Qualificazioni Euro 2016: Ibra trascina la Svezia, continua il sogno Slovacchia. Ok Spagna e Svizzera

Nessuna sorpresa nelle quattro gare delle 20.45: vincono tutte le favorite, nonostante qualche difficoltà di troppo per la squadra di Del Bosque (alla 100esima con la nazionale) e per quella di Petkovic.

Qualificazioni Euro 2016: Ibra trascina la Svezia, continua il sogno Slovacchia. Ok Spagna e Svizzera
Qualificazioni Euro2016

Si è chiusa stasera la sesta giornata di gare valevoli per le qualificazioni a Euro2016, ancora senza verdetti definitivi, ma con diverse conferme. Se nelle gare delle 18 erano state Inghilterra e Austria a trovare vittorie fondamentali (quest'ultima sul campo della Russia), in quelle delle 20.45 sono arrivati i successi di una Slovacchia che continua a volare e che mantiene il primo posto del girone davanti alla Spagna, anch'essa vincente, e di una Svezia che si aggrappa ancora alle prodezze di Ibrahimovic. Andiamo a vedere nel dettaglio quanto successo.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL RECAP DELLE GARE DELLE 18

GRUPPO C - Continua la marcia a punteggio pieno della Slovacchia, vittoriosa in casa per 2-1 contro una Macedonia che riesce quantomeno a salvare la faccia sul piano del risultato, ma non sul piano del gioco. Già dalle prime battute è chiaro il dominio della squadra di Kozak, che sblocca dopo 8 minuti grazie all'esordiente Salata, incornata vincente su azione da corner; raddoppia Hamsik al 38' col destro. Le occasioni sono molteplici lungo il corso della partita, ma non riesce a mettere il terzo sigillo la Slovacchia, che riesce anche a subire un gol da una Macedonia più propositiva nella ripresa: a firmarlo è Ademi al 69', ma alla fine arriva il sesto successo in sei gare. Continua a inseguire a ruota la Spagna, che grazie a una rete di David Silva strappa tre punti più complicati del previsto sul campo della Bielorussia, che non si rende pericolosissima in fase offensiva ma si difende con ordine, anche se sul gol gli errori sono molteplici: Fabregas batte una punizione dalla sinistra sul secondo palo, Gorbunov esce malissimo ciccando la palla e il fantasista del City ha tempo per controllare e calciare in porta. Il portiere Bielorusso si riscatta evitando il raddoppio della Roja in un paio di occasioni. Tre punti che permettono alla Spagna di rimanere a 15 punti, -3 dalla Slovacchia e a +3 sull'Ucraina, vincente oggi nel match casalingo contro il Lussemburgo. Per la qualificazione è corsa a tre.

RISULTATI: Slovacchia - Macedonia 2-1 (8' Salata, 38' Hamsik, 69' Ademi), Bielorussia - Spagna 0-1 (45' Silva).

CLASSIFICA: Slovacchia 18, Spagna 15, Ucraina 12, Bielorussia 4, Macedonia 3, Lussemburgo 1.

GRUPPO E - L'Inghilterra sembra quasi imprendibile (6 vittorie in 6 partite) e la lotta per il secondo posto per ora favorisce la Svizzera, che grazie alla vittoria in Lituania prende tre punti di vantaggio sulla diretta avversaria Slovenia, battuta a domicilio proprio dagli inglesi per 3-2 nel tardo pomeriggio odierno. Certamente le difficoltà per la squadra di Petkovic non sono state poche, anzi: nel primo tempo non arriva nessun gol nonostante le diverse occasioni create, mentre nella ripresa ad andare in vantaggio è la squadra di casa, grazie alla rete firmata da Cernych. La reazione è immediata, e Drmic, tra i migliori in campo per occasioni create, pareggia dopo soli 5 minuti, prima che all'84' ci pensi il destro di Shaqiri a regalare i tre punti alla Svizzera. Pochi minuti prima il talento interista si era visto annullare giustamente un gol per posizione di offside. In classifica resta comunque una sfida per il secondo posto, con l'Estonia che timidamente si avvicina grazie alla vittoria per 2-0 su San Marino.

RISULTATI: Lituania - Svizzera 1-2 (64' Cernych, 69' Drmic, 84' Shaqiri)

CLASSIFICA: Inghilterra 18, Svizzera 12, Slovenia 9, Estonia 7, Lituania 6, San Marino 1.

GRUPPO G - La vittoria dell'Austria nel pomeriggio sul campo della Russia (1-0 firmato da Janko in rovesciata) aveva posto la Svezia in una condizione super: vincere per staccare la squadra di Capello, sempre più in crisi, e portarsi saldamente al secondo posto, mentre Alaba e compagni continuano la corsa al primo posto. Missione compiuta, e già dopo 45 minuti: apre di testa Marcus Berg, poi si scatena il solito Zlatan Ibrahimovic, autore di una doppietta nel giro di 5 minuti, prima con una sassata di destro dopo un paio di dribbling, poi con un buon diagonale in contropiede. Nella ripresa Damjanovic prova a riaprire la gara dal dischetto (fallo evitabile di Johansson), ma non cambia la sostanza. La Svezia resta dunque imbattuta insieme all'Austria: le due di testa hanno già quasi un piede in Francia.

RISULTATI: Svezia - Montenegro 3-1 (38' Berg, 40' e 44' Ibrahimovic, 64' (r) Damjanovic).

CLASSIFICA: Austria 16, Svezia 12, Russia 8, Montenegro e Liechtenstein 5, Moldova 2.


Share on Facebook