Mondiali U20, girone D: la Serbia si prende il primo posto mentre Mali ed Uruguay "biscottano"

La coalizione fra Uruguay e Mali elimina il Messico, battuto 2-0 dalla Serbia ed estromesso dal pareggio fra le prime due Nazionali citate. Dopo i campioni sudamericani escono anche quelli CONCACAF

Mondiali U20, girone D: la Serbia si prende il primo posto mentre Mali ed Uruguay "biscottano"
Mondiali U20, girone D

Gruppo D:

Serbia - Messico 2-0
(Nemanja Maksimovic, Andrija Zivkovic)

Il girone più equilibrato del Mondiale ci regalava quattro team a quota 3 punti nel Gruppo D. Serbia - Messico ed in contemporanea Uruguay - Mali si presentava come un piatto ricco e gustosto. All'Otego Stadium, a conti fatti, partiva in vantaggio la Serbia, che con un pareggio avrebbe avuto la sicurezza degli ottavi (+1 di differenza reti) mentre il Messico avrebbe avuto bisogno di una vittoria di Uruguay o Mali sull'altro campo per accontentarsi di un pareggio ed accettare di finire terza (-1 di differenza reti contro gli 0 di Mali ed Uruguay)

La Serbia si è dimostrata sin da subito a proprio agio nelle vesti di squadra che aspetta e riparte, forte dei due risultati su tre a disposizione, a maggior ragione dopo il vantaggio fortunoso trovato al 2° minuto. Milinkovic-Savic riesce a fare da torre sul secondo palo per Nemanja Maksimovic, puntuale nel battere Jesse Gonzalez durante il pisolino della difesa della Tri. Dato l'1-0 dell'Uruguay sul Mali sull'altro campo al Messico sarebbe bastato trovare il pareggio per posizionarsi terzo. Così i campioni CONCACAF hanno cominciato a metter sotto gli avversari, spingendoli fino alla propria area di rigore. Rajkovic, portiere e capitano serbo, si farà però trovare pronto su Orbelin Pineda prima e su Erick Gutierrez e su Alejandro Diaz in seguito al 2-0 che Andrija Zivkovic infilerà dietro Jess Gonzalez con una punizione magistrale. Il Messico non trova il pareggio che invece trova il Mali sull'altro campo:  la Tri in questo momento avrebbe l'obbligo di vincere per avanzare. Non ce la farà: Serbia prima, Messico quarto. Dopo i campioni sudamericani, Argentina, escono anche quelli CONCACAF.

Agli ottavi la Serbia troverà la terza del Gruppo E (Nigeria o Ungheria) oppure la terza dell'F (Fiji, Uzbekistan o Honduras)

Serbia (4-2-3-1) : Rajkovic; Gajic, Veljkovic, Babic, Antonov; Nemanja Maksimovic, Zdjelar; Andrija Zivkovic, Milinkovic-Savic (86° Grujic), Gacinovic (80° Vukasin Jovanovic); Mandic (64° Saponjic)

Messico (4-2-3-1) : Jesse Gonzalez; Erick Aguirre, Rodrigo Gonzalez, Carlos Arreola, Kevin Gutierrez; Erick Gutierrez, Victor Guzman; Hirving Lozano, Orbelin Pineda (46° Luis Marquez) , José Ramirez (55° Mauro Lainez); Guillermo Martinez  (46° Alejandro Diaz) 

Mali - Uruguay 1-1
(Franco Acosta; Adama Traoré)

Biscotto cotto a puntino al Waikato Stadium fra Mali ed Uruguay. Un pareggio infatti avrebbe garantito sia ai sudamericani che agli africani l'accesso agli ottavi, anche nel caso in cui la Serbia avesse trionfato - come poi ha fatto - contro il Messico. Con un punto a testa Uru e Mali avrebbero infatti concluso la loro esperienza nel girone D con 4 punti guadagnati, 0 di differenza reti, tre gol segnati a testa e pareggio negli scontri diretti a testa, costringendo così la FIFA ad applicare il sorteggio per decretare chi delle due si sarebbe piazzata seconda e non terza. 

Le due squadra hanno accettato la sorte, partorendo una partita avara di emozioni e priva di scossoni. Il punteggio è stato fissato sull'1-1 dalle reti di Franco Acosta per la Selecion (colpo di testa all'indietro) e del giocatore del Lilla Adama Traoré (punizione di seconda dall'interno dell'area) per il Mali. A fine match le due federazioni hanno assistito via internet al sorteggio di Auckland che ha visto l'Uruguay essere decretata seconda classificata ed il Mali terzo. 

Agli ottavi l'Uruguay affronterà la vincente del Girone E (il Brasile a meno di sconfitta verdeoro e contemporaneo non pareggio in Ungheria - Nigeria) mentre il Mali se la vedrà contro Ucraina o Ghana

Mali (4-2-3-1) : Djigui Diarra; Aboubacar Doumbia, Hamidou Maiga, Souleymane Coulibaly, Youssouf Koné; Falaye Sackou, Samassekou;  Souleymane Diarra (83° Hamidou Traoré), Adama Traoré, Dieudonne Gbakle; Mohamed Diallo (72° Malick Touré)

Uruguay (4-5-1) : Guruceaga; Cotugno, Mauricio Lemos, Cristian Gonzalez (64° Saracchi), Mathias Suarez; Facundo Castro (89° Arambarri), Nahitan Nandez, Ramiro Guerra, Diego Poyet, Gaston Pereiro; Franco Acosta

Calcio Internazionale