Euro 2016, Coleman: "Con l'Irlanda del Nord è un derby. Pensiamo solo alla gara di domani"

Il CT del Galles presenta l'ottavo di finale contro l'Irlanda del Nord, un'occasione unica per entrare fra le otto migliori d'Europa.

Euro 2016, Coleman: "Con l'Irlanda del Nord è un derby. Pensiamo solo alla gara di domani"
Chris Coleman, skysports.com

Il Galles è arrivato agli ottavi di finale di Euro 2016 trascinato soprattutto dalla sua stella più luminosa, quel Gareth Bale in grado di tirarsi dietro un'intera nazione. Lui e Ramsey sono le punte della squadra di Coleman, ma naturalmente contro l'Irlanda del Nord servirà il contributo di tutti per provare ad andare avanti. 

Il CT del Galles ha parlato in conferenza stampa di questa sfida, ricordando a tutti come non ci siano gare decise già in partenza in questo Europeo così particolare: "In tutte le partite di questo europeo c'è poca differenza, ogni gara è molto simile all'altra, è chiusa. Noi non parliamo di arrivare alla finale, tutti lo fanno ma noi no. Qualsiasi cosa succeda noi pensiamo partita dopo partita, non a quella dopo ancora. Qui non c'è Spagna e non c'è Germania... Per noi domani è solo una partita e pensiamo solo solo a quella. Penso che possiamo affrontare la prossima partita, abbiamo molta confidenza dopo le fantastiche prestazioni che abbiamo giocato. Ma sono ieri, ora dobbiamo pensare a domani. Pensiamo soprattutto a noi stessi e alla prossima gara."

Gareth Bale, mirror.co.uk
Gareth Bale, mirror.co.uk

Si punta su un'altra grande prova di Ramsey e Bale naturalmente: "E' una domanda che esce spesso, quella su cosa significhi Bale per noi. E' una delle migliori superstar del football, siamo veramente orgogliosi di come rappresenta la nazione, come indossa la maglia... è estremamente orgoglioso di giocare per la sua nazione. Abbiamo veramente una grande squadra, spirito fantastico. Dico wow, lui è uno dei migliori giocatori del mondo. Ramsey? Abbiamo visto nella nostra ultima partita, non siamo in grado di gestire ma dobbiamo creare opportunità dopo oppurnità, ma è difficile non farlo esprimere. E' stato eccellente in tutti i momenti della gara. Ora è sempre in posizione, non dobbiamo vincolarlo troppo, deve avere la possibilità di svariare e fare quello che ha fatto finora."

Calcio Internazionale