Qualificazioni Euro2016, ultima giornata: cosa c'è ancora in gioco? Le possibili combinazioni

12 squadre già qualificate in Francia, altri 12 slot ancora da conquistare. Situazione e programma della decima e ultima giornata.

Qualificazioni Euro2016, ultima giornata: cosa c'è ancora in gioco? Le possibili combinazioni
Qualificazioni Euro2016, ultima giornata: cosa c'è ancora in gioco? Le possibili combinazioni

GIRONE A - Islanda e Repubblica ceca sono già qualificate matematicamente (primi i nordici se vincono o se la Repubblica Ceca non vince, la differenza reti la avvantaggia), alla Turchia basta un pareggio in caso di vittoria dell'Olanda per conquistare gli spareggi. Se gli Oranje non dovessero vincere, sarebbero fuori.

13 ottobre, ore 20.45: Lettonia - Kazakistan, Olanda - Repubblica Ceca, Turchia - Islanda.

CLASSIFICA: Islanda 20, Repubblica Ceca 19, Turchia 15, Olanda 13, Lettonia 5, Kazakistan 2.

GIRONE B - Belgio e Galles sono già qualificate, se quest'ultima dovesse vincere e i diavoli rossi pareggiare o perdere, sarebbero loro i primi in classifica. La Bosnia è padrona del proprio destino: vittoria per andare agli spareggi. In caso di parità avrebbe una chance Israele, che dovrebbe vincere per forza per prendersi il terzo posto. Se la Bosnia dovesse perdere, sarebbe Cipro a balzare in avanti, sempre Israele permettendo. La squadra di Gutman deve per forza vincere e aspettare il risultato dell'altra partita.

13 ottobre, ore 20.45: Belgio - Israele, Cipro - Bosnia, Galles - Andorra.

CLASSIFICA: Belgio 20, Galles 18, Bosnia 14, Israele 13, Cipro 12, Andorra 0.

GIRONE C - Tutto facile per la Spagna, prima matematicamente. Sotto la Slovacchia ha il vantaggio degli scontri diretti con l'Ucraina, che deve per forza fare un risultato migliore di Hamsik e compagni per conquistare il secondo posto.

12 ottobre, ore 20.45: Ucraina - Spagna, Lussemburgo - Slovacchia, Bielorussia - Macedonia.

CLASSIFICA: Spagna 24, Ucraina 19, Slovacchia 19, Bielorussia 10, Lussemburgo 4, Macedonia 3.

GIRONE D - Alla Germania basta non perdere per ottenere la qualificazione matematica e vincere per avere il primo posto. In caso di sconfitta, dipenderà dal risultato di Polonia - Irlanda: con la vittoria di una delle due, i tedeschi sarebbero secondi. Con il pareggio (e sconfitta delle Germania), tutte a 19: sarebbe la Germania, in virtù della classifica avulsa, a finire terza e sperare negli spareggi.

11 ottobre, ore 20.45: Gibilterra - Scozia, Polonia - Irlanda, Germania - Georgia. 

CLASSIFICA: Germania 19, Polonia e Irlanda 18, Scozia 12, Georgia 9, Gibilerra 0.

GIRONE E - Già decise le prime due posizioni: Svizzera seconda e Inghilterra prima, a punteggio pieno. La Slovenia deve pareggiare o vincere per assicurarsi il terzo posto che potrebbe valere gli spareggi. In caso di sconfitta e vittoria della Lituania, gli scontri diretti favorirebbero sempre la Slovenia. In caso di sconfitta e di vittoria dell'Estonia, gli scontri diretti sono in parità ma la differenza reti di Ilicic e compagni è nettamente migliore, +5 contro -4. Con tutti in parità, la classifica avulsa sorriderebbe alla Slovenia.

12 ottobre, ore 20.45: San Marino - Slovenia, Estonia - Svizzera, Lituania - Inghilterra.

CLASSIFICA: Inghilterra 27, Svizzera 18, Slovenia 13, Estonia 10, Lituania 10, San Marino 1.

GIRONE F - Irlanda del Nord già in Francia, testa a testa per il secondo posto tra Romania e Ungheria. L'Ungheria deve vincere e sperare in una non-vittoria della Romania, o pareggiare e sperare nella sconfitta, avendo gli scontri diretti a favore (1-1 in trasferta, 0-0 in casa). Alla Romania basta vincere per essere sicura della qualificazione, e in caso di sconfitta dell'Irlanda del Nord avrebbe anche il primo posto.

11 ottobre, ore 18.00: Far Oer - Romania, Finlandia - Irlanda del Nord, Grecia - Ungheria.

CLASSIFICA: Irlanda del Nord 20, Romania 17, Ungheria 16, Finlandia 11, Far Oer 6, Grecia 3.

GIRONE G - Con l'Austria già qualificata e già prima, la lotta è per il secondo posto. Russia a cui basta pareggiare o vincere, in caso di sconfitta deve sperare in una non-vittoria della Svezia, che se dovesse vincere invece otterrebbe il secondo posto. In caso di arrivo a 18 punti pari, passa la Russia che ha gli scontri diretti a favore.

12 ottobre, ore 18.00: Svezia - Moldavia, Austria - Liechtenstein, Russia - Montenegro.

CLASSIFICA: Austria 25, Russia 17, Svezia 15, Montenegro 11, Liechtenstein 5, Moldavia 2.

GIRONE H - All'Italia serve vincere o pareggiare per avere il primo posto. In caso quindi di non vittoria della Norvegia e vittoria della Croazia, passerebbe quest'ultima (scontri diretti a favore, vittoria 5-1 in Croazia e  sconfitta 2-0 in Norvegia). Se la Croazia non vince è sicuramente terza e non può raggiungere il secondo posto. 

13 ottobre, ore 20.45: Italia - Norvegia, Malta - Croazia, Bularia - Azerbaigian.

CLASSIFICA: Italia 21, Norvegia 19, Croazia 17, Bulgaria 8, Azerbaigian 6, Malta 2.

GIRONE I - Portogallo qualificato e certo del primo posto, tutto sta in mano all'Albania: vittoria e pareggio in Armenia per prendersi il secondo posto, sconfitta per rimanere terzi. La Danimarca non ha più partite.

11 ottobre, ore 18.00: Armenia - Albania, Serbia - Portogallo.

CLASSIFICA: Portogallo 18, Danimarca 12, Albania 11, Serbia 4, Armenia 2.


Share on Facebook