FA Cup, capitan Rooney alla riscossa: il Manchester United la spunta nel finale (1-0)

Il giocatore inglese realizza al 93' su rigore il gol che permette ai suoi di sbarazzarsi dello Sheffield United dopo una gara poco brillante. Fischi e cori contro Van Gaal.

FA Cup, capitan Rooney alla riscossa: il Manchester United la spunta nel finale (1-0)
Manchester United
1 0
Sheffield United
Manchester United: De Gea, Darmian, Smalling, Blind, Borthwick-Jackson,Schweinsteiger, Fellaini (79'Pereira), Herrera (60' Lingard), Mata (60'Depay) , Martial, Rooney.
Sheffield United: Long, Brayford, Basham, Coutts, Sharp (64' Flynn), Collins, Woolford, Sammon (90' Coutts), McEveley (79'Reed), Edgar, Hammond. :Howard, Flynn, Baxter, Done, Campbell-Ryce, Reed, Adams.
SCORE: 1-0, min.93' Rooney (rigore).
ARBITRO: Jon Moss (ENG).
NOTE: Incontro valido per il terzo turno della Emirates FA Cup 2015/16.Si gioca all'Old Trafford di Manchester,ore 18.30.

Il Manchester United batte lo Sheffield all'ultimo respiro, grazie alla rete di Rooney dal dischetto in una gara tutt'altro che entusiasmante e riesce ad accedere così al quarto turno di FA Cup, un torneo su cui Van Gaal deve puntare necessariamente dopo l'eliminazione nella Capital One Cup. 

Primi minuti della gara ad alta intensità, ma senza particolari emozioni da parte delle due formazioni, che giocano sotto la pioggia battente di Manchester. I Red Devils fanno possesso palla sterile e senza trovare varchi, con gli ospiti ordinati in campo. Al 20' Rooney prova a sbloccare l'incontro: prima lascia partire un bolide da quasi venti metri che finisce alto di poco sopra la traversa, poi su un suggerimento geniale di Darmian dalla fascia, raccoglie la palla provando a raggirare il portiere Long, ma chiude troppo l'angolo e Mceveley riesce a chiudere sul passaggio verso Martial. Il ritmo gara si abbassa e non ci sono grandi occasioni da sottolineare. Soliti fischi per Van Gaal e cori pro Mourinho da parte dei tifosi non certo contenti del modo di giocare dello United: tanto possesso palla ma poche idee. Si salva solo Darmian: l'esterno basso ex-Torino offre sempre soluzioni in fase di spinta dalla sua fascia di competenza. 

Nella ripresa partenza al piccolo trotto per i padroni di casa ed al 60' il tecnico olandese opta per la rapidità di Depay e Lingard togliendo due giocatori maggiormente estrosi, ma dal ritmo compassato, come Mata ed Herrera, passando dunque ad un 4-4-2 puro. L'esterno alto olandese, fin qui deludente con i Red Devils, si dimostra subito vivace e voglioso. Lo United pare galvanizzato da questi due cambi ed attacca a testa bassa a caccia del gol del vantaggio. Al 79' fuori Fellaini, autore di una gara non esaltante e dentro il giovane Andreas Pereira. Negli ultimi cinque minuti le squadre si allungano alla ricerca del gol che eviterebbe il replay della gara a Sheffield, con i padroni di casa che spingono in avanti molto più di quanto abbiano fatto nei novanti minuti regolamentari. L'arbitro Moss concede sei minuti di recupero a causa dei numerosi infortuni e lo United passa al 92': Depay, nettamente il migliore dei suoi dal suo ingresso in campo, se ne va sull'out di sinistra con la sua velocità ed entra in area, prima di essere atterrato da Hammond.

Rigore netto e palla sul dischetto per il capitano Rooney che spiazza il portiere Long e regala la vittoria ai suoi. Una partita tutt'altro che bella ma il gol nel finale è bastato per eliminare lo Sheffield, anche se le contestazioni verso Van Gaal andranno avanti ancora per un bel po', soprattutto per il gioco espresso dai suoi.


Share on Facebook