Payet, il gioiello al servizio della Réunion

Una magia del calciatore di Saint-Pierre regala la vittoria contro la Romania: Payet ha la fama del piantagrane, ma verticalizza come pochi

Payet, il gioiello al servizio della Réunion
Payet, il gioiello al servizio della  Réunion

Miglior partenza non poteva esserci per la Francia.

Nonostante il successo, i transalpini, hanno sofferto contro la buona Romania di Iordanescu. I bleu di Deschamps hanno vinto la prima partita grazie ad una magia di Dimitri Payet

Il nuovo eroe nazionale francese ha due piedi d’oro e l’animo gentile di un ragazzo che sa commuoversi di fronte alla standing ovation dello Stade de France. Dimitri Payet non lo scopriamo certo dopo il gol con cui ha steso la Romania all’89°, ma se serviva una conferma a chi ancora non era convinto di trovarsi al cospetto di un giocatore vero, ecco, il suo esordio all’Europeo è il manifesto perfetto.

Nell'ultima stagione, con il West Ham, si è messo in luce con 12 assist e 9 gol. Trequartista che si è riscoperto ala, proprio l’ultimo passaggio è da sempre la specialità della casa: basti pensare che nella stagione 2014/2015, all’Olympique Marsiglia, ne confezionò 21: un’enormità. Deschamps può contare su un talento dotato di quantità e qualità.

In una serata dove Pogba ha deluso, il mondo ha scoperto un nuovo talento: Dimitri Payet.


Share on Facebook