuscirà a ripetere le mosse vincenti dell'esordio contro la Bosnia. 

In tribuna anche Javier Zanetti, ex capitano dell'albiceleste e dell'inter.

NULLA DI FATTO! MAZIC FISCHIA LA FINE DEL PRIMO TEMPO!!! CLAMOROSO AL MINEIRAO. ARGENTINA ED IRAN ANCORA SULLO 0-0 

45' + 1 - Ultima punizione per l'Iran dalla trequarti. 

45' - Fernandez non trova la porta sul cross di Di Maria. 2 minuti di recupero

44' - Di Maria scambia sulla sinistra con Aguero e guadagna un angolo. Ultima occasione del primo tempo

43' - Higuain trova spazio sulla fascia destra. Palla troppo su Haghighi che blocca in sicurezza.

41' - CLAMOROSISSIMA OCCASIONE PER HOSSEINI!!! Stacca in anticipo su Fernandez, ma non trova la porta!

41' - Iran in attacco, Rojo mette in angolo. Dejagah dalla bandierina

39' - Iran con tutti gli uomini negli ultimi 30 metri di campo! L'Argentina non trova spazi. Ed i cross non sono precisi per la testa di Higuain.

37' - GARAY VICINISSIMO AL VANTAGGIO!!!! Cross di Messi, stacca il difensore del Benfica che alza di mezzo metro sopra la traversa. 

36' - Goochannejhad atterra Gago. Punizione dal vertice dell'area sinistra. Nel frattempo Messi un pò preoccupato 

34' - Messi prova a partire in velocità, lo chiudono in tre! 

33' - Messi di sinistro. Palla di poco alta sopra la traversa. 

32' - Atterrato Messi al limite dell'area, punizione da posizione ottima per la pulce

30' - Riparte l'Iran in contropiede. Chiude bene Fernandez. 

29' - Messi non riesce a trovare spazi tra le linee di difesa e centrocampo iraniane, andando spesso a prendere la palla a centrocampo. 

85% di possesso palla per la squadra di Sabella che però non riesce a sbloccare il punteggio. 

26' - Di Maria entra in area indisturbato grazie ad un passaggio di Aguero. Sbaglia il controllo allungandosi troppo la palla. Chiuso in angolo 

23' - Aguero sulla sinistra prova il cross. Montazeri respinge in angolo. ROJO VICINISSIMO AL GOL DI TESTA! 

22' - GRANDE AZIONE PER L'ARGENTINA!!! Di Maria dentro l'area per Higuain che appoggia di prima per Aguero che di destro prova il tiro a giro. Haghighi in angolo. 

21' - Messi parte spesso dalla fascia sinistra per poi accentrarsi e provare la conclusione. 

Higuain chiuso dal portiere avversario al minuto 13

19' - Higuain per il rimorchio di Angel Di Maria, sinistro alto sulla traversa. 

17' - Contropiede dell'argentina dal calcio d'angolo, sbaglia l'ultimo stop ancora Higuain.

16' - Fernandez chiude Goochannejhad in fallo laterale prima ed in calcio d'angolo poi. 

13' - CLAMOROSA OCCASIONE PER HIGUAIN!!! Grande palla di Gago per il pipita chiuso bene da Haghighi in uscita bassa. 

L'occasione del terzo minuto dell'Iran su punizione. 

11' - Numero clamoroso di Di Maria con un tunnel sulla sinistra, il suo cross non trova Higuain, chiuso bene da Hosseini di testa. 

10' - Messi per Di Maria che aspetta la sovrapposizione di Rojo. Montazeri chiude bene sul laterale argentino non concedendogli l'angolo 

8' - Argentina subito in pressione. Aguero e Rojo duettano sulla sinistra ma non riescono a concludere a rete

6' - Messi parte alle spalle di Aguero ed Higuain, svariando su tutto il fronte offensivo.

5' - Prima azione di Messi che parte dalla fascia destra, serve Zabaleta in sovrapposizione che trova Aguero in area. Chiude la difesa.

4' - Punizione pericolosa dalla trequarti per gli iraniani, con Dejagah che non trova la palla per chiudere a rete. 

2' - Subito Argentina in possesso palla che prova ad entrare nella difesa iraniana per vie centrali. 

18.01 LO SLOVENO MAZIC DA IL VIA AL MATCH, PARTITI!!! Anche Diego Armando Maradona assisterà al match

17:55 Squadre in campo per gli inni nazionali 

Mascherano celebra le sue 100 presenze con l'albiceleste

Tifosi iraniani pronti al match. 

17.47 Squadre nel tunnel del Mineirao, pronte per scendere in campo per gli inni nazionali

17.40 Unico precedente un pareggio per 1-1 nel 1977 in un torneo organizzato dal Real Madrid per i 75 anni dalla nascita del club

17.33 Tutto confermato quindi nell'Argentina, dove Sabella ha scelto la squadra del secondo tempo contro la Bosnia, con il tridente Messi-Aguero-Higuain.

17:30 mancano 30 minuti al calcio d'inizio 

 

17:24: Mascherano con la partita di oggi arriverà a 100 presenze con la maglia dell'Argentina. Ieri in conferenza stampa elogiando il suo compagno di squadra Leo Messi è stato chiaro, questo sarà il suo mondiale: "Non sarebbe capace di togliere o mettere un giocatore, non è nella sua personalità. E sarebbe una totale mancanza di risetto dell’allenatore. Leo capisce di calcio, ha il diritto di dire come preferisce giocare e la verità è che siamo più abituati a giocare con il tridente. Ma Leo sa anche che durante il cammino mondiale la squadra potrà cambiare tattica. Se può essere il suo Mondiale? Lo vedo super maturo, pronto a fare qualcosa di grande"

17:20 Formazioni ufficiali Argentina: Romero, Garay, Zabaleta, Gago, Di Maria, Higuain, Messi (c), Mascherano, Rojo, F. Fernandez, Aguero

Iran: Haghighi, Haji Safi, Hosseini, Sadeghi, Nekounam (c), Shojaei, Timotian, Montarezi, Ghoochannejad, Dejagah, Pooladi

16:45 - Benvenuti alla diretta live del match valevole per la seconda giornata del Gruppo F. In campo allo stadio Mineiorao di Belo Horizonte, Argentina ed Iran, in quello che dovrebbe essere, sulla carta, un match già scritto. Tutte le attenzioni, come del resto ogni partita quando gioca l'Argentina, saranno su Leo Messi. Dopo lo splendido gol segnato alla Bosnia, la pulce vuole superare il record di gol messi a segno in un mondiale, e vuole farlo già a partire da stasera contro l'Iran. La squadra di Queiroz, dopo un buon pareggio all'esordio contro la Nigeria, ha dalla sua una buona organizzazione di squadra e di difesa. Basterà per fermare Messi e l'Albicelese?

16:20 - Il tecnico Sabella, in vista della partita contro l’Iran: "Non mi hanno dato assolutamente fastidio le parole di Messi, ho sempre saputo che gli piace giocare con il modulo 4-3-3. Ha parlato con grande rispetto. Dopo il primo tempo giocato con la Bosnia ho deciso di cambiare perchè coi miei collaboratori abbiamo visto che qualcosa non stava andando per il verso giusto. Non potevamo contenere sino alla fine l'1-0 – ha proseguito Sabella parlando della gara inaugurale contro la Bosnia - la squadra stava rischiando troppo di subire il pareggio. Dovevo cambiare qualcosa e quindi l'ho fatto. C'è comunque da ricordare che il calcio è strano: alla fine il primo tempo lo abbiamo vinto 1-0 mentre il secondo tempo lo abbiamo pareggiato 1-1".

Probabili formazioni : Messi ha quasi obbligato Sabella al cambio di modulo dopo il deludente primo tempo contro la Bosnia. I progressi visti nella ripresa con l'ingresso di Higuain, verranno confermati contro gli iraniani. Anche se come riporterà Sabella in conferenza stampa, il primo tempo è stato vinto dagli argentini mentre il secondo no. 

Argentina : 4-3-3 : Romero, Zabaleta, Fernandez, Garay, Rojo, Gago, Mascherano, Di Maria, Aguero, Messi, Higuain. All.: Sabella

16:10 - Carlos Queiroz per la missione impossibile contro l’Albiceleste si affiderà al 4-4-2 rinforzato con la presenza di Heydari davanti la difesa. Fuori Pouladi e dentro Shojaei per dare un maggior apporto alle eventuali ripartenze; Dejagah avrà il compito di giocare tra le linee e dare una mano all’unica punta vera Goochannejhad. 

Iran : 4-4-2 : A. Haghighi; Montazeri, Hosseini, Sadeghi, Beikzadeh; Nekounam, Heydari, Teymourian, Shojaei; Dejagah, Goochannejhad. All.: Carlos Queiroz.

16:00 - Altra curiosità legata ad un giocatore del Barcellona, che è stato anche in orbita Napoli, è quella che riguarda Mascherano. Il vice capitano della seleccion, quello che è il leader carismatico della squadra di Sabella, raggiunge il traguardo delle 100 presenze con la maglia albiceleste. Messi, invece, è sempre alla ricerca di record. Non dovrebbe avere problemi a superare quello legato alle sue realizzazioni in un Mondiale, eguagliato già con il gol alla Bosnia. Di più difficile realizzazione è quello di raggiungere Batistuta come miglior marcatore di tutti i tempi della nazionale : l’ex Fiorentina e Roma si è fermato a 56 reti (messe a segno in 78 partite con un clamoroso 0.72 di media), mentre Messi, come detto precedentemente è a quota 39

Proprio Higuain, che oggi dovrebbe formare il terzetto d’attacco con Aguero e Messi, è il miglior marcatore dei tre in nazionale. Non come somma di gol, dove sia Messi che Aguero gli sono davanti rispettivamente con 39 e 21 gol, ma in rapporto ai gol segnati per partite giocate. Higuain nelle 36 gare in cui è sceso in campo ha messo a segno 20 gol, media di 0.55. Mentre sia “la pulce” che “el kun”, si aggirano sulla media di 0.43 gol per partita.

15:50 - Diego Maradona, intervistato da Il Mattino, ha parlato della questione Higuaìn-Barcellona. L’ex allenatore della seleccion, che quattro anni fa l’aveva fatto esordire in nazionale prova a dare dei consigli al “pipita”. Ecco le sue parole: ”Non sarebbe giusto. A meno che il Napoli non decida di cederlo. Nel calcio non deve decidere il dio denaro ma i valori. Ogni giocatore deve imparare ad amare la maglia e quella azzurra del Napoli si fa amare molto. Io ho avuto grandissime soddisfazione lì e anche lui potrebbe farlo. Deve solo crederci e non farsi distrarre dalle sirene che inevitabilmente arrivano a un campione come lui”.

LA QUESTIONE HIGUAIN – A tener banco nel ritiro dell’Argentina è inevitabilmente il polverone alzatosi successivamente alle notizie che vogliono il Barcellona di Messi interessato al centravanti del Napoli ed ex Real Madrid, Gonzalo Higuain. Non è un mistero che Leo abbia fatto delle richieste di mercato al suo club dopo “l’affronto” dell’acquisto di Neymar, sebbene avesse chiesto l’arrivo del suo amico Aguero. Il nome è stato preciso. Leo vorrebbe Higuain al Barcellona per formare un terzetto offensivo da paura.  Il Napoli ha dichiarato incedibile il “pipita”, ma davanti ad un’offerta clamorosa di certo lascerebbe partire l’attaccante. Alcuni giornali parlano anche di un accordo già raggiunto tra l’entourage (il padre) dell’attaccante e la società blaugrana. Il ragazzo sembra concentrato sul Mondiale, senza dichiarare niente agli organi di stampa, argentini e non. Addirittura la Federazione argentina non ha lasciato parlare il centravanti nella conferenza stampa prima dell’esordio contro la Bosnia, quasi a voler togliere i riflettori dal giocatore del Napoli, sortendo l’effetto contrario.

15:40 - Goochannejad, che ha disputato un buon match contro la Nigeria, lottando da solo contro I difensori africani ha espresso il suo parere riguardo la prima partita : “è stata una partit dura, sapevamo che loro erano una squadra molto forte fisicamente, ma questo non ci ha fermato dal pressarli per tutta la durata della partita costantemente, permettendoci di annullare il loro gioco”. Per quanto riguarda la partita di oggi, invece, ha detto che la pressione è tutta dalla parte di Messi e compagni : “Dobbiamo pensare solo a divertirci e seguire le istruzioni che ci dà il nostro allenatore alla lettera. Ovviamente non avremo niente da perdere in questo match. L’Argentina è tra le favorite della competizione, e lo stesso non può esser detto di noi. Tutta la pressione sarà sulle loro spalle, e noi dovremo mostrare tutto il nostro carattere come abbiamo fatto contro la Nigeria”. Anche se dovesse uscire sconfitta dalla partita contro gli argentini, l’Iran avrà l’ultima partita a disposizione contro la Nigeria per sperare in una clamorosa qualificazione. Dalla loro infatti ci sono i 5 precedenti contro gli europei che parlano di ben 4 vittorie.

“Gucci”, come lo chiamano i compagni e l’allenatore Queiroz è la punta di diamante di questa nazionale iraniana, che ha vissuto una vigilia alquanto travagliata prima di arrivare in Brasile. La federazione iraniana non ha concesso ai giocatori la possibilità di scambiare le magliette con gli avversari a fine partita, chiedendo inoltre agli stessi di lavare le maglie per poterle poi riutilizzare. Il governo locale, inoltre, ha anche proibito la diffusione delle partite nei bar e nei centri sociali del paese, evitando che ci si riversasse nelle piazze come in occasione della qualificazione.

15:30 - Problemi che hanno portato ad una profonda riflessione l’allenatore della nazionale, il portoghese Carlos Queiroz. In un’intervista concessa al quotidiano portoghese Público, l’ex vice allenatore del Manchester United  ha dichiarato che lascerà l’Iran dopo il mondiale brasiliano. La Federcalcio iraniana ha cercato in questi mesi di trattenerlo con proposte di rinnovo. “Non c’erano sufficienti aiuti da parte del governo, e mi sembrava chiaro non vi fosse più un interesse effettivo a mantenere il lavoro sviluppato a livello di nazionale”. Che i rapporti tra Queiroz e le istituzioni iraniane non fossero buoni, era evidente: più volte il tecnico portoghese si è lamentato per la scarsa organizzazione e gli ostacoli (anche burocratici) incontrati durante la preparazione alla Coppa del Mondo. “E’ stato il lavoro più duro che abbia mai avuto nella mia carriera. Portare un gruppo di giocatori praticamente dilettanti ad una prova molto professionale, con le esigenze del calcio moderno, è stato molto difficile”. Inoltre la maggior parte delle nazioni invitate a disputare amichevoli che si sarebbero dovute giocare a Teheran, sono state rifiutate. L’allenatore portoghese aveva inoltre richiesto la possibilità di effettuare tre ritiri prima del Mondiale, in Portogallo, Sud Africa e Austria. Il primo gli è stato annullato per mancanza di fondi ed il secondo in Africa è stato preparato con soli 11 giocatori causa la concomitante Champions League  asiatica. “Abbiamo finito per giocare solo quattro partite, ma dati i vincoli finanziari relativi alle sanzioni economiche internazionali e le difficoltà che attraversa la federazione, abbiamo dovuto rivolgerci alla disponibilità di alcuni ‘amici”.

Si gioca allo stadio Minerao di Belo Horizonte, dove sono attesi circa 60000 spettatori dei quali almeno la metà saranno di fede argentina. Inaugurato nel dicembre del 1965, è uno degli stadi più storici del Brasile, casa dell’Atletico Mineiro e del Botafogo. Ospiterà ben 6 partite di questi Mondiali brasiliani. Oltre a quella di questa sera, ha ospitato l’esordio della Colombia contro la Grecia (3-0 per i cafeteros), Belgio – Algeria (2-1 per Hazard e compagni) ed ospiterà Costa Rica – Inghilterra nell’ultima giornata della fase a gironi, una partita degli ottavi ed una delle due semifinali. 

Calcio Internazionale