Partita Italia - Francia in amichevole internazionale 2016. Kurzawa mette dentro il 3-1

Partita Italia - Francia in amichevole internazionale 2016. Kurzawa mette dentro il 3-1
Italia
1 3
Francia
Italia: (3-5-2) - Buffon (Donnarumma, 46'); Barzagli (Rugani, 46'), Astori, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi (Montolivo, 46'), Bonaventura (Verratti, 65'), De Sciglio (Florenzi, 58'); Pellè, Eder (Belotti, 74')
Francia: (4-3-3) - Mandanda; Sidibe, Varane, Koscielny (Umtiti, 82), Kurzawa; Pogba, Kantè, Matuidi (Sissoko, 63'); Griezmann (Dembelé, 63'), Giroud (Gignac, 46'), Martial (Payet, 46')
SCORE: 0-1 Martial (17'), 1-1 Pellè (20'), 1-2 Giroud (28'), 1-3 Kurzawa (80')
ARBITRO: Bjorn Kuipers (OLA). Ammoniti: Sidibe (4'), Belotti (90'+1)
NOTE: Stadio San Nicola, Bari. 40.000 spettatori circa. Inizio ore 21:00

Da Bari è tutto, Francesco Palma e tutta la redazione di Vavel vi ringraziano per averci seguito. Appuntamento a Lunedì sera per Israele-Italia alle 20:45.

FINISCE QUI. La Francia batte l'Italia per 3-1. Delude sorprendentemente la difesa, che doveva essere il reparto chiave degli azzurri. Benino il centrocampo e l'attacco, salvabili a fasi alterne. Azzurri che in alcune parti dell'incontro hanno tenuto bene il campo. E' necessario comunque dare tempo a Ventura di mettere mano ad una squadra che ha bisogno di tempo per migliorare. Ci si aspettano ovviamente dei passi avanti nella partita di Haifa contro Israele: il girone di qualificazione è durissimo e non si potrà sbagliare.

Partita che si trascina lentamente verso la fine, Italia che ha giocato bene soltanto a sprazzi, ma non ha mai mostrato chissà quale gioco, ci sarà molto da lavorare.

85' Italia che chiede un calcio di rigore. Belotti viene anticipato con il braccio da Umtiti, l'arbitro però punisce l'attaccante azzurro per un presunto fallo in attacco

80' TRE A UNO, KURZAWA. Pogba lancia il terzino francese con una grande giocata, Kurzawa dal fondo sorprende Donnarumma sul suo palo: 3-1.

77' Ottimo intervento di Donnarumma. Gignac entra in area di rigore dalla sinistra e mette dentro per l'accorrente Payet, ma Donnarumma e bravissimo ad anticipare l'attaccante francese.

74' Altro esordio per l'Italia, dopo Donnarumma e Rugani è Belotti ad indossare per la prima volta la maglia azzurra, entrando al posto di Eder

72' Eder controlla sulla trequarti e con un bel tocco lancia Florenzi, il guardalinee però ferma la sua azione.

70' Altra azione azzurra: cross di Candreva dalla destra, gran colpo di testa di Parolo ma palla alta sopra la traversa.

68' Angolo di Florenzi dalla sinistra, Mandanda in due tempi anticipa Pellè

Candreva migliore degli azzurri, lotta sulla fascia, mette in grande difficoltà Kurzawa, corre tanto e crea. Aumenta il rimpianto della pubalgia che lo ha costretto a saltare tutta la seconda parte di europeo.

60' Applausi per Donnarumma alla sua prima parata, sul tiro dalla distanza di Payet, il milanista blocca con sicurezza il pallone

59' CONCLUSIONE DALLA DISTANZA di Montolivo che prova a sorprendere Mandanda, il portiere del Crystal Palace però è attento e respinge con i pugni

Gli attacchi degli azzurri sono lenti, prevedibili. Italia che dopo un bel primo tempo sembra spegnersi minuto dopo minuto.
Spazio a Florenzi al posto di De Sciglio

55' Altro pasticcio azzurro che permette a Griezmann di concludere dal limite, fortunatamente il francese colpisce malissimo.

53' Gignac servito da Sidibe al limite dell'area, il suo destro però termina a lato alla destra di Donnarumma, dall'altro lato risponde Bonaventura, palla però sbilenca.

Ventura chiede maggiore pressione sui portatori di palla. Secondo tempo abbastanza scialbo per ora.

Esordio di Gianluigi Donnarumma con la maglia azzurra, che supera il record di Buffon come portiere più giovane della storia della nazionale. Classica girandola di cambi, come ci si aspettava.

Finisce 2-1 per la Francia un primo tempo che l'Italia non ha giocato male. Gli azzurri hanno subito due gol su due evidenti disattenzioni difensive, concedendo poco o nulla per il resto. Preoccupa di più la mancata reazione, se non nel finale, dopo il secondo vantaggio francese. 

45'+1 OCCASIONE PER L'ITALIA. Cross di Candreva e palla che resta lì, Eder però colpisce male e non riesce ad indirizzare in porta un ghiottissimo pallone

43' Cross di Sidibe dalla destra per Martial sul secondo palo, Buffon blocca agevolmente

Francia che continua a mettere pressione alla difesa azzurra. Italia che non riesce a trovare spazio per reagire.

37' Grande azione dell'Italia, Eder appoggia dietro per De Rossi, che allarga su Candreva: il suo diagonale però è sbilenco e termina di molto a lato.

33' Su calcio d'angolo dalla destra per l'Italia un presunto fallo di mano su colpo di testa di De Rossi costringe Kuipers a fermare il gioco per qualche secondo, dagli arbitri in tribuna non arriva nulla e quindi si continua. Rigore che dal replay sembra non esserci.

Si alza il coro "Italia, Italia", stadio che prova ad incitare gli azzurri.

28' FRANCIA DI NUOVO IN VANTAGGIO, su ribattuta da calcio d'angolo i francesi rimettono dentro il pallone, Giroud viene colpevolmente dimenticato dalla difesa azzurra e solo davanti a Buffon segna il 2-1. Anche questa volta Chiellini non perfetto.

Italia che ha subito rimesso a posto una partita che ha rischiato di diventare molto difficile

20' GRAZIANO PELLE! UNO A UNO - Gran cross basso di Eder dalla destra, Pellè controlla, uccella Varane e con una gran girata di sinistro mette il pallone alle spalle di Mandanda.

17' FRANCIA IN VANTAGGIO, su un pallone in profondità apparentemente innocuo di Pogba, Chiellini liscia clamorosamente, Barzagli si lascia sfuggire MARTIAL che non deve far altro che mettere il pallone alle spalle di Buffon.

La Francia cerca la profondità e la ripartenza, la difesa azzurra però è sempre attenta

13' Kurzava cerca il traversone dai 30 metri, Buffon in anticipo su Martial.

Deschamps mantiene la calma, nonostante la partenza un po' affannosa dei suoi, Francia che cerca una reazione aumentando la pressione. Il CT francese chiede a Griezmann di svariare un po' di più sulla trequarti, giocando più a supporto delle punte.

Buona la partenza dell'Italia: Ventura vuole più scambi e chiede ai centrocampisti di proporsi di più

4' Brutta entrata di Sidibe su De Rossi, primo giallo della partita per il francese.

2' Calcio d'angolo di Candreva dalla destra, girata al volo di Pellè e palla a lato di poco. Grande partenza della squadra di Ventura, pressing alto e Francia che sembra ancora un po' imballata

PARTITI! - Italia in maglia bianca, con la nuova seconda divisa, e pantaloncini blu scuro. Francia in classica maglia blues, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi

21:03 Minuto di silenzio per ricordare le vittime del terremoto che ha colpito tragicamente le Marche e il Lazio

20: 58 Tutto lo stadio in piedi ad intonare l'inno di Mameli.

20:57 Fischi sin dalle prime note della Marsigliese da parte di una parte dello stadio, subito "placcata" dal resto del pubblico con degli applausi scroscianti

20:56 Entrano in campo le squadre, tutto è pronto per gli inni nazionali. 

20:53 A sorpresa titolare Martial, con Payet che si accomoda in panchina, vedremo se la scelta di Deschamps potrà pagare

20:48 Squadre rientrate negli spogliatoi, manca poco all'entrata ufficiale delle squadre.

20:44 Misure di sicurezza importanti quelle attuate allo Stadio San Nicola stasera, per evitare qualsiasi episodio che possa rovinare il clima di festa che si respira a Bari.

20:39 Ventura ricomincia come Conte aveva finito: con il 3-5-2, il neo-CT italiano non esclude però dei cambi di modulo in futuro.

20:35 Grande attesa anche per l'utilizzo della moviola in campo, seppur con un ruolo marginale e non ancora decisionale, ma si spera che l'esperimento possa portare a degli sviluppi importanti

20:30 Mezz'ora all'inizio della partita, squadre che hanno quasi terminato il riscaldamento.

20:15 Formazioni che si sono rivelate quelle annunciate alla vigilia, con Astori titolare, vincendo il ballottaggio con Ogbonna, e De Rossi a centrocampo al posto di Montolivo

19:55 Bari come due anni fa, quando Antonio Conte fece un esordio col botto battendo l'Olanda semifinalista mondiale con un netto 2-0, allora furono Immobile e De Rossi su rigore a segnare. Quella vittoria fu l'inizio di un percorso che portò una nazionale tutt'altro che fortissima, oltre che piena di assenze, ad un insperato quarto di finale europeo. Si spera che stasera, contro la Francia vice-campione d'Europa, possa accadere lo stesso e possa partire un altro ciclo pieno di soddisfazioni.

Buonasera a tutti da Francesco Palma, che è qui per raccontarvi l'esordio di Giampiero Ventura sulla panchina della nazionale italiana in Italia-Francia, in diretta dalle 21. Vavel seguirà la gara per voi minuto per minuto.

Italia-Francia è da sempre una sfida particolare. La rivalità tra le due compagini nasce da lontano: nel 1910 l'Italia, all'epoca in maglia bianca, disputò la sua prima partita proprio contro la nazionale transalpina, esistente invece già da alcuni anni, vincendo per 6-2. Da lì tanti incontri, in un'epoca dove l'unica possibilità di incontri internazionali veniva dalle amichevoli, le due nazioni spesso si incontravano, e spesso era l'Italia a trionfare, mentre i blues faticavano ad entrare nell'élite del calcio mondiale. Poi arrivò il mondiale in Francia, nel 1938, e proprio gli italiani sbarrarono la strada ai padroni di casa nell'occasione più ghiotta per i francesi, ai quarti di finale, in una partita che passerà alla storia più per la divisa nera della squadra di Pozzo che per il risultato.

Tante vittorie, soprattutto nelle partite ufficiali, poi arrivò il mondiale del 1986, dove un'Italia ormai sazia del mondiale spagnolo di 4 anni prima non potè nulla contro i campioni d'europa guidati da Platini. Da lì cominciarono a prenderci gusto: l'ingiusta eliminazione ai rigori del 1998 e la drammatica finale di Euro 2000 sono ancora negli occhi dei tanti tifosi italiani che per due volte si sono visti sfuggire la vittoria per un niente. Fino alla finale di Berlino, alla rivincita nella notte più bella, quella del quarto mondiale azzurro, nella partita dell'indegno addio di Zidane. La notte che ha ricordato, ancora una volta, che questa partita non è come tutte le altre: tutto questo è Italia-Francia.

L'Italia ha perso solo una volta negli ultimi 5 precedenti con la Francia, nell'ultima amichevole contro i transalpini, disputata a Parma (dove l'Italia aveva sempre vinto) a Novembre 2012. Le due compagini si sono affrontate in totale 37 volte, con 18 vittorie italiane, 9 transalpine e 10 pareggi. 

Cinque sono stati gli incontri in Coppa del Mondo: nel 1938 l'Italia vinse 3-1 ai quarti di finale in casa dei francesi, al vantaggio di Colaussi su errore del porteire francese Di Lorto rispose Heisserer, ma nel secondo tempo una doppietta di Piola portò gli azzurri (quel giorno in maglia nera) in semifinale; nel 1978 ancora l'Italia sconfisse in rimonta 2-1 i francesi nella gara d'esordio del mondiale argentino, francesi che andarono in vantaggio dopo 40 secondi con Lacombe, ma le reti di Rossi e Zaccarelli rimisero a posto l'incontro. Nel 1986 in Messico, agli ottavi di finale, fu la squadra di Platini, campione d'Europa in carica, a spuntarla. Nel 1998 si propose la rivincita di 60 anni prima: ancora quarti di finale, ancora mondiale in Francia, e stavolta fu la Francia a vincere ai rigori, dopo 120 minuti tiratissimi. Fino al mondiale 2006, che tutti ricordiamo, dove Materazzi riprese il vantaggio di Zidane, che chiuse la sua carriera nel modo peggiore possibile: i supplementari non bastarono e ai rigori l'Italia fu sorprendentemente perfetta, portando a casa il quarto mondiale della sua storia. 

Agli europei invece le due compagini si sono incontrate soltanto due volte: nella finale del 2000 l'Italia andò in vantaggio con Delvecchio, dominando la partita, ma quando tutto sembrava ormai finito Wiltord riprese per il capelli il match, portandolo ai supplementari, dove l'assurda regola del Golden Gol consentì ai francesi di spuntarla grazie alla rete di David Trezeguet. Otto anni dopo, nella fase a gironi, l'Italia eliminò la Francia vincendo per 2-0 con le reti di Pirlo su rigore e De Rossi su calcio di punizione.

Partita difficile da definire "amichevole", lo stesso Deschamps ha dichiarato: "Non sarà mai un'amichevole contro gli azzurri. L'Italia non ha mai perso a Bari e Ventura ha scelto lo stadio San Nicola perché portafortuna. Prima o poi, però, cadrà e magari saremo noi a cambiare la storia"

Ancora alcuni dubbi sulle formazioni. Ventura dovrà fare i conti con l'assenza di Bonucci, e saranno probabilmente Ogbonna e Astori a giocarsi la maglia da titolare, con Rugani più dietro nelle gerarchie. A centrocampo ballottaggio Montolivo-De Rossi, mentre in attacco Belotti, Pellè e Pavoletti si giocano il posto accanto ad Eder. Questa la probabile formazione azzurra:

ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Astori, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi, Bonaventura, De Sciglio; Pellè, Eder. Allenatore: Ventura.

Deschamps decide di puntare sui giovani, inserisce tra i titolari Varane e si dispiace di non averlo potuto avere all'europeo, spazio anche a Sidibe e Kurzawa dietro. Centrocampo invece "classico" con Pogba, Payet e Griezmann perni fissi della squadra, mentre il mister francese decide di non rilasciare dichiarazioni sul suo pupillo Benzema: stasera spazio a Giroud.

FRANCIA (4-2-3-1): Mandanda; Sidibe, Varane, Koscielny, Kurzawa; Pogba, Matuidi; Payet, Griezmann, Martial; Giroud. Allenatore: Deschamps.

Ventura: «Emozione? Nessuna ansia. Quando ho iniziato da allenatore del Bari, avevo voglia di fare un certo tipo di calcio e ci siamo riusciti. Con la stessa consapevolezza mi cimento in questa nuova e affascinante avventura» - «Parto da un presupposto positivo. Sono allenato a sostituire Conte - scherza Ventura -. E in più sono tranquillo, perché penso di avere preparato tutto in maniera ottimale. Sarebbe un successo straordinario rivedere la stessa fame degli Europei». In una partita che rappresenta l'inizio di un nuovo corso, sarà sicuramente decisiva la fame più che la tattica,  Ventura è uno che sa come motivare i giocatori e lo ha più volte dimostrato. Certamente è l'opposto di Conte su tantissimi aspetti, ma condividono la meticolosità, la professionalità e il carisma, che in una partita come quella di stasera saranno fondamentali.

Primo test della moviola in campo stasera a Bari: l'arbitro Kuipers infatti verrà assistito da degli arbitri in tribuna che usufruiranno di schermi per poter seguire in diretta la partita da tutte le angolazioni. Il test però stasera avrà valenza soltanto come scambio d'opinioni, ma non potrà permette di modificare le decisioni prese dal direttore di gara. Si tratta comunque di un'innovazione fortemente voluta dal presidente FIFA Gianni Infantino, sperando che possa dare risultati positivi e colmare il gap che in questo momento separa il calcio da gran parte degli sport che ormai da tempo si affidono alla tecnologia per assistere gli arbitri, come si è visto ai giochi olimpici.

Calcio Internazionale