Polverone in casa Ghana: Boateng e Muntari sospesi

A poche ore dalla sfida crocevia per la qualificazione contro il Portogallo, caos nel ritiro degli africani

Polverone in casa Ghana: Boateng e Muntari sospesi
Polverone in casa Ghana: Boateng e Muntari sospesi

Il Ghana è in subbuglio. E' giunto negli ultimi minuti il comunicato della Federazione Ghanese che sospende con effetto immediato Kevin Prince Boateng e Sulley Muntari dalla Nazionale. Il centrocampista del Milan non avrebbe comunque preso parte alla sfida di stasera in quanto squalificato. Una vigilia movimentata per una partita che sarà vitale per la qualificazione agli ottavi degli africani. Le premesse sono tutt'altro che confortanti. Questi i comunicati:

"La Federazione del Ghana ha sospeso con effetto immediato dalla squadra il centrocampista Sulley Muntari a tempo indeterminato. La decisione è stata presa in seguito ad un'aggressione non provocata che Muntari ha posto in essere nei confronti di un membro della federazione, Moses Armah, lo scorso 24 giugno nel corso di una riunione. E' inoltre revocato l'accreditamento di Muntari per Brasile 2014".

Stessa sorte per il centrocampista ex Milan ora in Germania allo Schalke 04: "La federazione del Ghana ha approvato la decisione del ct Appiah di sospendere a tempo indefinito Kevin Prince Boateng dalla nazionale maggiore. La decisione ha effetto immediato ed è stata presa dopo le aggressioni verbali che il giocatore ha rivolto nei confronti di Appiah durante una sessione di allenamento. La decisione è arrivata anche perchè Boateng non ha mostrato alcun tipo di rimorso per il suo comportamento. L'accreditamento di Boateng per Brasile 2014 è revocato con effetto immediato". Sono ancora da chiarire i motivi che hanno spinto la federazione a privarsi di due degli elementi più validi della rosa, ma sembra che la decisione sia stata presa in seguito ad una rissa scoppiata tra i due ex compagni rossoneri. 

Calcio Internazionale