Qualificazioni Russia 2018 - Il ciclone Germania si abbatte su San Marino (0-8)

La squadra di Low strapazza la cenerentola San Marino con il netto risultato di 8-0. La tripletta di Gnabry, la doppietta di Hector, le reti di Khedira e Volland e l'autorete sfortunata di Stefanelli a completare il tabellino della sfida.

Qualificazioni Russia 2018 - Il ciclone Germania si abbatte su San Marino (0-8)
San Marino
0 8
Germania
San Marino: A. Simoncini; M. Palazzi, D. Cesarini, D. Simoncini, F. Vitaioli, M. Berardi; T. Zafferani (C. Brolli, min.83), A. Gasperoni, L. Tosi (M. Domeniconi, min.59), M. Vitaioli (J. Hirsch, min.91); M. Stefanelli. A disp: S. Benedettini, M. Manzaroli, C. Valentini, A. Selva, A. Della Valle, M. Cervellini, A. D'Addario, F. Berardi, P. Mazza. All. Manzaroli
Germania: M. ter Stegen; B. Henrichs, J. Kimmich, M. Hummels, J. Hector; S. Khedira (L. Goretzka, min.77), I. Gundogan; T. Muller, M. Gotze (M. Meyer, min.71), S. Gnabry; M. Gomez (K. Volland, min.71). A disp: B. Leno, S. Mustafi, B. Howedes, Y. Gerhardt, S. Rudy, J. Weigl, J. Tah. All. Low
SCORE: 0-1, min. 7, Khedira. 0-2, min. 9, Gnabry. 0-3, min. 32, Hector. 0-4, min. 58, Gnabry. 0-5, min. 66, Hector. 0-6, min. 76, Gnabry. 0-7, min. 82, Stefanelli [aut.]. 0-8, min. 85, Volland.
ARBITRO: Artyom Kuchin (KAZ). Ammonito Vitaioli (min. 60)
NOTE: Quarta giornata Gruppo C. Stadio "San Marino Stadium", Serravalle.

Come da pronostico la Germania batte San Marino e consolida la prima posizione nel Girone C. Per i tedeschi è la quarta vittoria consecutiva, che significa anche imbattibilità. Low per l'occasione decide comunque di affidarsi ad un 4-2-3-1 con Muller, Gotze e Gnabry in sostegno dell'unica punta Gomez. Dall'altra parte Manzaroli cerca di opporsi con un solido 5-4-1, con Stefanelli unica punta. La partita parte fin da subito in salita per i padroni di casa, infatti Khedira e Gnabry realizzano in dieci minuti le prime due reti per i teutonici. Ciò facilita l'assedio tedesco, con la squadra di Low che costruisce occasioni su occasioni nonostante la discreta organizzazione difensiva della compagine avversaria. I tre trequartisti si muovono costantemente non dando punti di riferimento alla retroguardia sanmarinese. Alla mezz'ora i tedeschi realizzano il 3-0 con Hector, ben imbeccato da Gotze. Nel secondo tempo non c'è storia, infatti la Germania dilaga a causa dell'atteggiamento totalmente remissivo dei padroni di casa. Gnabry realizza altre due reti completando così una tripletta, Hector invece con il gol del 5-0 sigla una doppietta, poi l'autorete di Stefanelli e la rete finale di Volland portano la squadra teutonica sul rotondo punteggio di 8-0. Il prossimo turno vedrà la formazione di Low impegnata in Azerbaigian, mentre San Marino attenderà tra le mura amiche la Repubblica Ceca.

                                                       LA GARA

Pronti, via e la Germania sfiora subito il vantaggio con un destro di Henrichs che termina di poco sul fondo. Gundogan crossa dalla destra per Gnabry che però conclude in maniera troppo debole e centrale facilitando così la parata di Simoncini. Al 7' i teutonici passano in vantaggio: bel pallone messo dentro da Hummels, Khedira stoppa la palla, salta il portiere avversario e conclude a porta vuota depositando la sfera in fondo alla rete. Passano appena due minuti e la Germania raddoppia: Khedira verticalizza per Gomez, che però viene chiuso da Simoncini, la palla giunge a Gnabry che non ha problemi nel realizzare a porta sguarnita. Al 10' ospiti vicini al tris: Gomez va via sulla fascia destra e crossa in mezzo, il portiere del San Marino esce male e Gnabry ha l'opportunità di siglare una doppietta ma non si fa trovare pronto per la deviazione vincente.

E' sempre il n.8 tedesco a creare scompiglio nella difesa sanmarinese, un suo cross costringe Vitaioli ad intervenire in maniera provvidenziale allontanando il pallone. Al 16' Hummels svetta più in alto di tutti su azione da corner ma il suo colpo di testa viene facilmente abbrancato da Simoncini. Al 18' Gnabry riceve largo a sinistra, si accentra saltando Palazzi ed esplode il destro che si spegne di poco a lato rispetto al primo palo. A metà primo tempo occasione per San Marino con Stefanelli, che colpisce di testa su azione d'angolo approfittando di un errore di Khedira, ma direziona male la palla che termina sul fondo. Riprende subito a martellare la Germania: viene liberato al tiro di Gomez che però perde la ghiotta opportunità mancando il pallone. Al 28' Gundogan s'incarica della battuta di un calcio di punizione dal vertice sinistro dell'area di rigore avversaria, la sua conclusione costringe Simoncini alla respinta di pugno, sulla ribattuta si avventa ancora il centrocampista teutonico che calcia al volo spedendo la palla sul fondo. Alla mezz'ora Hector dalla sinistra crossa per Gomez a centro area, ma Simoncini con un'uscita tempestiva allontana la sfera.

E' il prologo al 3-0 che arriva 60 secondi più tardi: Gotze stoppa palla al limite dell'area e rifinisce per l'inserimento di Hector che davanti all'estremo difensore avversario non sbaglia. La Germania non si ferma e continua ad attaccare con Gotze che riceve largo sulla sinistra, si accentra e conclude con il destro ma il suo tiro viene disinnescato senza problemi da Simoncini. Al 37' Gnabry ha una buona opportunità dall'interno dell'area di rigore avversaria ma il suo destro viene respinto dalla retroguardia sanmarinese. Muller mette alla prova la reattività dell'estremo difensore avversario con un destro da fuori area, che viene però deviato in calcio d'angolo dal n.1 del San Marino. Sul finire di frazione Cesarini si oppone alle conclusioni di Gnabry e Muller, poi Gomez si vede annullare due gol per fuorigioco. I primi 45 minuti si chiudono quindi sul risultato di 3-0 in favore della Germania.

La ripresa si apre con i tedeschi ancora riversati in avanti: Hummels si avventa su una palla vagante e tira in porta ma la sua conclusione viene contrata in calcio d'angolo dalla difesa avversaria. Sul calcio d'angolo successivo Muller sfiora di testa, poi la palla giunge al limite ad Henrichs che conclude in porta ma la palla si perde sul fondo. Al 54' Gundogan s'incarica della battuta di un calcio di punizione ma il suo tiro si spegne a lato della porta avversaria. Gomez, riceve da Khedira, e conclude in porta ma la palla finisce oltre la traversa. Assedio teutonico che non da cenni di esaurimento infatti Gundogan ci prova dal limite dell'area ma il suo destro termina supera il montante alto della porta avversaria. Al 58' ancora Gundogan chiama alla parata con i pugni Simoncini. Un minuto dopo Germania fa poker: Henrichs crossa dalla destra, la difesa sanmarinese si alza per attuare il fuorigioco, ma in questo modo avvantaggia Gnabry che può facilmente battere l'estremo difensore avversario.

Al 66' la squadra di Low va sul 5-0: Gotze serve un ottimo pallone ad Hector che fa passare la sfera in mezzo alle gambe di Simoncini realizzando così la quinta rete. La Germania non si dimostra mai sazia: Gotze riceve sulla fascia sinistra, si accentra e libera il destro che viene contrato provvidenzialmente da Berardi. Al 76' arriva il 6-0 dei teutonici: Muller smarca perfettamente Gnabry che conclude al volo con il destro non lasciando scampo a Simoncini. Al 79' Kimmich impegna l'estremo difensore avversario, sulla respinta giunge Hector che però calcia alto. All'82' i tedeschi realizzano il 7-0: Volland crossa dalla destra, Stefanelli in ripiegamento difensivo tocca involontariamente la palla verso la propria porta beffando inesorabilmente il portiere sanmarinese. All'85' Gundogan si ritrova a tu per tu con il n.1 avversario che però intuisce la direzione del suo tiro e respinge la sfera. All'86' la Germania si porta sull'8-0: Muller scende sulla fascia destra e crossa per Volland che si gira e col sinistro supera Simoncini. Al 90' va alla conclusione anche Muller che costringe il portiere avversario alla parata in tuffo. Non accade più nulla e quindi la Germania può festeggiare quindi questa importante e larga vittoria.