Swansea, per il dopo Bradley in lizza Coleman e Giggs

I gallesi hanno l'arduo compito di sostuituire l'esonerato Bradley. Diversi i papabili, in pole il CT del Galles Coleman e Ryan Giggs.

Swansea, per il dopo Bradley in lizza Coleman e Giggs
Swansea, per il dopo Bradley in lizza Coleman e Giggs

La stagione tormentata in casa Swansea sta per vivere l'ennesima, opaca puntata. Dopo l'esonero del tecnico Bob Bradley, subentrato due mesi fa al "nostro" Guidolin, i cigni hanno il compito, non facile, di cercare un nuovo allenatore, il terzo dall'inizio della stagione.

Affidata la panchina a Francesco Guidolin, il tecnico italiano ha pagato una partenza a rallentatore della sua squadra, con appena 4 punti conquistati in sette partite. Per dare uno scossone all'intero ambiente, si era deciso di sostituirlo con l'americano Bob Bradley che non è però riuscito a migliorare di molto la media del suo predecessore, guadagnandosi anche l'appellativo in spogliatoio di Reagan per i metodi di allenamento antiquati. Lo Swansea City, che in estate aveva investito parecchio sul mercato puntando a risultati certamente migliori, attualmente si trova all’ultimo posto in classifica in coabitazione con l’Hull City  (solo 12 punti conquistati in 18 partite). Per Bradley è stata fatale la pesante sconfitta rimediata nel Boxing Day  (tracollo interno, 4-1 contro il West Ham). Ed ora, il club gallese deve trovare il suo sostituto.

Diversi i nomi che circolano nell'ambiente Swansea. Nelle ultime ore è stato contattato il commisario tecnico del Galles, Chris Coleman. Nome molto in voga nel Regno Unito dopo il miracolo sportivo compiuto dal tecnico in questione, avendo condotto la nazionale gallese fino alle semifinali dell'Europeo francese. L'allenatore, che avrebbe il compito di risollevare le sorti dello Swansea City, si troverebbe nel caso "gravato" del doppio incarico. Continua però ad aleggiare, dalle parti del Liberty Stadium, il nome del leggendario Ryan Giggs. Quest’ultimo ha alle spalle un’esperienza da allenatore-giocatore dei Red Devils, quando ha traghettato la squadra negli ultimi mesi della stagione 2013-2014 dopo l’esonero di David Moyes. Dopo essere poi diventato l’assistente di Louis Van Gaal, lo scorso 2 Luglio l’ex centrocampista ha lasciato il "suo" United dopo 29 anni. Ora, una nuova possibile occasione, in attesa che lo Swansea prenda la sua decisione definitiva.

Sono ore frenetiche per la società dei proprietari americani Levien e Kaplan. Ad ore il toto-nome dovrebbe concludersi e lo Swansea conoscerà finalmente il nome del terzo tecnico stagionale. Attualmente la squadra è stata affidata alla coppia di allenatori in seconda, Paul Williams e Alan Curtis.

Calcio Internazionale