Niente da fare per Zaccheroni, Giappone eliminato

Termina 4-1 per la Colombia che infrange le speranze del Giappone di approdare agli ottavi. I sudamericani giocano una grande partita contro un Giappone troppo rinunciatario e in difficoltà. L'altra qualificata del girone C diventa quindi la Grecia.

Niente da fare per Zaccheroni, Giappone eliminato
Jackson Martinez
Giappone
1 4
Colombia
Giappone : Kawashima, Uchida, Konno, Yoshida, Nagatomo, Aoyama (62' Yamaguchi), Hasebe, Okazaki ( 69' Kakitani), Honda, Kagawa (85' Kiyotake), Okubo All: Zaccheroni
Colombia : Ospina (84' Mondragon), Arias, Valdes, Balanta, Armero, Cuadrado (46' Carbonero), Guarin, Mejia, Quintero (46' Rodriguez), Ramos, Martinez. All: Pekerman.
SCORE: 0-1, 17', Cuadrado (R), 1-1, 46', Okazaki, 1-2, 55'. Martinez , 1-3, 82', Martinez, 1-4, 90', Rodriguez
ARBITRO: ARBITRO: PEDRO PROENÇA (POR) AMMONITI: Konno 16' , Guarin 63'
NOTE: TERZA PARTITA DEL GIRONE C, ARENA PANTANAL DI CUIABÀ

All’arena Pantanal di Cuiabà si gioca l’ultima sfida del girone C tra Giappone e Colombia: gli uomini di Zaccheroni sono a secco di vittorie e si affidano a Honda e Okazaki per cercare l’impresa. Dall’altra parte la Colombia che, ormai certa del primato, vuoel comunque chiudere il girone al meglio  prima di concentrarsi sull’Uruguay.

PRIMO TEMPO- Partono bene gli uomini di Zaccheroni che sanno di dover vincere per forza ma al 15’ il Giappone commette una grande ingenuità: Konno interviene irregolarmente su Ramos in area di rigore, l’arbitro non ha dubbi, è rigore. Cuadrado non sbaglia, 1-0 per la Colombia. I samurai blu però non ci stanno e riprendono ad attaccare, troppo importanti i tre punti per non mettercela tutta. La prima occasione arriva al 25’ con Kagawa che da dentro l’area prova la conclusione in porta parata però da Ospina, le altre occasioni arrivano invece con tiri da fuori e punizioni calciate soprattutto da Honda. La Colombia comuqnue non demerode e va vicina al 2-0 con Jackoson Martinez che però calcia male in area da buona posizione. La partita cambia all’ultimo minuto del primo tempo: Honda crossa e in area trova Okazaki che con un gran colpo di testa realizza il pari al 46’, 1-1. Gli uomini di Zaccheroni tornano a sperare. 

SECONDO TEMPO- Si riparte ma il Giappone fatica ancora: è infatti la Colombia che al 55’ trova il 2-1 con Jacksona Martinez che realizza la sua doppietta con un diagonale preciso che finisce a rete, i sudamericani sono ancora avanti. I samurai blu si danno da fare ma non riescono a creare le occasioni ideali per cambiare la situazione, vanno vicini al gol solo con Honda su calcio di punizione al 64’. Piano piano gli asiatici crescono e arrivano con più frequenza nell’area di rigore colombiana aprendosi così a preicoloso contropiedi. Nonostante l'impegno del Giappone, è ancora una volta la Colombia a trovare il gol e così all'82' Jackson Martinez realizza la sua tripletta: il colombiano trova il gol da posizione defilata mettendo anche a sedere Kawashima , 3-0 e speranze finite per il Giappone. C'è spazio poi anche per l'ultimo gol del match: all'89’ i colombiani portano a quattro le loro reti,  Rodriguez segna un grandissimo gol, l’attaccante offre una grande giocata in area di rigore superando i difensori giapponesi e mette a rete con un fine pallonetto, 4-1.

Dopo 3' di recupero il match termina e il Giappone è costretto a dire addio al Mondiale, agli ottavi infatti, olte alla Colombia, va la Grecia

Calcio Internazionale