Euro 2016, Vrba guarda già oltre la sconfitta con la Spagna: "Ora abbiamo bisogno di 4 punti"

Il commissario tecnico della Repubblica Ceca non si abbatte dopo la sconfitta maturata nel finale di match con la Spagna. Il gol di Piqué ha spezzato il sogno dei cechi che però, sono pronti a riprovarci già dal prossimo match con la Croazia.

Euro 2016, Vrba guarda già oltre la sconfitta con la Spagna: "Ora abbiamo bisogno di 4 punti"
Pavel Vrba prima di Spagna - Rep. Ceca. Fonte foto: Getty Images Europe

C'è delusione in casa Repubblica Ceca; la sconfitta maturata nel finale del match con la Spagna, ha inevitabilmente lasciato l'amoro in bocca a Pavel Vrba e ai suoi ragazzi. Nonostante la delusione causata dal gol in extremis di Gerard Piqué, l'ex allenatore del Viktoria Plzen può essere felice per la bella prestazione fornita dai suoi uomini, in grado di tenere testa ai campioni in carica.

L'atteggiamento difensivista dei cechi, poco propensi ad aggredire la Spagna, ha destato qualche critica, anche se Vrba non sembra affatto della stessa idea: "Sapevamo che avremmo affrontato un avversario molto forte, erano favoriti", ricorda il commissario tecnico. "Sapevamo che sarebbe stata una prova; - continua il ct - la Spagna è più brava nel possesso palla e nel creare occasioni. Dispiace aver concesso un gol nel finale: avremmo potuto segnare noi, circostanza che non capita spesso contro la Spagna".

Dopo le recriminazioni, Vrba torna sereno per fare i complimenti ai suoi ragazzi: "Abbiamo giocato al nostro livello massimo ed è un peccato non ottenere almeno un punto, adesso speriamo di conquistarne 4 nelle due restanti partite". Dal punto di vista difensivo, sarebbe stato meglio attaccare di più, ma sono molto contento dei miei ragazzi"
In conclusione del suo intervento, Vrba ha espresso delle parole a riguardo di Andres Iniesta, protagonista del match, oltre che a sottolineare la grande sportività delle due tifoserie: "Andres è un calciatore eccezionale, oggi ha disputato un match incredibile. Ringrazio i tifosi di entrambe perché sono venuti ad assistere al match e non a farsi la guerra".

Calcio Internazionale