Nuova era per la UEFA: eletto lo sloveno Ceferin

Lo sloveno vince il testa a testa con l'olandese Van Praag ed è il nuovo presidente della UEFA: succede a Michel Platini, in carica dal 2007

Nuova era per la UEFA: eletto lo sloveno Ceferin
Nuova era per la UEFA: eletto lo sloveno Ceferin

Dopo le dimissioni forzate a maggio di Platini, parte oggi il nuovo corso della UEFA con lo sloveno Aleksander Ceferin, eletto pochi minuti fa ad Atene durante il consiglio straordinario del Congresso Uefa.

Queste le prime parole del neo epresidente, in seguito all'ufficializzazione del voto : "Grazie per il vostro fantastico supporto, per me questo incarico significa molto ed è motivo di grande onore e grande responsabilità al tempo stesso. La mia famiglia è molto orgogliosa, così come la mia bellissima Slovenia. E spero che un giorno anche voi sarete orgogliosi di me".

49 anni, di professione avvocato, lo sloveno ha ottenuto ben 42 preferenze su 55 totali, lasciando le briciole al suo rivale, il presidente della federazione olandese Van Praag.

Il congresso è stato aperto dalle parole dell'ex presidente Michel Platini che si congeda così, dopo 9 anni: "E' molto emozionante essere qui ma sono anche felice perché questo sarà il mio ultimo discorso ad un Congresso Uefa" le prime parole di Le Roi - "Grazie per questi nove anni. Abbiamo fatto un ottimo lavoro: sono orgoglioso e ho la coscienza pulita"

Platini è stato squalificato insieme all'ex presidente della Fifa Sepp Blatter per un pagamento di due milioni di franchi svizzeri ricevuto con il benestare dello stesso ex presidente della Fifa nel 2011 per un lavoro svolto anni prima. "Continuerete questa meravigliosa missione senza di me per ragioni di cui non voglio parlare oggi" - ha chiosato il francese - "Ho la coscienza a posto, sono certo di non aver fatto alcun errore e continuerò a combattere nei tribunali. Amici del calcio, addio".


Share on Facebook