Italia, risale Florenzi

Il centrocampista giallorosso insidia Candreva, ballottaggio sull'out di destra.

Italia, risale Florenzi
Italia - Foto: Vivo Azzurro/Twitter

Incombe la Spagna, Ventura osserva i movimenti degli azzurri, da sciogliere gli ultimi interrogativi. Il recupero di Romagnoli - nessun problema, dopo i controlli dei giorni scorsi - consente al tecnico di affrontare con le dovute certezze difensive le furie rosse.  Il centrale in forza al Milan rileva l'assente Chiellini e forma, con Bonucci e Barzagli, un reparto di assoluto livello internazionale. 

La doppia seduta di ieri porta in superficie la candidatura di Florenzi. Difficile inquadrare in un ruolo il tuttofare di Spalletti - di recente nelle vesti di trequartista contro l'Inter, in luogo di Nainggolan - abile ad occupare più porzioni di campo, con risultati confortanti. La mancata specializzazione - parola di Ventura - può comportare qualche rischio, il "sì decida" del CT è in questo senso significativo. Contro la Spagna, Florenzi può trovare però una maglia da titolare, a discapito di Candreva. L'innesto è soprattutto in chiave difensiva, perché da quella parte la roja può contare sulle scorribande di Jordi Alba, sulle visioni di Iniesta e sulla tecnica di Silva. Ventura non vuole quindi esporre l'Italia a pericolose fratture. 

Conferma, invece, nel mezzo, De Rossi è il prescelto in cabina di regia, con Verratti pronto a garantire qualità e fosforo a partita in corso, per poi assumere il comando contro la Macedonia, nella seconda sfida di ottobre. Stessa sorte, sulla carta, per Criscito. Ventura vuole dosare uomini ed energie, il laterale è in buona condizione e scalda quindi i motori per rilevare De Sciglio dopo il match con la Spagna. Bonaventura resta in vantaggio su Bernardeschi per il ruolo di mezzala sinistra, Parolo è certo di una maglia. 

Nessuna sorpresa nel settore d'attacco. Eder - in seconda fila nelle gerarchie di De Boer - gode della piena fiducia di Ventura, è uno stantuffo utile anche in fase di non possesso. Pellé è il terminale, il punto di riferimento, per stazza e impatto fisico. L'ariete utile a sfondare una retroguardia a volte sbadata, l'àncora a cui attraccare la ripartenza.  

Probabile formazione:


Share on Facebook