FA Cup - Kante abbatte Mourinho, il Chelsea vola in semifinale

Il Chelsea supera il Manchester United nei quarti di finale di FA Cup grazie al rasoterra di Kante ad inizio ripresa. Conte batte ancora Mourinho dopo il poker in campionato.

FA Cup - Kante abbatte Mourinho, il Chelsea vola in semifinale
Chelsea-Manchester United 1-0 | Foto: @chelseafc
Chelsea
1 0
Manchester United
Chelsea : (3-4-3) Courtois; Azpilicueta, David Luiz, Cahill; Moses (Zouma 89'), Kante, Matic, Alonso; Willian (Fabregas 81'), Diego Costa (Batshuayi 90+4') , Hazard. All. Conte A.
Manchester United: (4-4-2) de Gea; Darmian, Jones, Smalling, Rojo; Valencia, Herrera, Pogba, Young (Young 81'); Mkhitaryan (Fellaini 37'), Rashford. All. Mourinho J.
SCORE: 1-0, 51', Kante
ARBITRO: Oliver M. Ammoniti: Herrera (20'), Young (79'), Diego Costa (87'). Espulsi: Herrera (34')
NOTE: Stamford Bridge, Londra. Gara valida per i quarti di finale di FA Cup 2016/17.

Il Chelsea vola in semifinale di FA Cup dopo aver superato il Manchester United per 1-0 nel big match dello Stamford Bridge. A decidere la sfida contro i red devils, rimasti in dieci dal 35' per l'espulsione di Herrera, ci pensa N'Golo Kante ad inizio ripresa con un rasoterra imprendibile. Conte ha nuovamente la meglio sul nemico Mourinho dopo il 4-0 in campionato, gli scontri verbali tra i due a bordo campo confermano le ruggini e la cultura della vittoria che possiedono. 

L'esultanza dei blues | Foto: @chelseafc
L'esultanza dei blues | Foto: @chelseafc

Le scelte di formazione 

Schieramento tipico per Antonio Conte che si affida al rodatissimo 3-4-3 con tutti i titolari a disposizione sul terreno di gioco. Davanti a Courtois, ci sono come di consueto David Luiz perno centrale con Azpilicueta e Cahill ai suoi lati. L'infaticabile Kante presidia la zona centrale di metà campo assieme a Matic, Moses e Marco Alonso occupano le fasce laterali. Nel tridente non c'è Pedro: spazio a Willian con Diego Costa centravanti e Hazard a sinistra. 

(3-4-3) Courtois; Azpilicueta, David Luiz, Cahill; Moses, Kante, Matic, Alonso; Willian, Diego Costa, Hazard. All. Conte A.

Mourinho vola a Londra con l'attacco stroncato da infortuni e squalifiche varie. Senza Ibrahimovic (fuori tre turni dopo la reazione contro il Bournemouth), Martial e Rooney (problemi muscolari), lo Special One se la gioca con un modulo speculare: 4-4-2 per sfruttare e coprire le zone laterali del campo. L'unico centravanti disponibile è Marcus Rashford, protagonista nelle ultime ore per il viaggio intrapreso da solo per raggiungere la squadra nella capitale. La linea a quattro davanti a de Gea è formata da Darmian, Jones, Smalling e Rojo. Filtro a metà campo azionato da Herrera e Pogba con Valencia-Young

(4-4-2) de Gea; Darmian, Jones, Smalling, Rojo; Valencia, Herrera, Pogba, Young; Mkhitaryan, Rashford. All. Mourinho J.

Diego Costa contro tutti | Foto: @squawka
Diego Costa contro tutti | Foto: @squawka

 

Cronaca

A Stamford Bridge i ritmi iniziali sono blandi, l'approccio alla gara è attendista con il Manchester United che cerca di tenere strette le linee di difesa e centrocampo e il Chelsea che risponde mantenendo le posizioni e provando a farsi valere nella superiorità qualitativa sulle fasce. La prima vera occasione della partita è targata Eden Hazard dopo circa un quarto d'ora. Il diamante belga si accende all'improvviso nell'ingorgo in mezzo, scivola tra le maglie rosse e scarica un destro ad incrociare che lambisce il palo. 

I red devils lottano con generosità, provano a farsi vedere in avanti con qualche folata ma la compattezza del Chelsea respinge ogni accenno di tentativo. Appena dopo l'altra fiammata di Hazard con un mancino largo, avviene la svolta che cambia un pò le trame dell'incontro: espulso per doppia ammonizione Ander Herrera per atterramento dell'incontenibile Hazard. Un Mourinho stupefatto a bordo campo corre subito ai ripari con l'ingresso di Fellaini per Mkhitaryan. Nonostante la superiorità i blues non riescono a perforare il muro rosso e il parziale termina a reti inviolate. 

Il rosso sventolato da Oliver ad Ander Herrera | Foto: @squawka
Il rosso sventolato da Oliver ad Ander Herrera | Foto: @squawka

Conte si fa sentire nei quindici minuti di pausa e il Chelsea si sveglia da subito, mettendo alle corde l'avversario e arrivando al goal del vantaggio al 51' con N'Golo Kante. Il centrocampista francese - uno dei meno attesi per questo genere di cose - riceve al limite dell'area, controlla e vede lo spiraglio per scagliare il rasoterra piazzato che batte de Gea. Strada che sembra essere sempre più spianata per la vittoria dei londinesi ma Rashford ha la clamorosa chance per riaprire la gara all'ora di gioco: tentativo a tu-per-tu murato da Courtois. 

Molto più vivace il secondo tempo, i ritmi si alzano e le occasioni arrivano con frequenza. Un minuto dopo il brivido-Rashford ci sono le opportunità per Diego Costa e Willian per chiudere i giochi con un colpo di testa da angolo che lambisce il palo e una conclusione a giro. Due cambi nel finale, uno per parte, con Fabregas e Lingaard dentro. Pogba prova ad accendersi ricordandosi dei suoi trascorsi in bianconeri e sfodera un destro che sfiora il palo alla sinistra di Courtois. Nei quattro di recupero lo United prova a riversarsi in avanti per trovare l'insperato pareggio ma niente da fare: termina 1-0 la sfida dello Stamford Bridge, il Chelsea vola in semifinale.

Calcio Internazionale