Copa America Centenario, la festa del calcio si celebra negli Usa

A un anno di distanza dalla vittoria del Cile nell'edizione casalinga, torna la Coppa America di calcio per celebrare i 100 anni della Conmebol. Si gioca negli Stati Uniti. E per la quaranticinquesima volta si rinnova la magia di un torneo unico per atmosfera.

Copa America Centenario, la festa del calcio si celebra negli Usa
Copa America Centenario, la festa del calcio si celebra negli Usa

Ancora due giorni e sarà Copa America. Un'edizione straordinaria, che arriva a un anno di distanza dalle notti magiche del Cile che consegnarono la vittoria proprio ai padroni di casa guidati da Sampaoli.

La Conmebol festeggia i 100 anni, e non poteva esserci migliore occasione per celebrare ancora una volta la festa del calcio nel continente americano. O meglio, Sud Americano: i profeti del futbol - o del futebol, alla brasiliana - nella terra che negli ultimi anni sta vivendo una vera e propria "febbre del calcio". Da quelle parti, negli Usa, il Gioco della palla per antonomasia si chiama soccer: la Mls, infarcita di stelle (decadenti) del calcio della vecchia europa, sta diventando un campionato sempre più ricco e coinvolgente, capace di convincere gli americani che il football giocato con la palla rotonda può essere divertente quanto quello da loro inventato e giocato con la palla ovale. E la nazionale, che all'ultimo Mondiale è stata benedetta dall'endorsment Presidenziale (celebre la foto di Barack Obama che segue - maniche di camicia arrotolate e snack con bibita di ordinanza - la partita degli Stati Uniti mentre è in volo sull'Air Force One) ha sempre maggior seguito.

Nulla a che vedere però, con la mistica pallonara tipica dei paesi del Sud America. Laddove il futbol assurge a religione, ad argomento letterario, fermato indelebilmente nelle pagine immortali di Osvaldo Soriano, di Roberto Fontanarrosa o di Eduardo Galeano. Storie, miti, leggende tramandate di generazione in generazione, pronte a rivivere ancora una volta. E chissà che sui campi statunitensi non possa rivivere l'ennesima riedizione del derby rioplatense, o il "super classico" fra Argentina e Brasile. Nella mischia, anche il Cile campione uscente, e i "Cafeteros" della Colombia. Tutte a caccia di un trofeo che a quelle latitudini è sentitissimo.

In mezzo, le piccole cenerentole del Centro America. Spicca il Messico, ma ci sono anche Haithi e la Giamaica del bucaniere Wes Morgan, eroe del Leicester campione d'Inghilterra agli ordini di Claudio Ranieri. Spettacolo in campo, spettacolo sugli spalti: la magia della Coppa America è pronta a scrivere nuovi, avvincenti, capitoli della sua storia. Che lo spettacolo abbia inizio! 

Calcio Internazionale