Live Young Boys - Napoli in Europa League

Live Young Boys - Napoli in Europa League
Young Boys
2 0
Napoli
Young Boys: (4-2-3-1) - Mvogo; Lecjaks, Vilotić, Von Bergen, Sutter; Gajić, Sanogo Junior; Nuzzolo (Rochat), Kubo (Bertone), Steffen (Nikci); Hoarau.
Napoli : (4-2-3-1) - Rafael, Maggio, Henrique, Albiol, Ghoulam; Inler, Jorginho (Callejon); Mertens, De Guzman (Higuain), Michu (Hamsik); Zapata.
SCORE: 1-0, min. 52, Hoarau. 2-0, min. 92, Bertone.
ARBITRO: R. Buquet (Fra). Ammoniti: Vilotic (YB), Lecjaks (YB), Sanogo (YB), Jorginho (N), Ghoulam (N).
NOTE: 23 ottobre 2014, ore19.00. STADE DE SUISSE Wankdorf Bern di Berna, terza giornata Girone I, Europa League.

Risultato forse ingiusto per quanto visto in campo, ma il calcio è anche questo, non sempre vincono i più forti. Finisce qui Young Boys - Napoli, per questa sera è tutto, un saluto da Vincenzo Esposito e da Vavel Italia.

Dopo tre minuti di recupero il signor Buquet fischia la fine del match. Lo Young Boys si impone sul Napoli per 2 reti a 0. Gli svizzeri raggiungono a quota 6 i partenopei in testa alla classifica del Girone I.

92'- BERTONEEEEEE!!!! La chiude Bertone. Contropiede chirurgico dello Young Boys che chiude qui il match. 

90'- Sono tre i minuti di recupero. Pochi rispetto a tutto il tempo perso in questa ripresa. 

88'- Ci prova Callejon con un tiro dal limite. Palla deviata che termina tra le mani di Mvogo.

85'- Young Boys tutto schiacciato nella propria metà campo. Gioco fermo da un minuto con gli elvetici che perdono tempo. Sarebbero tre punti davvero preziosi per loro.

82'- Corner per il Napoli. Entra Higuain al posto di de Guzman. Tutti all'attacco per i partenopei.

79'- Gol di Callejon annullato per fuorigioco. Giustissima la chiamata del guardalinee.

76'- Il Napoli prova ad alzare il baricentro, ma non riesce ad essere pericoloso.

74'- Ci prova Zapata, tiro rimpallato dai difensori svizzeri. Secondo cambio per Benitez, entra Callejon ed esce Jorginho.

72'- Fallo di Ghoulam su Steffen, giallo per lui.

70'- Tiro altissimo di Steffen. Primo cambio per Forte, entra Bertone per Kubo.

68'- Azione dubbia in area svizzera. Resta a terra dolorante Hamsik. Forse c'era stato un contatto con Vilotic.

66'- Ammonito Jorginho per un fallo tattico su Sanogo.

63'- Ci prova Hamsik di testa, palla alta.

61'- Esce Michu, davvero inguardabile l'attaccante spagnolo. Ormai può essere definito un acquisto flop. Entra Hamsik.

60'- Lo Young Boys prova a rallentare i ritmi del match. Intanto sembra pronto a fare il suo ingresso in campo Marek Hamsik.

55'- Zapata va via di forza sulla corsia di destra e Lecjaks lo stende. Giallo per lui. Cross al centro di de Guzman, libera la Vilotic. 

Doccia gelata per il Napoli. Hoarau raccoglie un cross dalla destra, stoppa e conclude di controbalzo. Tiro non irresistibile ma che si stampa all'angolino con Rafael che può solo raccogliere il pallone dalla rete.

52'- Hoarauuuuuu! Dal nulla sbuca Hoarau e porta in vantaggio lo Young Boys!!!

49'- Nuzzolo si rende pericoloso sulla corsia sinistra, e mette al centro un cross teso, che Hoarau sfiora di pochissimo. 

47'- Ci prova Ghoulam, palla di poco alta. Inizio di ripresa propositivo del Napoli.

46'-  Mertens guadagna una punizione da posizione ottimale. Fallo di Sanogo.

20.01 - Squadre rientrate in campo. Inizia la ripresa, palla al Napoli!

19.59 -  Difficilmente Rafa Benitez cambia la formazione durante l'intervallo, staremo a vedere se anche questa volta sarà cosi. Di sicuro per provare a vincere la partita e ad ipotecare la qualificazione, qualche piccolo cambiamento andrebbe apportato. Michu fino a questo momento il peggiore in campo.

19.57 - Bella cornice di pubblico allo Stade de Suisse.

19.55 - La migliore occasione per il Napoli è capitata sui piedi di Dries Mertens, bravo a provare il tiro a giro, ma ancora più bravo Mvogo a distendersi e a deviare la palla in corner.

19.50 - Primo tempo abbastanza tranquillo tra Young Boys e Napoli. Dopo i primi 10 minuti di gioco a favore dei padroni di casa, i partenopei hanno perso il predominio del gioco. Poche le occasioni da ambo le parti, da segnalare un colpo di testa di Hoarau finitio di poco a lato. Nel Napoli prestazione evanescente di Michu, forse sarebbe il caso di inserire uno tra Callejon ed Hamsik al suo posto.

19.46 - L'arbitro Buquet fischia la fine del primo tempo. E' 0-0 a Berna tra Young Boys e Napoli.

43'- Corner conquistato da Hoarau. Batte Nuzzolo, ma Rafael è bravissimo a bloccare in uscita.

40'- Che parata di Mvogo. Mertens va via in contropiede, prova il tiro a giro di interno destro, ma Movogo vola e devia in corner. 

39'- Dopo 5 minuti di stallo, il Napoli si fa vedere in avanti con una bella azione orchestrata da Jorginho, che serve Maggio sulla destra, cross del terzino destro per Zapata, anticipato da Mvogo; la palla arriva dei pressi di de Guzman che di testa prova soprendere l'estremo difensore, ma non ci riesce.

34'- Anticipo provvidenziale di Von Bergen su Zapata. L'attaccante colombiano avrebbe battutto a colpo sicuro.

32'- Mertens, un pò svogliato in questo frangente, sbaglia un comodo passaggio per Ghoulam, involato verso la porta di Mvogo.

30'- Ammonito Vilotic per un'entrata dura su Inler. 

28'- Hoarau ancora una volta pericoloso di testa. Sicuramente dote migliore rispetto al tiro da fuori!

27'- Ripiegamento difensivo di Sutter decisivo su Mertens, palla in angolo.

24'- Michu prova il tiro al volo dal limite, palla alta sopra la traversa. Buon Napoli fino a questo momento.

23'- Bravissimo Kubo a far ripartire l'azione in contropiede. L'attaccante nipponico cambia gioco per Hoarau che calcia malissimo. Palla alle stelle.

Il tiro di Mertens da quasi centrocampo.
 

20'- Forcing degli azzurri. Ci prova de Guzman dal limite, palla deviata in corner. Spazza la difesa dello Young Boys.

19'- Ancora Napoli che prova la ripartenza. Zapata salta Von Bergen ma viene poi murato da Vilotic.

17'- Cosa prova Mertens!!! L'attaccante belga vede l'estremo difensore degli svizzeri fuori dai pali e tenta la conclusione dai 40 metri: palla di poco alta, e brivido lungo la schiena di Mvogo.

16'- Buon tiro di Mertens che supera la barriera, attento Mvogo blocca in due tempi.

15'- Fallo di Von Bergen su Zapata, ottima posizione per Mertens.

14'- Primo squillo dello Young Boys. Bel cross di Nuzzolo per Hoarau, che impatta anticipando Albiol, palla che termina di un pelo fuori.

11'- Fase di studio del match. 

9'- Mertens protesta per un tocco di mano di Sutter, ma il braccio era attaccato al corpo, giusto far proseguire.

7'- Ci prova Gajic da fuori, tiro violento ma non preciso.

Lo Young Boys attacca molto sulla corsia sinistra con Nuzzolo e Lecjaks.

4'- Ci prova Mertens, che entrato in area è troppo altruista, ed invece di tirare prova un passaggio per Michu, anticipato ad Von Bergen.

3'- Buona azione di Nuzzolo che conquista un calcio d'angolo. Bravissimo Rafael in uscita a bloccare il pallone.

1'- I padroni di casa provano a tenere il possesso del pallone, il Napoli aspetta nella propria metà campo.

19.01 - Finalmente ci siamo, l'arbitro francese Buquet dà inizio al match! primo pallone giocato dallo Young Boys.

19.00 - Il capitano dello Young Boys è una vecchia conoscenza del calcio italiano, Von Bergen. Difensore centrale che non ha entusiasmato con le maglie di Palermo e Cesena.

18.59 - Tutto pronto allo Stade De Suisse di Berna. Bella cornice di pubblico, sono quasi 2000 i tifosi partenopei che affollano gli spalti dello stadio di Berna. Squadre in campo pronte ad ascoltare l'inno dell'Europa League.

18.57 - Squadre pronte a fare il loro ingresso in campo agli ordini del signor Buquet.

18.53 - Anche Mertens ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium, queste le sue parole: "L'Europa League non assolutamente un ripiego, è una competizione importante, vogliamo fare bene. Per noi è importante vincere e continuare a migliorare".

18.50 - Young Boys e Napoli sono rientrati negli spogliatoi, manca pochissimo all'inizio della partita. 

18.46 - Continua il riscaldamento delle squadra. Manca meno di un quarto d'ora all'inizio del match. Il Napoli è alla ricerca del sesto risultato utile consecutivo, dopo il pareggio con il Palermo, le vittorie con Sassuolo, Slovan e Torino, ed infine il pareggio di domenica sera contro l'Inter.

18.42 - Dries Mertens si è ripreso una maglia da titolare. E' sempre strano vedere il folletto belga, quasi sempre decisivo, spesso sedere in panchina. In campionato Mertens è stato scelto come titolare da Benitez in una sola occasione, per poi farlo subentrare nelle altre partite. Al momento Mertens è il 13° giocatore più utilizzato della rosa con 491 minuti all'attivo:  Insigne ne ha raccolti 551, esattamente 60 minuti di gioco in più. In realtà, il cammino del nazionale dei 'Diavoli Rossi' sta ricalcando grossomodo quello dello scorso anno. Anche nella scorsa stagione, l'attaccante esterno classe 1987 partì in maniera simile: arrivati a questo punto della stagione, furono 8 le presenze totali, di cui solo la metà dal primo minuto, con 3 assist e nessun goal realizzato

18.38 - Ricordiamo anche gli impegni delle altre italiane in questa lunga serata di Europa League. La Fiorentina sarà impegnata in Grecia contro il Paok Salonicco, con la speranza di dimenticare la brutta sconfitta di domenica contro la Lazio. Il Torino giocherà in casa contro l'Helsinki, mentre l'Inter, nella giornata delle dimissioni di Moratti dalla carica di presidente onorario, sfiderà i francesi del Saint Etienne.

18.32 - Bigon, intervistrato da Mediaset Premium, ha parlato del probabile rinnovo di mister Benitez, asserendo che i rapporti tra la società ed il tecnico spagnolo sono ottimi, e che per adesso non c'è fretta di firmare il rinnovo, ne parleranno durante le feste. Bigon spende poi delle belle parole per Hamsik, che non sta vivendo il momento migliore della sua carriera.

18.28 - Nello Young Boys occhi puntati su Hoarau (ex PSG), attaccante francese dalle spiccate doti tecniche, e su Yuya Kubo, 20enne astro nascente del calcio giapponese, paragonato all'esterno del Borussia Dortmund Kagawa.

18.25 - Si rivede dal primo minuto Duvan Zapata, che non aveva affatto dispiaciuto nelle partite giocate in questo scorcio di stagione. Per lui 1 gol segnato nel pareggio casalingo del Napoli contro il Palermo. 
 

18.20 - Lo Young Boys si schiera in maniera speculare al Napoli, con il 4-2-3-1 che ormai è divenuto uno dei moduli più utilizzati in Europa. Uli Forte ha sciolto i dubbi della vigilia, confermando per 9/11 le nostra anticipazioni. L'allenatore elvetico all'ultimo momento ha prefirito Vilotic a Rochat in difesa, e  Gajić a Bertone a centrocampo. Ecco l'11 schierato da Uli Forte per la terza giornata di Europa League: Mvogo; Lecjaks, Vilotić, Von Bergen, Sutter; Gajić, Sanogo Junior; Nuzzolo, Kubo, Steffen; Hoarau.

18.15 - Ecco lo schieramento azzurro, che in fase di non possesso potrebbe diventare un 4-4-2, con de Guzman e Mertens che si abbassano sulle corsie esterne. 

18.10 - Diramate le formazioni ufficiali. Per quanta riguarda il Napoli, unica sorpresa rispetto alle nostre previsioni, è la presenza dal primo minuto di Albiol: riposa quindi Koulibaly, uno degli uomini di Benitez ad aver collezionato il maggior minutaggio. Per il resto tutto confermato: Maggio e Ghoulam sugli esterni con Henrique a completare il reparto difensivo. In mediana si rivede la coppia Inler - Jorgihno, con il trio de Guzman - Michu - Mertens a supporto di Duvan Zapata. Turno di riposo per Higuain ed Hamsik, apparsi davvero fuori forma contro l'Inter.  

18.05 - Buonasera e benvenuti da Vincenzo Esposito e da Vavel Italia alla diretta scritta live e di Young Boys – Napoli, incontro valido per la terza giornata dei gironi preliminari dell'Europa League 2014/2015. Lo Young Boys arriva all'incontro di questa sera, dopo la dura sconfitta subita contro lo Sparta Praga, voglioso di riconquistare punti per provare a passare il turno. Il Napoli arriva invece al match di Berna forte del primato nel Girone I, e delle buone vittorie ottenute contro Slovan Bratislava e Sparta Praga. Benitez è alla ricerca di conferme e vuole a tutti i costi infilare il sesto risultato utile consecutivo. Resta qualche rammarico in casa partenopea per la vittoria sfumata all'ultimo secondo contro l'Inter.

17.55 - Lo Young Boys, che ha travolto lo Slovan Bratislava in casa nel primo turno dei gironi (5-1), non è reduce da un bel momento e non solo per il ko subito contro lo Sparta Praga nella seconda giornata: sabato ha perso in casa contro il Basilea ed ora è quinto, ad otto punti dallo Zurigo capolista.
L'allenatore dei padroni di casa, Uli Forte, dovrebbe confermare l'undici sceso in campo nell'ultima giornata col Basilea. Davanti al portiere Mvogo giocheranno al centro della difesa,  l'ex Cesena e Palermo Von Bergen e Rochat, mentre sugli esterni dovrebbero agire Sutter e Lecjaks. In mediana il classe '94 Bertone dovrebbe far coppia con l'ivoriano Sanogo, mentre in attacco Steffen, Kubo (in ballottaggio con Costanzo) e Nuzzolo faranno da supporto all'unica punta Hoarau, ex attaccante del Paris Saint Germain.

17.50 - Benitez dovrebbe continuare ad attuare il consueto turnover. Out Zuniga e Britos, non convocati per la partita di questa sera, sugli esterni potrebbero prendere il loro posto Maggio e Ghoulam (con Mesto pronto a subentrare qualora ce ne fosse bisogno). Al centro della difesa toccherà ad Henrique far rifiatare Albiol, che farà coppia con Koulibaly. A centrocampo Jorginho, certo di una maglia da titolare, verrà affiancato da Inler o David Lopez, con lo spagnolo leggermente favorito. In attacco verrà schierato ancora una volta come esterno Jonathan de Guzman (in fase passiva ripiegherà in un 4-4-2 come a Bratislava), con Michu e Mertens a supporto di Duvan Zapata, per un totale di otto possibili cambi nell'undici titolare rispetto alla gara pareggiata domenica sera contro l'Inter. Callejon, Hamsik ed Higuain dovrebbero partire dalla panchina per rifiatare un pò in vista del Verona.

17.40 - Benitez è intervenuto ieri pomeriggio nella classica conferenza pregara, soffermandosi sulla gara pareggiata contro l'Inter, e riproponendo un discorso generale su cosa manca alla squadra: "Abbiamo fatto tante cose positive, ma abbiamo sbagliato qualche partite. Le statistiche potevano essere migliori, mancano punti e dobbiamo migliorare questa 'cazzimma' come dite. La strada è quella giusta, miglioriamo sull'intensità ed altre 2-3 piccole cose. L'importante è la squadra, può capitare fare gol o non farlo. Loro due hanno la qualità ed anche tante opportunità, e presto segneranno perchè lavorano bene e sono importanti per noi. Possono dimostrare, io voglio far sentire tutti importanti, la rosa c'è e tutti devono capire che devono dare il massimo. Sarà una gara difficile, ma loro daranno il massimo". Il tecnico spagnolo si sofferma poi sul campo dello Stade De Suisse, un sintentico di ultima generazione: "E' un campo sintetico, oggi vedremo l'allenamento come va ma sicuramente per loro sarà un vantaggio. Hanno vinto 5-0 con lo Slovan e tante partite in casa, quindi il terreno influisce. Abbiamo rispetto per loro, parlare prima di un risultato positivo non mi sembra giusto. Dovremo fare attenzione, proveremo a vincere e poi parleremo eventualmente dei numeri del girone".

17.35 - Uli Forte, allenatore dello Young Boys dal 2013, come Rafa Benitez, ha preso parte alla consueta conferenza stampa della vigilia, facendo trasparire anche un pizzico di emozione per la sfida che lo vedrà opposto alla squadra per la quale tifa da quando era bambino: "Tanti giocatori e dipendenti del club, me compreso, sono italiani o hanno origini nel sud. Per me è una partita molto speciale. Sono sempre stato un grande tifoso del Napoli. Quando avevo 10 anni sono andato a vedere la presentazione di Diego Maradona al San Paolo. C'erano 70.000 persone e me lo ricordo ancora. In ogni caso, io voglio vincere e farò tutto il possibile per riuscirci. Vogliamo mostrare un buon gioco e siamo convinto di poter sorprendere, non abbiamo nulla da perdere del resto e giocheremo senza pensieri. Ho tanti amici lì - ha proseguito come riportano i media svizzeri -  che seguono il Napoli notte e giorno e mi hanno detto che Benitez potrebbe cambiare sette uomini rispetto all'undici titolare con l'Inter"

Al suo fianco c'era Raphaël Nuzzolo che è nato e cresciuto in Svizzera ma ha origini italiane, e anche lui, come il suo tecnico, lascia trasparire tutte le emozioni che trasmetterà la partita contro il Napoli di questa sera: "Ogni anno vado in vacanza in Italia e compro una maglia del Napoli. Mi piacciono particolarmente Marek Hamšík, Gonzalo Higuaín e José Callejón ma anche Dries Mertens, che come me è tecnico, veloce e si accentra dalla sinistra per tirare di destro. Due anni fa abbiamo giocato in UEFA Europa League contro l'Udinese e abbiamo vinto due volte. È stato molto speciale per tutti giocatori di origine italiana. Volevamo vincere a tutti i costi e abbiamo dimostrato che è possibile"

Live Young Boys - Napoli

17.25 - Quello di questa sera è il primo confronto ufficiale a Berna tra Young Boys e Napoli nelle coppe europee: esiste un solo precedente nell'antica coppa delle Alpi, datato 11 giugno 1966, vinto 4-2 dai partenopei. Nelle coppe europee lo Young Boys ospita per la seconda volta un team italiano, nell'Europa League 2012/13 gli elvetici sconfissero l'Udinese 3-1. Il Napoli nelle 2 uniche trasferte svizzere non è riuscito mai a conquistare la vittoria: 1 pareggio (0-0 in casa del Wettingen nella coppa Uefa 1989/90) ed 1 sconfitta (0-1 dal Grasshopper nella coppa delle Fiere 1968/69). Gli svizzeri sono reduci da cinque successi interni consecutivi in Europa, con 15 reti segnate: l'ultima squadra uscita indenne da Berna è stato il Liverpool, vittorioso 5-3 nell'Europa League 2012/13. L'arbitro di questa sera sarà il francese Buquet, classe 1977, internazionale dal 2011. Alla 12/a presenza assoluta nelle coppe europee, dirige per la prima volta sia club svizzeri, che italiani.

17.15 - Riparte da Berna il cammino del Napoli in Europa League. Dopo le vittorie arrivate contro Slovan Bratislava e Sparta Praga, la squadra di Benitez si appresta ad affrontare lo Young Boys, eclettica formazione svizzera, seconda in classifica nel Girone I, proprio alle spalle del Napoli. Gli elvetici, dopo l'ottimo esordio casalingo contro lo Slovan (finì 5-0 per i ragazzi di Uli Forte), hanno avuto la peggio in Repubblica Ceca, dove non sono riusciti a resistere all'esperienza dello Sparta. Il Napoli arriva al match di questa sera dopo 5 risultati utili consecutivi, anche se il pareggio di domenica sera contro l'Inter ha lasciato sicuramente l'amaro in bocca.