Euro 2016, Francia-Albania: parlano i ct

Didier Deschamps e Gianni De Biasi parlano alla vigilia del match tra Francia e Albania

Euro 2016, Francia-Albania: parlano i ct
Didier Deschamps

Giornata di vigilia per Francia e Albania che domani sera si scontreranno per la seconda partita del girone. I transalpini arrivano a questo match dopo i tre punti conquistati con la Romania, diverso invece il discorso per la squadra di Gianni De Biasi, sconfitta all'esordio con la Svizzera

I due allenatori hanno così parlato. 

Didier Deschamps: "Ci sarà un'atmosfera meravigliosa, il tifo sarà caldissimo. Al nuovo Vélodrome l'atmosfera non può che essere questa. Amo sempre tornare e rivedere tante persone con cui ho condiviso bei momenti da allenatore e da giocatore. Nel 2014 sono stato l'ultima volta". 

Il tecnico francese si concentra poi sul tifo casalingo: "C'era molta eccitazione nel 1998 e questa cresce costantemente con l'avanzare del torneo. Il tifo francese è incredibile. Non parlo con i giocatori dell'edizione del '98, io sono entrato nella storia ma ora c'è altra storia da scrivere". 

Infine, massima attenzione all'avversario: "L'Albania è una squadra organizzata perchè ha un tecnico italiano che ha fatto un incredibile lavoro. Difendono bene ma sono anche bravi a ribaltare velocemente il gioco in attacco. Fanno un grande lavoro durante la gara ed è impressionante quanto riescano a coprire il campo. Lo abbiamo visto chiaramente contro la Svizzera".

Queste invece le considerazioni di De Biasi: "Conosciamo molto bene la Francia. Giocano in casa e saranno sicuramente avvantaggiati da questo. Noi proveremo a limitarli il più possibile, provando ad impensierirli quando ne abbiamo l'occasione. Kingsley Coman è cresciuto enormemente nell'ultima stagione mentre N'Golo Kante è stata la più grande sorpresa in Premier League e forse in tutta Europa". 

Il ct torna poi torna sul match contro gli elvetici: "Abbiamo giocato piuttosto bene contro la Svizzera, avendo avuto anche qualche opportunità sotto porta. Per più di un'ora abbiamo tenuto testa ad una delle più forti squadre del continente, con un ranking FIFA decisamente migliori del nostro. In allenamento abbiamo lavorato efficacemente, ora dobbiamo solo cercare un equilibrio, cercando di fare in partita quello che abbiamo provato tra noi".


Share on Facebook