Euro 2016, Cacic non si fida degli avversari: "La Repubblica Ceca è una squadra vera. Srna ci sarà"

Il commissario tecnico della Croazia attende la Repubblica Ceca di Pavel Vrba per il secondo incontro del gruppo D, che al momento vede proprio i croati in vetta con tre punti. Per l'esperto ct, quello con i cechi è un impegno assolutamente da non sottovalutare data la grande forza di squadra e il grande spirito di sacrificio della Nordin Tym ceca.

Euro 2016, Cacic non si fida degli avversari: "La Repubblica Ceca è una squadra vera. Srna ci sarà"
Ante Cacic, ct della Croazia. Fonte foto: Getty images Europe.

Per la Croazia del commissario tecnico Ante Cacic è il momento di confermare le belle sensazioni e il bel gioco mostrato con la Turchia nel match inaugurale di questo Euro 2016. La squadra con gli scacchi è attualmente in vetta al gruppo D, ma l'impegno di domani con l'ostica Repubblica Ceca potrebbe essere il vero e proprio spartiacque dell'europeo per i balcanici. 
Accreditati dei favori del pronostico, i croati arrivano a questa sfida sulle ali dell'entusiasmo dopo il successo maturato al Parc des Princes con la Turchia, ma allo stesso tempo figli di un ambiente irrimediabilmente guastato dopo che il Capitano della selezione, Dario Srna, ha appreso la tragica notizia della morte del padre. 

Lo storico Capitano, anche record man di presenze con la maglia della Nazionale, è volato in Croazia in settimana per assister ai funerali di suo padre, per questo la sua presenza nel match di domani con la Repubblica Ceca resta in dubbio. Nella conferenza stampa della vigilia però, Cacic ha tenuto a rassicurare tutti, smentendo la notizia che Srna non sarà della partita: "Darijo Srna è in buone condizioni e guiderà la squadra domani" ha affermato Cacic. 
Oltre alla possibile esclusione di Srna, che nonostante le parole di Cacic resta in dubbio, il commissario tecnico potrebbe effettuare alcune modifiche alla formazione che domenica è riuscita a domare la Turchia. Nell'undici iniziale potrebbe trovare spazio anche il fiorentino Kalinic, ma Cacic, almeno nella conferenza stampa che precede il match, non sembra preoccuparsi dei suoi, bensì della forza del collettivo della Repubblica Ceca: "La più grande qualità della Repubblica Ceca è il fatto di essere una vera squadra. Tomáš Rosický è il suo giocatore più importante: tutti gli avversari devono pensare a lui ed è lo stesso per noi"

In casa Croazia potrebbe riposare anche Corluka, stoico nel match con la Turchia quando rimase in campo per 90' con un taglio alla testa. Cacic però, sorvola sull'undici che domani scenderà in campo per difendere il primato nel girone, andando a concentrare le prorie mire verso gli avversari desiderosi di rivincita dopo la sconfitta all'esordio: "La Repubblica Ceca ha bisogno di fare punti contro di noi, ma mi aspetto che i miei giocatori abbiano lo stesso approccio come contro la Turchia. La Repubblica Ceca non è più debole della Turchia, ha giocato una buona partita contro la Spagna e arriva di buon umore a questa seconda sfida. Ma la Croazia deve cercare di vincere ogni partita e domani sarà los tesso"


Share on Facebook